Salute 27 Giugno 2019 12:30

Camera metabolica, Santini (endocrinologo): «Misura la risposta del metabolismo a diete e terapie»

L’esperto: «Lo scambio di gas – ossigeno e anidride carbonica – in entrata e in uscita permetterà di calcolare il numero di calorie bruciate, nell’arco di un’intera giornata, dalla persona che vi soggiorna. Soprattutto sarà possibile verificare se sta bruciando grassi, carboidrati o proteine»

di Isabella Faggiano

Cucire una dieta su misura o valutare l’effetto di terapie farmacologiche e chirurgiche sul metabolismo di un individuo con estrema precisione. Oggi è possibile grazie alla camera metabolica. «Una stanza sigillata – spiega Ferruccio Santini, responsabile del Centro Obesità e Lipodistrofie dell’ U.O. di Endocrinologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa –  in cui si rileva, in maniera molto accurata, lo scambio di gas – ossigeno e  anidride carbonica – in entrata e in uscita. Di conseguenza, saremmo in grado di calcolare il numero di calorie bruciate, nell’arco di un’intera giornata, dalla persona che vi soggiorna. Soprattutto – aggiunge l’esperto – sarà possibile verificare se sta bruciando grassi, carboidrati o proteine».

LEGGI ANCHE: OBESITA’, LENZI (SAPIENZA): «NELLE CITTA’ È EMERGENZA. SITUAZIONE CRITICA SOPRATTUTTO PER I BAMBINI»

E perché queste informazioni sono così importanti? «Sono in grado di rivelarci il metabolismo di un individuo – risponde Santini – . Una misurazione che fino a qualche tempo fa era possibile fare attraverso caschi, boccagli o mascherine che rilevano la respirazione. Ma, ovviamente, questo esame si limitava a svelare il metabolismo della persona solo nel momento in cui si sottoponeva all’accertamento stesso. La vera rivoluzione della camera metabolica, invece, è consentire la misurazione in un’intera giornata, individuandone ogni possibile variabile nelle 24 ore».

Tutte indicazioni fondamentali per cucire una dieta su misura nel caso di pazienti obesi o in sovrappeso: l’eccesso di peso, quando grave, riduce l’aspettativa di vita mediamente di 13 anni. Circa l’11% degli italiani è obeso e oltre il 30% è sovrappeso, oltre 3 bimbi su 10 intorno ai 7 anni ed il 15% degli adolescenti sono in sovrappeso. Grazie alla camera metabolica si potrà intervenire sulle condizioni di questi individui e di molti altri pazienti. «È possibile verificare anche l’efficacia di una terapia, farmacologica o chirurgica, constatandone l’interferenza sul metabolismo e la modificazione dei consumi – dice lo specialista -. Non solo in soggetti obesi, ma anche in presenza delle più svariate patologie».

LEGGI ANCHE: OBESITA’, FOSCHI (SICOB): «È UNA MALATTIA CRONICA, E VA AFFRONTATA COME TALE»

E affinché la misurazione sia efficace, il paziente non deve fare altro che essere se stesso, vivere una giornata come tutte le altre, dedicandosi alle sue consuete attività quotidiane: lavarsi, vestirsi, mangiare, leggere, guardare la televisione, dormire. «Inoltre – sottolinea Santini – dei particolari sensori presenti all’interno della stanza rileveranno il tipo di movimento che l’individuo compie in un determinato momento, così da evidenziare le variabili di consumo a seconda delle attività svolte».

Controindicazioni? Non ce ne sono. «È una camera adatta a tutti, una stanza normale in cui la persona deve essere disponibile a soggiornare per 24 ore consecutive. Ma non sarà un sacrificio – assicura l’esperto -: all’interno troverà tutti i confort necessari ad un piacevole soggiorno».

La camera metabolica, presente in pochissime realtà italiane, è ora disponibile anche in Toscana, costruita in collaborazione con il centro NIH di Phoenix (USA) presso la AOU di Pisa, grazie ad un grant di ricerca del ministero della Salute.

Articoli correlati
Diabete e obesità in aumento, colpa dell’inquinamento e del Covid
Presentato a Milano il programma Cities Changing Diabetes action plan 2022-2025 per invertire la curva di crescita della malattia e porre la salute dei cittadini al centro dello sviluppo urbano
È record di bambini obesi in Italia. Le strategie per vincere i disturbi legati al cibo
Educazione alimentare e mense a km 0 nelle scuole, la proposta di Coldirette piace ai pediatri. Appello di SIMPEF E SIPPS perché genitori e insegnanti siano alleati nella divulgazione dei corretti stili di vita con cibo sano e attività fisica all’aria aperta
Obesità in Europa al 59% negli adulti. Chianelli (AME): «Non è una questione di volontà, è una malattia e va curata»
Secondo l’ultimo Rapporto europeo sull'obesità regionale dell'OMS 2022 l'obesità ha raggiunto "proporzioni epidemiche" in Europa. L'organizzazione mondiale della sanità, dopo la presentazione del suo ultimo report mostra che la malattia sta causando 200.000 casi di cancro e 1,2 milioni di decessi all'anno
di Stefano Piazza
In Italia il 12% obeso e il 20-25% in sovrappeso. Allarme alcol tra i giovani
Numeri in aumento e serie conseguenze per il fegato. Preoccupano in Italia obesità infantile e alcolismo tra anziani. Il fenomeno del "binge drinking" tra i giovanissimi determina un effetto tossico sul fegato, col rischio di coma etilico
Giornata Mondiale Obesità, Grimaldi (AME): «Non dipende dalla scarsa volontà del paziente»
«In realtà, il paziente obeso mangia contro la propria volontà spinto da stimoli ormonali che non può controllare». Così Marco Chianelli, coordinatore della Commissione AME Obesità e Metabolismo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale