Salute 13 Dicembre 2021 15:33

Vaccini Covid, Iss: «Sì a terza dose in gravidanza e allattamento»

L’Istituto superiore di sanità raccomanda il booster per le donne in dolce attesa e per quelle che allattano. La terza dose si può somministrare contestualmente al vaccino contro influenza e pertosse

Vaccini Covid, Iss: «Sì a terza dose in gravidanza e allattamento»

Via libera alla dose booster di un vaccino a mRNA anche per le donne in gravidanza e durante l’allattamento, senza alcuna necessità di interromperlo. Sono le ultime indicazioni dell’Istituto superiore di sanità.

L’Iss raccomanda il vaccino anti Covid in gravidanza e allattamento: ecco perché

L’Istituto superiore di sanità raccomanda il richiamo di un ciclo vaccinale primario per le future mamme al secondo e terzo trimestre di gravidanza. La somministrazione deve essere eseguita nei dosaggi autorizzati: 30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty; 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario e purché siano trascorsi almeno cinque mesi dal completamento dello stesso. La precisazione dell’Iss tiene conto delle crescenti evidenze sulla sicurezza della vaccinazione in gravidanza, sia per il feto che per la madre, della maggiore morbosità e circolazione associata alla variante Delta e dell’abbassamento dell’età media dell’infezione in Italia.

Ancora poche le evidenze sui vaccini nei primi tre mesi di gravidanza

Sono ancora poche le evidenze su vaccinazioni effettuate nel primo trimestre di gravidanza. Per questo, l’Iss suggerisce alle donne che desiderino vaccinarsi di valutare rischi e benefici con l’ausilio di un professionista sanitario.

Il target prioritario per il vaccino

Ma qual è il target prioritario per la vaccinazione nei nove mesi di gestazione? In primis, le donne più a rischio di contrarre l’infezione, come le professioniste sanitarie o le caregiver. Poi, quelle a maggior rischio di sviluppare una malattia grave a causa del Covid-19; il riferimento è alle donne che hanno superato i trent’anni con comorbidità e con cittadinanza di Paesi ad alta pressione migratoria.

Terza dose contestualmente a influenza e pertosse

La dose booster può essere somministrata contestualmente alle vaccinazioni contro l’influenza e la pertosse, le altre raccomandate in gravidanza. Per le donne che allattano, l’Iss evidenzia che la vaccinazione non espone il lattante a rischi e gli permette di assumere tramite il latte anticorpi contro SARS-CoV-2. Il neonato allattato da madre vaccinata seguirà il suo calendario vaccinale senza alcuna modifica.

Le misure comportamentali

Indipendentemente dalla decisione di vaccinarsi o meno, l’Iss raccomanda a tutte le donne in dolce attesa o che allattano l’igiene delle mani e l’uso della mascherina negli ambienti chiusi e in prossimità di altre persone non conviventi/non vaccinate. Non ultimi, il rispetto della distanza fisica di sicurezza e la ventilazione degli ambienti.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid: 3 o più dosi di vaccino in gravidanza aumentano la protezione dei neonati
Le donne in gravidanza che ricevono tre o più dosi di vaccino anti-Covid durante la gestazione presentano un livello di anticorpi specifici contro l’infezione nel cordone ombelicale di circa dieci volte più alto rispetto a quanto riscontrato nelle madri che hanno effettuato meno richiami. E questo offre una maggiore protezione ai nascituri. A dimostrarlo è uno studio condotto dagli scienziati dell’Università di Washington a Seattle
Troppo paracetamolo in gravidanza aumenta il rischio di problemi comportamentali nei bambini
Il consumo eccessivo di paracetamolo durante la gravidanza può aumentare il rischio che il bambino sviluppi problemi di attenzione e comportamento già all'età di 2, 3 e 4 anni. Lo studio condotto dalla University of Illinois Urbana-Champaign è stato pubblicato sulla rivista Neurotoxicology and Teratology
Caldo estremo aumenta il rischio di complicanze in gravidanza
L'esposizione al caldo estremo, eventualità diventata più frequente a causa dei cambiamenti climatici durante la gravidanza è stata collegata a un aumento del rischio di grave morbilità materna, cioè di complicanze durante il travaglio e il parto. I rischi sono maggiori se l'esposizione è avvenuta durante il terzo trimestre di gravidanza. Questo è quanto emerso da uno studio condotto dal Kaiser Permanente Southern California, pubblicato sulla rivista JAMA Network Open
Neonatologi: allattamento materno, i papà sono coprotagonisti
Non solo mamma e neonato: sempre più spesso alla diade, protagonista dell’importante pratica dell’allattamento, va ad aggiungersi anche la figura paterna, che svolge un ruolo significativo nel suo avvio e mantenimento. In occasione della Settimana Mondiale per l’Allattamento Materno, che si celebra in Italia dall’1 al 7 ottobre, la Società Italiana di Neonatologia (Sin), ribadisce proprio l’importanza dei papà come «coprotagonista» all’interno della triade madre-padre-neonato
di V.A.
Creato un modello completo di embrione umano, senza spermatozoi e ovuli
Non sono stati utilizzati né spermatozoi, né ovuli e né utero. Il nuovo modello di embrione sviluppato da un gruppo di ricercatori del Weizmann Institute, in Israele, è stato generato con cellule staminali. Nonostante questo è quasi identico a  un embrione umano vero di 14 giorni, in grado addirittura di rilasciare ormoni da far risultare positivo un test di gravidanza in laboratorio. Non mancano i quesiti etici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

XVIII Giornata europea dei diritti del malato. Contro la desertificazione sanitaria serve un’alleanza tra professionisti, cittadini e istituzioni

La carenza di servizi sul territorio, la penuria di alcune specifiche figure professionali , la distanza dai luoghi di salute in particolare nelle aree interne del Paese, periferiche e ultraperiferich...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...