Politica 4 Giugno 2021 17:41

G7 salute, accordo tra i leader: «Lavoreremo per un pass vaccinale con valore internazionale»

Il ministro Speranza: «Siamo pronti a fare ogni sforzo per sostenere i Paesi più fragili. Nessuno può pensare di salvarsi da solo. Dalla crisi si esce solo insieme»

G7 salute, accordo tra i leader: «Lavoreremo per un pass vaccinale con valore internazionale»

«La pandemia ha dimostrato come le politiche per la salute siano sempre più una grande questione internazionale. La campagna di vaccinazione è la sfida più importante di questi mesi. I Paesi del G7 sono impegnati a fare ogni sforzo per sostenere i Paesi più fragili. Nessuno può pensare di salvarsi da solo. Dalla crisi si esce solo insieme». Il ministro della Salute, Roberto Speranza, parla dal Regno Unito dove si trova per partecipare al G7 dei ministri della Salute. A Oxford per la precisione, dove è stato sviluppato il vaccino AstraZeneca.

Il messaggio del vertice è stato unanime: non ci sarà sicurezza finché tutti i Paesi non saranno fuori dall’emergenza Covid. A questa certezza è seguita la richiesta di concentrarsi sul programma Covax, per condividere con i Paesi più poveri dosi di vaccino: se oltre il 40% delle popolazioni occidentali è ormai stato vaccinato, i paesi in via di sviluppo sono fermi al 10%.

G7, tra le possibilità quella di riconoscere i pass in tutto il mondo

Speranza ha auspicato inoltre un’accelerazione della diffusione del Green pass europeo, che partirà il 1 luglio, e la possibilità di estendere il certificato anche oltre l’Europa. Un passaporto globale per i vaccinati da tutti gli stati, un’idea condivisa da tutti i leader. Alla conclusione della duegiorni si è deciso di lavorare insieme per sviluppare standard internazionali e pratiche raccomandate «per la creazione, l’uso e il riconoscimento reciproco di test e certificati di vaccinazione in tutti i Paesi che si affidano a vaccini sicuri, efficaci e rigorosamente rivisti».

Accordo per standard minimi condivisi

I ministri della salute di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti hanno anche concordato un nuovo accordo che si spera porterà a test e dati standardizzati da studi internazionali, nel tentativo di accelerare l’accesso ai trattamenti approvati e ai vaccini, nonché standard minimi concordati di dati sanitari che possono essere condivisi a livello internazionale.

«Gli accordi storici che abbiamo raggiunto a Oxford mostrano il nostro impegno, non solo per superare la crisi di Covid-19, ma anche per assicurarci di essere preparati meglio per affrontare le minacce future», ha concluso Hancock.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Green pass e badanti, le FAQ del Governo. Cosa c’è da sapere
Come comportarsi con badanti conviventi senza Green pass o positive al Covid-19? Le risposte di Palazzo Chigi
Covid-19, Lorenzin: «Mio obbligo vaccinale e Green pass molto simili»
L'ex ministra della Salute ha partecipato all'ultimo congresso Sumai: «Medici fondamentali per convincere quella nicchia di pazienti che non si vuole vaccinare»
Green Pass sul lavoro, CIDEC: «Laboratori di analisi risorsa irrinunciabile per far fronte all’aumento della domanda di tamponi»
«La diagnostica di laboratorio è al fianco di lavoratori e imprese per gestire al meglio l’afflusso di richieste per l’effettuazione di tamponi rapidi ed evitare ripercussioni sul regolare svolgimento delle attività di aziende private e pubbliche amministrazioni». Lo dichiara Elisa Interlandi, Presidente Cidec Federazione Sanità, sigla sindacale che riunisce strutture di laboratorio accreditate in tutta Italia, a seguito dell’entrata […]
Green pass, operatori sanitari si preparano per 1 milione di tamponi al giorno con corso FAD e podcast di Consulcesi
Tortorella (Consulcesi): «Nell'ultima settimana abbiamo registrato un vero e proprio boom di iscrizioni al corso ECM "Un test per tutti. Test di screening diagnostici e il loro funzionamento”: influisce l’attualità ma anche la voglia di non farsi trovare impreparati alla scadenza della proroga»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 ottobre, sono 243.662.107 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.948.516 i decessi. Ad oggi, oltre 6,8 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?