Blockchain e sanità 5 Luglio 2018 10:55

Cartella clinica registrata in Blockchain? Tutti i vantaggi spiegati dall’esperto

Gianluca Massini Rosati, fondatore e CEO di Xriba: «Se si ha un problema dall’altra parte del mondo, ma la cartella è archiviata in un ospedale italiano, le informazioni non saranno disponibili. Con la Blockchain, invece, sono garantite disponibilità e privacy»

Chi ha già sentito parlare di Blockchain, l’ha probabilmente associata alle criptomonete, come i Bitcoin. In realtà, si tratta di una tecnologia che rivoluzionerà la vita di tutti i giorni di chiunque, essendo, in poche parole, un registro pubblico e decentralizzato applicabile ad innumerevoli settori. Tra questi, c’è ovviamente anche la sanità. In particolare, presenta molti vantaggi nella gestione delle cartelle cliniche.

Come ci ha spiegato Gianluca Massini Rosati, fondatore e CEO di Xriba, «se hai un problema mentre ti trovi dall’altra parte del mondo, oggi non puoi avere subito disponibili le informazioni contenute nella tua cartella clinica che è archiviata in un ospedale italiano. Se fosse registrata in Blockchain, invece, qualunque medico da qualunque parte del mondo potrebbe accedervi immediatamente in caso di bisogno, assicurando al contempo l’anonimato e la privacy».

LEGGI ANCHE: MIRKO DE MALDE’ (COO LYNKEUS): «COME PROTEGGERE I NOSTRI DATI SANITARI? CON LA BLOCKCHAIN»

La sanità è quindi un «perfetto campo di applicazione della Blockchain, insieme, ad esempio, al mondo dei farmaci: «La sanità diventa open source, ma anche l’amministrazione – spiega Massini Rosati -. Pensiamo ai registri catastali: se le transazioni degli immobili venissero registrate sulla Blockchain, non avremmo più bisogno di notai. Oppure alla contabilità: con le fatture registrate in Blockchain annienteremmo l’evasione fiscale e non si potrebbero più fare fatture false».

Insomma, la Blockchain «entrerà nelle nostre vite come è entrato nelle nostre vite Internet – prosegue Massini Rosati -. Oggi non siamo capaci neanche di trovare la strada di casa senza il navigatore e domani succederà la stessa cosa con questa formidabile nuova tecnologia, perché tutte le nostre informazioni saranno registrate all’interno della Blockchain».

«La gestione dell’informazione e dell’archiviazione sta cambiando – conclude Massini Rosati – e i grandi intermediari, come le banche o le assicurazioni di tutto il mondo dovranno cambiare il loro modello di business perché probabilmente, una volta che questa tecnologia si diffonderà, diventeranno inutili». Sarà una rivoluzione, e non si potrà star fermi a guardare.

LEGGI ANCHE: BLOCKCHAIN, IL LIBRO “CRIPTO-SVELATE” SPIEGA LA RIVOLUZIONE CHE COINVOLGERÀ ANCHE LA SANITÀ 

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 maggio, sono 163.082.347 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.379.501 i decessi. Ad oggi, oltre 1,46 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...