Blockchain e sanità 5 luglio 2018

Blockchain, Massimo Tortorella (Consulcesi): «Sia medico che paziente ne trarranno grandissimi benefici»

La filiera del farmaco, le cartelle sanitarie del paziente insieme alla sicurezza per gli ospedali: tutte applicazioni utili che la tecnologia ‘a blocchi’ renderà possibili nel settore sanitario. «Ma soprattutto trasparenza e controllo» commenta Andrea Tortorella, ad Consulcesi Tech

Immagine articolo

Sin dalle sue origini la Blockchain ha suscitato grandissimo interesse soprattutto in riferimento alla molteplicità di settori in cui è applicabile. Tra questi, un ambito fertile in cui questa tecnologia trova ampio margine di applicazione è proprio la sanità. «Verificare l’identità del paziente, tenere traccia delle prescrizioni e della correttezza dei protocolli sono solo alcune delle possibilità che la cosiddetta ‘tecnologia a blocchi’ offre nel settore». A spiegarlo è Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi network legale leader in ambito sanitario che, insieme ad Andrea Tortorella, Amministratore delegato di Consulcesi Tech, è autore del libro ‘Cripto-svelate’, un manuale che ripercorre la storia di questa rivoluzione dagli albori.

«Da Blockchain e monete digitali non si torna indietro – prosegue Massimo Tortorella citando il sottotitolo del suo libro -. La versatilità di questa scienza che lega il controllo peer-to-peer alla crittografia più sofisticata è impressionante. L’utilizzo più immediato nell’universo sanitario riguarda probabilmente il paziente che, grazie agli archivi immensi che ogni blocco contiene, può avere sempre visione di tutta la sua storia clinica dall’inizio alla fine. Un quadro della situazione estremamente valido per il medico che in questo modo può conoscere perfettamente la storia del suo assistito».

Un’altra applicazione formidabile della Blockchain nell’ambito sanitario è sul fronte della sicurezza: «della cyber security, ad essere precisi» interviene Andrea Tortorella, Amministratore delegato di Consulcesi Tech, hi-tech company specializzata in soluzioni all’avanguardia per Blockchain e criptovalute. «Basta pensare – prosegue – alla tracciabilità del farmaco: oggi i farmaci vengono venduti anche on line (futuro non troppo remoto anche per l’Italia), questo canale comporta una latente incertezza sulle origini dei prodotti, incertezza che con la Blockchain non ci sarebbe più. Con questa tecnologia infatti la supply chain (gestione della catena di distribuzione, ndr) di ogni farmaco, sarebbe trasparente e monitorabile. Stessa cosa per i trial clinici, dove questo monitoraggio costante dà modo di sapere sempre quel determinato farmaco dove è stato testato, in che modo e se c’è stata corruzione da parte dei big pharma. Insomma parliamo di una tecnologia oramai consolidata e pervasiva».

«Io ritengo – conclude il Presidente Tortorella –  che questa sia una tecnologia che può essere realmente messa a frutto da tutti gli Stati e dai Governi, che gradualmente stanno prendendo coscienza di questa immensa opportunità».

SUL TEMA BLOCKCHAIN, BITCOIN E TECNOLOGIE DEL FUTURO ECCO GLI ULTERIORI APPROFONDIMENTI DI SANITÀ INFORMAZIONE:

BLOCKCHAIN, IL LIBRO “CRIPTO-SVELATE” SPIEGA LA RIVOLUZIONE CHE COINVOLGERÀ LA SANITÀ

BLOCKCHAIN, MASSIMO D’ALEMA: «SISTEMA DIGITALE SICURO E CERTIFICATO CHE CONSENTE UN GRAN RISPARMIO DI PROCEDURE, COSTI E REGISTRAZIONE»

CARTELLA CLINICA REGISTRATA IN BLOCKCHAIN? TUTTI I VANTAGGI SPIEGATI DALL’ESPERTO

BLOCKCHAIN IN ITALIA, MAURO CERVINI (ECONOMIC STRATEGIST): «PER IL CAMPO SANITARIO UN GRANDE ABBATTIMENTO DEI COSTI»

AIOP GIOVANI, MICHELE NICCHIO È IL NUOVO PRESIDENTE: «TECNOLOGIE E FORMAZIONE PER VINCERE LA SFIDA DELLA SANITÀ DEL FUTURO»

SANITÀ DIGITALE, CARABETTA (M5S): «POLITICA IN RITARDO SU BLOCKCHAIN, PUÒ ESSERE DECISIVA IN TUTELA DATI SANITARI»

FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO, MORUZZI (ASSINTER): «ANCORA DISPARITÀ TRA NORD E SUD D’ITALIA. REGIONI SI ADEGUINO»

MIRKO DE MALDÈ (COO LYNKEUS): «COME PROTEGGERE I NOSTRI DATI SANITARI? CON LA BLOCKCHAIN»

«INNOVAZIONE PER LA VITA», A MILANO L’EVENTO DI WIRED HEALTH. FERRAZZA: «TECNOLOGIE DIGITALI SEMPRE PIÙ DENTRO IL MONDO DELLA SANITÀ»

LA BLOCKCHAIN CAMBIERÀ LA SANITÀ? SCOTTI (LINK CAMPUS): «TECNOLOGIA APPLICABILE SU PIU FRONTI, FONDAMENTALE SEGUIRNE L’EVOLUZIONE»

BLOCKCHAIN E BITCOIN, WIRED: «SOLUZIONE PER MIGLIORARE LA SANITÀ»

PRIVACY, CARTELLA CLINICA E ADERENZA TERAPEUTICA. ECCO COME BLOCKCHAIN (E BITCOIN) CAMBIERANNO LA SANITÀ

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Formazione

Caos numero chiuso: tra annunci di abolizione e ondate di ricorsi

Governo vara stop ai test medicina, poi la retromarcia. Spiazzati Grillo (Salute) e Bussetti (MIUR): «Aumento accessi e borse di studio». Anelli (FNOMCeO): «Risolvere imbuto formativo». Ma l’esa...
Salute

Liste d’attesa, Aceti (Cittadinanzattiva): «Prima voce di segnalazione per malcontento cittadini. Ecco cosa cambia con Piano Nazionale»

«50 milioni per abbattimento e interventi regionali. Ridiamo le gambe al SSN per tornare in piedi» Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva
di Giovanni Cedrone e Serena Santi