Mondo 20 Giugno 2017 10:18

I primi 10 anni di Emergenza Sorrisi: cooperazione tra onlus, imprese e altre realtà la chiave per le nuove sfide

Takeda, realtà leader nella farmaceutica, pronta a proseguire il suo impegno al fianco del professor Abenavoli. Il Direttore Lombardi: «Cure per noi scontate, in alcuni luoghi sono una fortuna: doveroso aiutare questi popoli»

L’appello alla cooperazione lanciato da Emergenza Sorrisi non cade nel vuoto. Tra i primi a raccoglierlo Takeda, realtà leader nel settore della farmaceutica, che da anni sostiene le missioni in Africa del professor Fabio Massimo Abenavoli e della sua equipe di volontari. Presente alla Camera dei Deputati, in occasione dei 10 anni di Emergenza Sorrisi, il gruppo Takeda ha infatti confermato la volontà di proseguire nel sostegno delle attività benefiche con un impegno sempre maggiore e vedendo di buon grado le numerose sinergie sviluppatesi in questi anni che saranno determinanti per dare sempre più slancio e incisività ai progetti dell’Ong. Questo è stato confermato anche da Alfredo Lombardi, direttore delle risorse umane, chiamato a rappresentare Takeda nell’appuntamento a Montecitorio.

Direttore, il decennale di Emergenza Sorrisi rappresenta un momento per fare il punto su quanto è stato fatto ma soprattutto su come portare avanti nuovi e vecchi progetti. In tal senso è stata sottolineata l’importanza delle sinergie.  

«Ne siamo assolutamente convinti. Come azienda farmaceutica che ha il paziente al centro dei nostri pensieri non possiamo che essere vicini a un’organizzazione o a una persona come il Professor Abenavoli che dedica gran parte della propria attività, della propria passione, ad aiutare pazienti che non avrebbero la possibilità di accedere a determinate cure, a determinati trattamenti e che quindi riteniamo nostro dovere aiutare, proprio per consentire a queste persone di accedere a cose che spesso rischiamo di dare per scontate ma che per tanti sono una fortuna immensa».

 Nel concreto Takeda in che modo partecipa alle iniziative di Emergenza Sorrisi?

«Io penso che sia molto importante fare cose senza vantarsene, quindi farle nel silenzio della propria attività secondaria. Ma nello stesso tempo bisogna devolvere una parte del valore che la nostra azienda produce a queste iniziative che meritano tutto il nostro sostegno».

Articoli correlati
De Lillo (Omceo Roma): «Formazione a distanza porta nostra conoscenza in aree più disagiate del mondo»
«Tra i compiti principali dell’Ordine dei medici di Roma c’è quello della formazione dei suoi iscritti ma anche di quelli che non hanno sede nella Capitale, di altre città o di Nazioni più disagiate, soprattutto se spinti da spirito di solidarietà. Quindi l’Ordine plaude a questa iniziativa». Così Stefano De Lillo, vicepresidente dell’Omceo Roma, in […]
Da Nassirya a Roma in tempo reale: con la video chirurgia a distanza è possibile entrare nelle sale operatorie di tutto il mondo
Durante il webinar di Emergenza Sorrisi, organizzato dal provider ECM Sanità In-Formazione spa, è stato trasmesso in diretta web dall’Iraq, attraverso un caschetto dotato di videocamera ad altissima risoluzione, un intervento di labioschisi ad un bimbo di 2 anni
di Isabella Faggiano
Video Chirurgia a distanza al centro del webinar di Emergenza Sorrisi
Giovedì 15 aprile al Policlinico Gemelli il webinar online di Emergenza Sorrisi dedicato a medici chirurghi in tutte le discipline e anestesisti
“Emergenza Sorrisi” in Senegal, Zucchiatti (Sanità in-Formazione): «Aggiornamento professionale medico necessario per sviluppare soft skill»
L’Amministratore del provider che ha contribuito alla realizzazione del docu-film "Sulla strada giusta", diretto da Augusto Natale, spiega ai nostri microfoni le finalità del progetto formativo: «Per ogni corso concluso doneremo 3 euro per finanziare missioni umanitarie»
«Rinascere medico in Senegal», docufilm e corso ECM sulla missione di Emergenza Sorrisi e Consulcesi Onlus
Il documentario "Sulla strada giusta" è dedicato alla missione chirurgica di Emergenza Sorrisi, la Onlus che aiuta i bambini affetti da gravi malformazioni del volto. Il provider Sanità In-Formazione, che ha contribuito alla realizzazione, trarrà da questa missione un corso di formazione affinché anche altri medici possano sia imparare da questa esperienza che essere incentivati a fare anche loro questo tipo di esperienza. Al via la campagna social #sullastradagiusta con le testimonianze dei medici volontari
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...