Salute 8 Ottobre 2021 16:48

Lopalco (Assessore sanità Puglia): «Covid ci mostra che serve più cultura vaccinale»

La lezione della campagna vaccinale anti-Covid ha mostrato quanto sia importante una diffusa cultura della vaccinazione come gesto preventivo, specie nella popolazione più fragile

Una campagna vaccinale travagliata, quella contro Covid-19. La prima a coinvolgere la quasi totalità della popolazione italiana e ad impiegare risorse fuori anche dallo straordinario. Altrettanto la prima ad essere così dibattuta sui media e nelle case degli italiani. Quella resilienza a cui si faceva appello nei primi mesi del lockdown è venuta fuori in un’organizzazione con un unico grande obbiettivo: vaccinare tanti e in fretta.

Covid, criticità e lati positivi della campagna vaccinale

A questo hanno contribuito i responsabili regionali, che hanno gestito le campagne singolarmente attenendosi allo standard richiesto. Come ha fatto l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco. «La campagna di vaccinazione anti-Covid ha fatto abbattere barriere importantissime, nell’anziano abbiamo coperture vaccinali altissime che nei confronti di influenza, pneumococco e Herpes Zoster ci sogniamo. È vero che la vaccinazione per il Covid è stata difficile, abbiamo dovuto mettere su ad altissima velocità tanti centri vaccinali e aprire la vaccinazione anche a categorie professionali che fino a quel momento non se ne erano mai interessate direttamente, farla anche in ospedale». Eppure, spiega ancora, «abbiamo ottenuto risultati altissimi».

Ci sono state anche delle criticità che è stato impossibile non vedere, che hanno sottolineato la necessità di alcune rivoluzioni. «Una fra tutti – prosegue Lopalco – l’ampliamento della cultura vaccinale: tutti gli operatori sanitari devono aumentare la propria cultura nel mondo della vaccinazione in maniera da poter aumentare la fiducia del cittadino nei confronti di questa pratica preventiva. Per poter rispondere in maniera certa e basata sulle evidenze a tutti i dubbi che si possono avere nei confronti della vaccinazione».

La campagna HappyAgeing

In questa direzione sta andando la campagna HappyAgeing, per diffondere una cultura della vaccinazione che vada oltre il Covid e rinforzi quella antinfluenzale, pneumococcica e contro Herpes Zoster. In sette punti regole semplici per portare i numeri italiani nell’adulto e nell’anziano a livelli ancora migliori. «Noi abbiamo coperture per l’influenza medie – specifica – coperture per pneumococco, Zoster e tetano sono ancora troppo basse. Le raccomandazioni HappyAgeing sono condivise anche da parte nostra, degli amministratori della sanità devono essere prese in considerazione subito. Ogni Regione creerà delle linee guida specifiche per la vaccinazione dell’anziano e questa strada la percorreremo insieme».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid e non solo, Pezzullo (SPI CGIL): «Vaccino non è obbligo, è diritto»
Con Antonella Pezzullo, segretario nazionale SPI CGIL, analizziamo cosa possono fare reti e sindacati per portare anziani e fragili verso la vaccinazione preventiva. Non solo quella anti-Covid, ma quella che interessa quei virus come l'influenza che ora tornano a farci paura
HappyAgeing, come gestire l’immunizzazione negli anziani in vista dell’inverno
In occasione della II Assise Nazionale HappyAgeing sull’immunizzazione dell’adulto e dell’anziano, un dialogo tra il presidente del CTS Conversano e tanti professionisti sui risultati da raggiungere per la stagione fredda e sul nuovo approccio per avvicinare la popolazione a vaccini come influenza, pneumococco e Herpes Zoster
HappyAgeing: «Contro i virus non servono antibiotici. Puntare su vaccinazioni contro influenza e pneumococco per over 65»
Michele Conversano, presidente CTS HappyAgeing: «Un uso eccessivo ed errato degli antibiotici aumenta il rischio di sviluppare antibioticoresistenza: è un fenomeno che rende più deboli e porta a lunghi ricoveri, da evitare #Oggipiùchemai»
Vaccinazioni per adulti e anziani ai tempi del Covid-19: le otto richieste di HappyAgeing
«Chiamata attiva di adulti e anziani per tutte le vaccinazioni indicate dal Piano Nazionale» chiede il presidente dell'Alleanza per l'invecchiamento attivo Michele Conversano dal convegno di questa mattina. Presente anche Rezza: «Virus sotto controllo. Sulla carenza del vaccino antinfluenzale c'è stato un allarme eccessivo sulla stampa»
Anziani e vaccini, Conversano (HappyAgeing): «Antinfluenzale fondamentale per diagnosi differenziale di covid-19»
Domani l’”Assise nazionale sull’immunizzazione dell’adulto e dell’anziano” alla presenza di rappresentanti istituzionali regionali e nazionali e sindacati. Nell'occasione verrà presentato il position paper di HappyAgeing con le richieste alle istituzioni in questo delicato momento storico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?