Salute 3 Giugno 2019 15:42

Obesità, Lenzi (Sapienza): «Nelle città è emergenza. Situazione critica soprattutto per i bambini»

Fenomeno sempre più in crescita in particolare nelle fasce giovanili. Bambini e adolescenti i soggetti più a rischio di diabete di tipo 2. Necessari interventi sanitari e sociali per contrastarla e arginare l’impatto economico su Ssn. Il tema al centro del Congresso SIE

di Lucia Oggianu
Obesità, Lenzi (Sapienza): «Nelle città è emergenza. Situazione critica soprattutto per i bambini»

L’obesità è stata un tema centrale al Congresso Sie 2019 che si è chiuso lo scorso week end. Un problema sempre più sentito in Italia dato che secondo gli ultimi dati del rapporto Osservasalute un terzo della popolazione maggiorenne (35%) è in sovrappeso mentre l’11% è obesa.

«Di fatto l’obesità presenta almeno due aspetti differenti – ha spiegato il professor Andrea Lenzi past presidente SIE e professore di Endocrinologia dell’Università La Sapienza di Roma ai microfoni di Sanità Informazione – da un lato abbiamo il tessuto adiposo, che è di fatto una ghiandola endocrina, forse la ghiandola endocrina più grande di tutto l’organismo perché diffusa dappertutto, e dall’altra parte gli ormoni che contribuiscono al mantenimento di una corretta quantità di rapporto massa magra-massa grassa quindi muscoli rispetto al tessuto adiposo che, ricordiamo, è essenziale per la vita umana dunque deve esserci. Per spiegare in maniera semplice, dico sempre che gli ormoni sono delle parole chimiche che vengono sussurrate all’orecchio delle cellule e ai loro recettori. Oggi però si ha a che fare con numeri spaventosi che richiedono assolutamente attenzione».

LEGGI ANCHE: 40° CONGRESSO SIE. IL PRESIDENTE VITTI: «NUOVI FARMACI PER IL TRATTAMENTO DI DIABETE, OBESITA’, DISTURBI DELLA MENOPAUSA E MALATTIE TIROIDEE MIGLIORANO LA VITA DEI PAZIENTI»

Ampio spazio ai giovani professionisti ed all’aggiornamento clinico, il presidente Sie: «Simposi di formazione per interagire con i maggiori specialisti del settore e sessioni dedicate alla presentazione delle migliori ricerche in endocrinologia»

Negli anni, la Società Italiana di Endocrinologia ha dedicato ampia attenzione a questo enorme problema sanitario e adesso più che mai. Attualmente la dimensione del problema rappresenta una vera e propria emergenza sia a livello sanitario, per le conseguenze dirette sulla salute dell’organismo, sia a livello sociale, a causa degli elevati costi che in Italia costituiscono circa il 7% della spesa totale sanitaria.

«L’obesità ha raggiunto elevate dimensioni soprattutto nelle città, che una volta rappresentavano una sorgente di miglioramento della qualità di vita e che oggi invece sono patogene a causa degli stili di vita che impongono – ha aggiunto il professor Lenzi – per combattere questo fenomeno stiamo lavorando con un gruppo di lavoro, composta da esperti che non sono solo medici, che si dedica alla salute nelle città nella struttura Health City Institute al fine di contrastare le dirette conseguenze di questa malattia».

Articoli correlati
Diabete e obesità in aumento, colpa dell’inquinamento e del Covid
Presentato a Milano il programma Cities Changing Diabetes action plan 2022-2025 per invertire la curva di crescita della malattia e porre la salute dei cittadini al centro dello sviluppo urbano
È record di bambini obesi in Italia. Le strategie per vincere i disturbi legati al cibo
Educazione alimentare e mense a km 0 nelle scuole, la proposta di Coldirette piace ai pediatri. Appello di SIMPEF E SIPPS perché genitori e insegnanti siano alleati nella divulgazione dei corretti stili di vita con cibo sano e attività fisica all’aria aperta
Obesità in Europa al 59% negli adulti. Chianelli (AME): «Non è una questione di volontà, è una malattia e va curata»
Secondo l’ultimo Rapporto europeo sull'obesità regionale dell'OMS 2022 l'obesità ha raggiunto "proporzioni epidemiche" in Europa. L'organizzazione mondiale della sanità, dopo la presentazione del suo ultimo report mostra che la malattia sta causando 200.000 casi di cancro e 1,2 milioni di decessi all'anno
di Stefano Piazza
In Italia il 12% obeso e il 20-25% in sovrappeso. Allarme alcol tra i giovani
Numeri in aumento e serie conseguenze per il fegato. Preoccupano in Italia obesità infantile e alcolismo tra anziani. Il fenomeno del "binge drinking" tra i giovanissimi determina un effetto tossico sul fegato, col rischio di coma etilico
Giornata Mondiale Obesità, Grimaldi (AME): «Non dipende dalla scarsa volontà del paziente»
«In realtà, il paziente obeso mangia contro la propria volontà spinto da stimoli ormonali che non può controllare». Così Marco Chianelli, coordinatore della Commissione AME Obesità e Metabolismo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...