Sanità internazionale 1 Giugno 2021 13:59

Ecco come funzionerà il Green pass europeo, disponibile dal primo luglio

Via libera al Gateway, la piattaforma informatica che riconoscerà i certificati tra gli Stati membri. Chi potrà richiedere il Green Pass europeo? Con quali requisiti?

Ecco come funzionerà il Green pass europeo, disponibile dal primo luglio

Grazie al Green Pass, o certificato Covid Ue digitale, ai viaggiatori all’interno dell’Ue, con determinati requisiti, non saranno richiesti né test né quarantene.

Green pass o certificato Covid europeo in vigore dal 1 luglio

Il Gateway, la piattaforma informatica europea che rende possibile il Pass, è operativo da oggi. Dieci Paesi sono già collegati e sette di questi (Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Grecia, Croazia e Polonia) hanno iniziato ad emettere i primi Green Pass europei. L’Italia non inizierà subito a rilasciare i certificati digitali; ottenere il Pass è un diritto ma le competenze sono nazionali e il suo utilizzo cambia da Stato a Stato. Il Regolamento che lo istituisce entrerà in vigore dal primo luglio: il Green Pass avrà valore per chi è stato vaccinato, per chi è guarito dal Covid-19 e per chi si sottopone a un test e risulta negativo.

I vaccinati

Il documento sarà valido al quattordicesimo giorno dalla seconda dose di vaccino anti-Covid. A partire da quella data, i cittadini vaccinati con due dosi per AstraZeneca, Pfizer/BioNTech e Moderna e con una dose per Janssen (J&J), che detengono il certificato, dovrebbero essere esentati, in viaggio, da test e quarantene. Il discorso cambia per chi ha ricevuto solo la prima dose di vaccino. In questo caso, ogni Paese deciderà se riconoscere o meno il Pass.

I guariti

Le persone guarite dal Covid-19 dovrebbero essere esonerate da test e/o quarantene nei 180 giorni successivi al test Pcr positivo dall’infezione. La validità è a partire dall’undicesimo giorno dopo il test, una volta terminato il periodo di contagiosità.

I tamponi

Chi non è vaccinato né guarito deve effettuare un tampone. Il risultato viene riconosciuto anche all’estero. Per i tamponi Pcr o molecolari la validità è di 72 ore; i test rapidi antigenici hanno una durata di 48 ore.

Bambini e famiglie con minori

I minorenni che viaggiano con genitori esentati dall’obbligo di quarantena – ad es. vaccinati – hanno gli stessi diritti. I bambini con meno di sei anni di età dovrebbero essere esentati anche dai test.

La Commissione europea ha previsto cambiamenti in corsa e frenate d’emergenza: se la situazione epidemiologica di un Paese peggiora o si diffondono varianti preoccupanti, gli Stati sono liberi di introdurre restrizioni anche per le persone vaccinate e guarite.

Semplificati i requisiti per viaggiare

Non dovrebbero esserci restrizioni per chi si sposta dalle aree verdi, secondo la mappa aggiornata dell’Ecdc. Si può chiedere un test (rapido o Pcr) prima della partenza a chi giunge dalle zone arancioni, e imporre la quarantena ai viaggiatori provenienti da una zona rossa, in assenza di un test Pcr o rapido negativo. L’invito a non spostarsi riguarda i viaggiatori delle aree rosso scuro.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Enpam, previste 300 borse di studio per i figli dei liberi professionisti
Il bando Enpam si rivolge agli iscritti all’anno accademico 2020/2021 e prevede un assegno di 3.100 euro. Per chi si laurea con 110 e lode entro l’anno, l’importo viene maggiorato del 50%. C’è tempo fino al 20 dicembre per la domanda
Green pass e badanti, le FAQ del Governo. Cosa c’è da sapere
Come comportarsi con badanti conviventi senza Green pass o positive al Covid-19? Le risposte di Palazzo Chigi
Covid-19, Lorenzin: «Mio obbligo vaccinale e Green pass molto simili»
L'ex ministra della Salute ha partecipato all'ultimo congresso Sumai: «Medici fondamentali per convincere quella nicchia di pazienti che non si vuole vaccinare»
Green Pass sul lavoro, CIDEC: «Laboratori di analisi risorsa irrinunciabile per far fronte all’aumento della domanda di tamponi»
«La diagnostica di laboratorio è al fianco di lavoratori e imprese per gestire al meglio l’afflusso di richieste per l’effettuazione di tamponi rapidi ed evitare ripercussioni sul regolare svolgimento delle attività di aziende private e pubbliche amministrazioni». Lo dichiara Elisa Interlandi, Presidente Cidec Federazione Sanità, sigla sindacale che riunisce strutture di laboratorio accreditate in tutta Italia, a seguito dell’entrata […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 28 ottobre, sono 245.021.851 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.972.731 i decessi. Ad oggi, oltre 6,88 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Assicurativo

Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?

Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in qu...