Mondo 1 Febbraio 2018 13:54

Blockchain e Bitcoin, Wired: «Soluzione per migliorare la sanità»

La “Bibbia dell’innovazione” elenca tutti i campi in cui la tecnologia che sta alla base delle criptomonete avrà un effetto positivo in ambito sanitario. Ecco quali sono…

Tracciabilità dei farmaci, Smart-contract, trial clinici, ricerca genomica. Questi sono solo alcuni dei campi individuati da Wired in cui la tecnologia che sta alla base delle criptovalute, ovvero la Blockchain, potrebbe migliorare a dismisura in ambito sanitario. Perché «seppure i principi da cui sono nati Bitcoin e criptovalute siano stati inizialmente sfruttati e sperimentati in campo economico – si può leggere nell’articolo di Wired –, la stessa tecnologia ha il potenziale adatto per rinnovare radicalmente numerosi settori industriali, incluso il mondo della sanità». La Blockchain, ovvero la “catena di blocchi” che garantisce l’esattenza e l’integrità delle informazioni che contiene, potrebbe dunque essere «una soluzione ordinata e di facile gestione», ed è per questo che «molti professionisti stanno seriamente valutando la possibilità di applicare tali principi, così da migliorare diversi aspetti del proprio lavoro». Qualche esempio?

Tracciabilità dei farmaci: «Ogni transazione tra case farmaceutiche, grossisti, farmacisti e pazienti – spiega Wired – potrebbe essere tracciata, così da verificare importanti informazioni sul prodotto, individuare farmaci contraffatti e assicurarsi che i pazienti ricevano realmente le medicine a loro prescritte»; Smart-Contract (ovvero i Contratti Evoluti): «La creazione di una documentazione apposita permetterebbe anche di condividere, in forma anonima e nel rispetto della privacy, i dati di alcuni pazienti con specifiche organizzazioni sanitarie». Trial clinici: «Sistemi più sicuri di quelli attuali garantirebbero l’impossibilità di alterazione e modifica fraudolenta di dati legati a trial clinici»; accuratezza medica: «La collaborazione tra pazienti, ricercatori e medici potrebbe giovarsi della maggiore possibilità di scambi e confronti, portando a percorsi di cura specifici e personalizzati»; ricerca genomica: «L’accesso a dati genetici protetti all’interno della Blockchain risulterebbe molto utile per i medici curanti».

Ma le possibili innovazioni non si fermano qui. Nell’analisi di Wired compaiono anche la gestione delle pratiche assicurative e fatturazione e quella delle cartelle cliniche. In entrambi i casi il protocollo sarebbe fondamentale per garantire l’integrità e la correttezza dei dati dei pazienti, che potranno essere consultati – ed eventualmente modificati – soltanto da tutte quelle figure (operatori sanitari, pazienti, familiari dei pazienti) che sono in possesso dei permessi necessari.

Il mondo economico e finanziario è già cambiato con l’esplosione delle criptovalute (Bitcoin ed Ethereum in testa). La sanità lo farà presto.

Articoli correlati
Sanità, ambiente e territorio: nasce l’Associazione Terra e Vita, trait d’union tra cittadinanza e istituzioni
I fondatori Cappiello e Rostan: «Mettiamo a sistema idee e competenze in un’ottica di salute globale»
Piano di Ripresa e Resilienza, via libera definitivo al Senato. La politica dà i voti alle misure sulla sanità
Il rafforzamento della medicina territoriale convince tutti i partiti, ma non mancano i distinguo. Castellone (M5S): «Grande assente la riforma del 118». Binetti (Udc): «Guai a dimenticare le patologie non Covid». Bocciatura da Fratelli d’Italia
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Donne in sanità, sondaggio Fials fotografa condizione femminile nelle Aziende sanitarie
“Quale parità di genere sui luoghi di lavoro in sanità” il sondaggio di Fials
Valerii (Censis): «Servono 58mila medici e 72mila infermieri per rafforzare la sanità del futuro»
I cantieri per la sanità del futuro: presentato il progetto Censis in collaborazione con Janssen Italia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 maggio, sono 158.957.229 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.303.877 i decessi. Ad oggi, oltre 1,30 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco