Salute 18 Novembre 2021 15:54

Covid-19, D’Amato: «Il Natale sarà migliore. Ammonizione per chi supera i 180 giorni dal vaccino»

Il Lazio si difende dalla quarta ondata con più posti letto, terze dosi e anticorpi monoclonali. D’Amato: «Niente zona gialla ma mantenere alta l’attenzione»

Covid-19, D’Amato: «Il Natale sarà migliore. Ammonizione per chi supera i 180 giorni dal vaccino»

La Regione Lazio si prepara a gestire al meglio la quarta ondata di pandemia e scongiurare il rischio di passare in zona gialla. Scattato lo scenario 2, il rafforzamento dei posti letto per i malati Covid-19, la Regione ha richiesto la riorganizzazione della rete ospedaliera. I posti letto ordinari passeranno da 1.000 a 1.500 e quelli in terapia intensiva da 150 a 250. Saranno coinvolti gli ospedali Spallanzani, Gemelli, Umberto I, De Lellis di Rieti, Spaziani di Frosinone, Belcolle di Viterbo, Santa Maria Goretti di Latina. L’obiettivo è rendere il sistema pronto a fronteggiare tempestivamente un incremento di pazienti ricoverati.

Boom contagi, torna l’obbligo di mascherina all’aperto ad Aprilia

Ai microfoni di Sanità Informazione, l’assessore alla sanità Alessio D’Amato ha assicurato che al momento non ci sarà nessun cambio di colore, senza dimenticare, però, le criticità della Tuscia e di Aprilia. Nel piccolo comune della provincia di Latina si è tornati all’obbligo di mascherina all’aperto per il vertiginoso aumento dei contagi.

D’Amato: «Non indugiare nella dose di richiamo, farla all’immediata scadenza dei 180 giorni»

«Dobbiamo mantenere alta l’attenzione – ha dichiarato D’Amato a margine di un convegno organizzato dalla Fondazione Italia in Salute – l’invito che facciamo è quello di non indugiare nella dose di richiamo e farla all’immediata scadenza dei 180 giorni dalla seconda somministrazione. Se ci comportiamo in questo modo – ha aggiunto – sicuramente possiamo superare con più fiducia questo momento in cui il virus ha ripreso a circolare con molta forza in Europa e anche in Italia».

Il piano del Lazio: richiamo del vaccino e anticorpi monoclonali. Dose booster disponibile per gli over 40

L’offensiva del Lazio per contrastare l’avanzata del virus si sviluppa su due fronti: «Al momento non possiamo abbassare la guardia – ha precisato l’Assessore -. Dobbiamo correre sulla dose di richiamo e in questa settimana raddoppieremo la somministrazione degli anticorpi monoclonali a chi rientra nei requisiti». È la prima regione italiana ad avere attivato il servizio telefonico 800.1188.800 con cui gli over 65 possono verificare la reclutabilità. In caso positivo, saranno indirizzati presso uno dei centri per la somministrazione o si procederà con quella domiciliare. Ieri, inoltre, sono state aperte le prenotazioni per la dose booster agli over 40.

D’Amato: «Sarà un Natale migliore»

Il brusco aumento dei contagi a livello nazionale fa crescere la preoccupazione in vista del Natale. D’Amato, però, è moderatamente ottimista: «Nel Lazio abbiamo un di tasso di copertura vaccinale tra i più elevati d’Europa. Nonostante la ripresa dell’incidenza, abbiamo sette volte in meno la pressione sulla rete ospedaliera rispetto allo scorso anno. Confido che possa essere sicuramente un Natale migliore».

Terza dose, D’Amato: «Ammonizione per chi supera i 180 giorni dal vaccino»

E sulla riduzione della validità del Green pass e dei tamponi, l’Assessore è perentorio: «Dobbiamo allineare le durate, altrimenti generiamo solo difficoltà negli utenti. Il cittadino che ha un Green pass che dura un anno difficilmente è portato a fare la dose di richiamo perché confonde quella scadenza con la durata degli anticorpi. Per cui, una riduzione è utile. Noi avevamo anche consigliato una sorta di ammonizione, un “pass giallo” a chi ha superato i 180 giorni dalla seconda somministrazione.  Un modo per ricordare la dose di richiamo. Spero che la misura venga introdotta dal Governo e dai suoi uffici tecnici» ha concluso.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Emicrania: trattamento con monoclonali anti-CGRP riduce gli attacchi in oltre il 90% dei pazienti
Un anno di trattamento con anticorpi monoclonali anti-CGRP fa crollare la frequenza degli attacchi di emicrania nella quasi totalità dei soggetti (91,3%). È il dato emerso da uno studio multicentrico cui hanno partecipato ben 16 centri coordinati dall’IRCCS San Raffaele di Roma e appena pubblicato sulla rivista Journal of Neurology
Dagli igienisti della SItI una Guida alle buone pratiche vaccinali
La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) ha presentato il documento "Guida alle buone pratiche vaccinali", con l'obiettivo di promuovere e garantire servizi vaccinali di eccellenza in tutto il territorio nazionale
di V.A.
Natale ha “effetto booster” sul colesterolo, dai cardiologi 5 strategie salva-cuore
Con l’arrivo delle festività natalizie crescono le occasioni di eccedere a tavola con alimenti grassi, notoriamente collegati a un aumento dei livelli di colesterolo “cattivo”. In occasione dell’84° Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC), che si è concluso da poco a Roma, gli specialisti diffondono poche e semplici regole che possono aiutare a evitare eventuali impennate dei livelli di colesterolo
Tumori neuroendocrini, il Lazio al top nelle cure con radioligandi, nuovo farmaco che raddoppia la sopravvivenza
Con 4 centri attivi nell’erogazione della terapia con radioligandi (RLT) su 34 nazionali, il Lazio è tra le regioni con il maggior numero di ospedali in grado di offrire una terapia oncologica innovativa che sta rivoluzionando la cura del cancro a partire da una neoplasia rara, come sono i tumori neuroendocrini
di V.A.
Il Nobel per la Medicina ai «genitori» dei vaccini a mRNA contro il Covid e non solo
Drew Weissman, 64 anni, e Katalin Karikò, 68 anni, sono i due nuovi vincitori del Nobel per la Medicina 2023. I due scienziati hanno sviluppato la tecnologia che ha permesso, nel giro di pochissimi mesi, di sviluppare i vaccini anti-Covid a mRNA, che hanno salvato milioni di vite umane nel mondo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...