Formazione 9 Giugno 2017

Emergenza Sorrisi, il decennale dell’organizzazione. Abenavoli: «Ci auguriamo altri dieci anni di sorrisi»

Ripercorrere le tappe di Emergenza Sorrisi dalla sua fondazione nel 2007 fino ad oggi, questo lo scopo del Convegno dal titolo “10 anni di cooperazione con Emergenza Sorrisi”, che si è svolto alla Camera dei Deputati

Ripercorrere le tappe di Emergenza Sorrisi dalla sua fondazione nel 2007 fino ad oggi, questo lo scopo del Convegno dal titolo “10 anni di cooperazione con Emergenza Sorrisi”, che si è svolto alla Camera dei Deputati, organizzato da Emergenza Sorrisi – Doctors for Smiling Children con il supporto dell’On. Ileana Argentin – Membro della Commissione Affari sociali alla Camera e con il Patrocinio della Camera dei Deputati, del Ministero Degli Esteri, del Ministero Della Salute e dell’Istituto Italiano della Donazione.

«Abbiamo voluto condividere con i nostri amici e sostenitori quello che abbiamo fatto in questi dieci anni e quello che in questi prossimi dieci anni speriamo di ottenere» dichiara il Presidente di Emergenza Sorrisi, chirurgo plastico, Dottor Fabio Massimo Abenavoli, che ha raccontato anche la storia dell’organizzazione, fondata con l’obiettivo di ridare il sorriso e la dignità ai bambini e ai pazienti nel mondo che non hanno accesso alle cure mediche specialistiche.

Si è parlato non solo di amore come motore delle azioni dei volontari, ma anche di tutti coloro che sono vicini all’Associazione e che in questi 10 anni l’hanno sostenuta in modi diversi, come le numerose aziende e partner istituzionali da sempre al fianco dei progetti di Emergenza Sorrisi. Tra queste Consulcesi Onlus, che per voce del Responsabile delle Relazioni Istituzionali Marco Blefari, ha dichiarato: «Consulcesi si occupa di informazione scientifica, formazione medica e da alcuni anni è al fianco di Emergenza Sorrisi con un progetto importante di comunicazione che si concretizzerà nella prossima missione in Senegal in autunno con la realizzazione di un docu-film di cui è stata proiettata un’anteprima».

Ad intervenire anche l’Onorevole Ileana Argentin, membro affari sociali alla Camera: «Non guardate chi sta male con tenerezza, la nostra vita è bellissima. Sono vicina a Emergenza Sorrisi da sempre e continuerò a farlo perché ho visto il bene di cui sono capaci». «Apprezzo l’impegno di Emergenza Sorrisi e la esorto ad ampliare il proprio lavoro in altri paesi, perché i bambini sono i soggetti più vulnerabili e hanno bisogno del nostro aiuto» ha spiegato  S.E. Mohamed Chérif Diallo, Ambasciatore della Repubblica di Guinea in Italia S.E.

Presente anche Waheed Omer, Ambasciatore della Repubblica dell’ Afghanistan: «Nessun bambino può sorridere alla vita e ammirarsi felice allo specchio se affetto da una grave malformazione. Per questo ringraziamo Emergenza Sorrisi per il lavoro che svolge in Afghanistan a beneficio dei nostri bambini e soprattutto della formazione dei nostri medici. Sono degli eroi».

Il Professor Foad Aodi fondatore dell’Amsi (Associazione medici di origine straniera in Italia dell’UMEM (Unione Medica Euro Mediterranea) e del Movimento UNITI PER UNIRE nella chiusura del Convegno ha ribadito l’importanza del lavoro di Emergenza Sorrisi che è il braccio operativo e delegato dei movimenti nella cooperazione internazionale. «Noi professionisti della sanità – ha dichiarato – tutti insieme possiamo dare la cura migliore ed il farmaco più efficace contro il terrorismo e la radicalizzazione, curando chi è in difficoltà e salvare in tempo chi si avvicina alla zona grigia per problemi psicologici. Ormai nel mondo ci sono due partiti: da una parte il populismo ed i costruttori di muri e dall’altra parte chi crede nel dialogo e la solidarietà ed i costruttori di ponti».

Infine Francesco Pezzulli, attore e doppiatore, testimonial e voce di Emergenza Sorrisi, ha narrato la storia di un bambino nato con labio – palatoschisi, suscitando nei presenti emozioni e sentimenti che si sono legati alle migliaia di storie vissute dai bambini e dai medici in questi anni, cogliendo appieno il senso di amore, solidarietà e gratitudine che si prova nel donare un sorriso ma anche nel riceverlo.

Articoli correlati
Covid-19, arriva docufilm e libro: il titolo lo decideranno medici e operatori sanitari
Consulcesi lancia un sondaggio su 300 mila operatori sanitari. Le proposte sono quattro: “Psicovid-19”; “Covid-19 - Psicosi virale”; “Covid-19 - Il virus della paura” e infine “Infodemia la paura del contagio”
Coronavirus, Tecnologia e Formazione a Distanza per superare l’immobilismo da psicosi
Il presidente di Consulcesi Massimo Tortorella: L’importanza strategica della formazione a distanza e dell’utilizzo delle tecnologie più avanzate si conferma valore aggiunto in campo sanitario. Il nostro docufilm ECM formerà operatori sanitari a gestire il nuovo virus ed a contrastare psicosi e fake news»
Fine vita, Gaudio (Sapienza): «Serve formazione adeguata, tema non può essere lasciato ai mass media»
Il Rettore del primo ateneo romano si mostra cauto sulla possibilità di un intervento normativo: «Le norme da un lato possono dare maggiori certezze, dall’altro rischiano di irrigidire dei processi che non sono mai uguali l’uno con l’altro»
Fine vita, docenti concordi: «Serve formazione ad hoc o medici resteranno indietro»
Per Macrì (Consulta deontologia FNOMCeO) il medico «deve essere aperto a recepire istanze di tutela della dignità, di riservatezza e soprattutto della libertà di autodeterminazione dei trattamenti sanitari». Familiari (Sant’Andrea): «Profilo formativo biomedico-psicosociale fondamentale. Nel Codice deontologico c’è tutto»
Gestione rischio sanitario, Sham partner di Uni Torino per insegnare la sicurezza delle cure
Per la prima volta, la gestione del rischio sanitario diventa materia di insegnamento magistrale all’Università di Torino grazie alla partnership con Sham, società del gruppo europeo Relyens, da oltre 90 anni specializzata nella gestione della RC Sanitaria e nel risk management. Partiranno infatti il 19 febbraio le lezioni di “Governance e gestione del rischio clinico […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 marzo, sono 622.450 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 28.794 i decessi e 135.779 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

«Scovare i positivi casa per casa: così abbiamo sconfitto il virus a Vo’». Il virologo Crisanti racconta il modello veneto

Il professore di Microbiologia e virologia Andrea Crisanti ha coordinato lo studio sugli abitanti di Vo’ Euganeo: «Con il tampone abbiamo identificato fin dall’inizio sia le persone asintomatiche...