Sanità internazionale 23 febbraio 2016

International healthcare

Well done on the “White Helmets”. Now it is time for international education

The establishment of teams and international procedures to tackle pandemics is definitely good news. The European Medical Corps, conceived and developed in close collaboration with the World Health Organization (WHO), is the new European tool to respond to emergencies inside and outside the EU through a faster mobilization of teams and equipment. This is because in our very recent past, the Ebola outbreak highlighted a shortage of adequately trained medical staff to be quickly deployed in case of health emergencies. This led Germany and France to propose a “White Helmets” initiative in late 2014, which laid the foundation for the European Medical Corps: emergency medical and public health teams, mobile biosafety laboratories, medical evacuation capacities, medical assessment and coordination experts and logistical support teams. This is the right moment, since the rapid global diffusion of another epidemic is increasing general concern: the Zika virus one. As a matter of fact, the European Medical Corps will also be integral part of the Zika Task Force wanted by the WHO: a team of experts set up by the Global Virus Network made up of the world’s most renown virologists from 35 centers of excellence of 26 countries. Giuseppe Ippolito, Scientific Director of the Institute for Infectious Diseases Lazzaro Spallanzani, already active member of the GVN and frontline man in the fight against Ebola, was called to represent the Italian expertise in the Task Force. Marta Branca, Special Commissioner of Inmi Spallanzani, while wishing the team “Good luck”, commented: “I am proud that our Institute stands as a worldwide resource against infectious diseases once again”. At this moment, to better deal with pandemics, a network of international excellence education should also be established, as repeatedly advocated by the Spallanzani management.

Tags

Articoli correlati
OMS premia ospedale da campo del Piemonte, la ‘cittadella della salute’ pronta ad operare in scenari difficili
Conferimento durante la 68esima sessione del Regional Committee for Europe. Il direttore della Maxiemergenza 118 Mario Raviolo: «Siamo gli unici in Italia ad avere la certificazione di secondo livello, sono nove in tutto il mondo»
Assemblea OMS, Bartolazzi (Sott. Salute): «Ottimizzare risorse per sostenibilità SSN. Intervento su ticket per ridurre spesa out of pocket»
Il Sottosegretario alla Salute ha presieduto la sessione inaugurale dell’evento a cui presenziano 53 ministri da tutta Europa. «Aumento alcol e fumo tra giovani preoccupa»
OMS, al via l’Assemblea Mondiale. L’agenda del Direttore Tedros: più sanità per tre miliardi di persone
Pubblicato il World Health Statistics 2018. Ecco gli obiettivi dei prossimi cinque anni che i delegati dei 194 Paesi membri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità stanno discutendo a Ginevra
Senza nuovi antibiotici la tubercolosi tornerà. L’allarme dell’OMS
Nei prossimi anni la tubercolosi e altre infezioni comuni quali la polmonite o le infezioni del tratto urinario potrebbero tornare ad essere gravi minacce per la nostra vita. Colpa dell’antimicrobico-resistenza e dell’insufficiente sviluppo e produzione di nuovi antibiotici in grado di combattere classi di patogeni sempre più resistenti. «Questa è un’emergenza sanitaria globale che metterà […]
OMS Al G20: «Prossima epidemia sarà doppia: una causata dal virus, l’altra dalla paura»
Per la prima volta un summit importante come il G20 ha affrontato temi legati alla salute. All’incontro di Amburgo dei giorni scorsi era quindi presente anche il nuovo Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom, che, nel suo discorso, ha illustrato ai potenti della terra le priorità da affrontare per evitare l’insorgere di nuove […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...