Sanità internazionale 7 Settembre 2021 15:17

Israele potrebbe raggiungere l’immunità di gregge entro due mesi

Il combinato disposto di nuovi positivi per la variante Delta e vaccinati con terza dose potrebbe condurre Israele per primo al risultato sperato: con il terzo boost secondo i primi dati la protezione torna al 96%

Israele potrebbe raggiungere l’immunità di gregge entro due mesi

Per Israele potrebbe essere ufficialmente in arrivo l’immunità di gregge. Lo hanno fatto sapere i funzionari del ministero della Salute autoctono, che hanno parlato di un’attesa di due mesi perché accada. Ovviamente, se il ritmo delle vaccinazioni si manterrà alto come è stato finora.

In quel caso, «c’è una buona probabilità che entro il prossimo mese o due raggiungeremo una situazione che è molto simile all’immunità di gregge», hanno dichiarato. Il calcolo si basa sulla consapevolezza che nelle prossime settimane decine di migliaia di israeliani risulteranno positivi al Covid-19 e tanti riceveranno la terza dose di vaccino. Quel che ne verrà fuori si definisce “combinato disposto” e renderà oltre l’80% della popolazione protetta dal virus. Riproponendo lo status raggiunto a giugno, prima dell’arrivo della variante Delta.

La terza dose funziona

La distribuzione della terza dose è iniziata il mese scorso in Israele, indirizzata prima agli over 60 e poi agli over 40. Ora il paese ne sta finalmente verificando i risultati in quanto le ospedalizzazioni di persone in questa fascia di età sono ulteriormente diminuite. Secondo gli ultimi studi la protezione contro Covid, con un terzo richiamo, balzerebbe nuovamente al 96%.

Israele inizia a vedere i primi risultati della terza dose agli over 40. E sono positivi. Da tre giorni la terza dose è aperta agli over 12.

Il mondo intero guarda con interesse a Israele come apripista, mentre gli scienziati del luogo definiscono la terza dose l’arma vera contro le varianti. I primati potrebbero continuare con il raggiungimento dell’immunità di gregge. Intorno però le discussioni continuano: è giusto che Israele prosegua così quando metà del mondo non ha ricevuto neppure la prima dose?

 

Articoli correlati
Israele, casi in aumento: il «bollettino più preoccupante da inizio marzo». Restrizioni allo studio
Secondo i dati del Ministero della Salute, il 42% dei pazienti in condizioni gravi non è vaccinato contro Covid-19
Regione Lombardia: immunità di gregge, mix di vaccini e piano famiglia gli obiettivi di Moratti e Bertolaso
Presentati questa mattina in conferenza stampa i risultati della campagna vaccinale della regione prima in Italia che punta al traguardo di 10 milioni di somministrazioni entro il 10 luglio
di Federica Bosco
Missili, carenza di strutture sanitarie e personale, Covid. Il punto sulla sanità in Palestina
Teresa Leone, Responsabile Progetti Internazionali di Medu: «Stiamo facendo pressioni per poter entrare nel territorio palestinese e portare medici e farmaci». Ma Gaza al momento è blindata
Il vaccino con birra in omaggio. Ecco come nel mondo si convincono i più scettici
Alcolici ma anche ciambelle, buoni sconto, premi. Dopo il boom iniziale che ha portato alcuni Paesi a vaccinare a tappeto si pensano modi alternativi per attirare più persone possibile
Covid, in Israele e Uk sembra tutto finito. Mentre India e America Latina vivono il peggior momento
La situazione mondiale della battaglia contro Covid ha diverse facce: nel Sud del mondo i vaccini non arrivano e si continua a morire, la situazione indiana spaventa anche i paesi limitrofi. Mentre in occidente Israele e Uk guidano la strada verso la normalità
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 28 settembre, sono 232.357.690 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.756.701 i decessi. Ad oggi, oltre 6,12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Formazione

Punteggi anonimi per il test di Medicina 2021, a qualcuno non tornano i conti

Si confrontano i punteggi anonimi del test di Medicina 2021 e si fanno le prime previsioni sulla soglia minima per entrare, che oscilla tra due cifre. Intanto in molti lamentano di non aver ricevuto i...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità, Ferruzzi (Cisl): «Pugno di ferro su adeguamento salariale e revisione classificazione personale»

Tavolo tecnico convocato per il 21 settembre 2021. Dopo due incontri estivi si entra nel vivo della trattativa con le controproposte dei sindacati
di Isabella Faggiano