Salute 18 Dicembre 2019

«Dal Codice Rosa alle cure di genere, così siamo al fianco delle donne». Policlinico e S. Marco di Catania premiati dalla Fondazione Onda

«Ci hanno permesso di riprogettare dall’inizio tutti i percorsi, dalle fragilità alle donne vittime di violenza e maltrattamenti». Così il direttore dell’azienda ospedaliera Antonio Lazzara

Anche quest’anno Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, ha attribuito i Bollini Rosa 2020-2021 agli ospedali italiani “vicini alle donne” e che si sono distinti con servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie che le riguardano.

Alla 9a edizione dei Bollini Rosa hanno partecipato 344 ospedali italiani e numerose società scientifiche. I 335 ospedali premiati costituiscono una rete di scambio di esperienze e di prassi virtuose per promuovere laggiornamento dei medici e degli operatori sanitari e l’opportunità, per la popolazione, di poter scegliere il luogo di cura più idoneo alle esigenze delle donne.

Tra gli ospedali virtuosi che sono stati premiati, tre sono ubicati nel Sud Italia (il C.R.O.B. di Rionero in Vulture, il Neuromed di Pozzilli e il Rodolico di Catania) e hanno ottenuto il massimo riconoscimento nella candidatura perché esempi di buone pratiche clinico-assistenziali e importanti punti di riferimento sul territorio regionale.

E c’è addirittura chi ha portato a casa un “doppio bottino”. È il caso dell’Azienda Ospedaliero Universitaria catanese che, nella cerimonia di premiazione che si è svolta al Ministero della Salute, ha ricevuto il massimo punteggio per i suoi due ospedali: tre bollini per il San Marco e tre bollini per il Policlinico. A ritirare le targhe sono stati il direttore sanitario aziendale dottor Antonio Lazzara e la referente aziendale del progetto dottoressa Gaetana Reitano. «Siamo stati premiati per l’Attivazione del Codice Rosa al Policlinico, un modello ben preciso di gestione della donna che ha subìto maltrattamenti o violenza, anche sessuale – ha spiegato il dottor Lazzara a Sanità Informazione -. L’azienda ha stretto rapporti con la Procura, la polizia postale e le associazioni di volontariato, coinvolgendo tutte le aziende del territorio e ha stabilito un’organizzazione interna a tutela della donna caratterizzata da percorsi separati, stanze separate, possibilità di ricovero e approccio multidisciplinare con consulenti, assistenti sociali, psicologi e ginecologi».

All’Azienda Ospedaliero Universitaria catanese è stata riconosciuta un’esperienza di miglioramento nei percorsi che riguardano le cure di genere: «Tante sono state le modifiche strutturali intervenute nell’ultimo periodo – ha precisato Lazzara a Sanità Informazione – abbiamo due terapie intensive neonatali e siamo sede per la Sicilia orientale del trasporto neonatale in urgenza, ossia ci occupiamo della gestione, del trattamento e del trasporto di tutti i neonati che necessitano di particolari cure».

Il percorso si completa al San Marco con un grande polo materno-infantile per l’emergenza della donna e del bambino: «Abbiamo attivato anche un pronto soccorso ginecologico e pediatrico e un sistema di emergenza urgenza per la gestione del neonato» ha evidenziato il direttore sanitario Lazzara.

La valutazione delle strutture ospedaliere e l’assegnazione dei Bollini Rosa è avvenuta attraverso un questionario di candidatura composto da quasi 500 domande suddivise in 18 aree specialistiche. I bollini conseguiti sono stati validati da una commissione multidisciplinare, diretta da Walter Ricciardi – Direttore del Dipartimento di Scienze della Salute della Donna, del Bambino e di Sanità Pubblica del Policlinico Gemelli di Roma – considerando gli elementi qualitativi di particolare rilevanza e i risultati ottenuti nelle diverse aree specialistiche.

Articoli correlati
Aggredito anestetista al Veneziale di Isernia: «Dopo il pugno ho ugualmente prestato assistenza e solo dopo sono andato in PS»
Per David Di Lello, medico anestesista dell’ospedale Veneziale di Isernia arriva la solidarietà della FNOMCEO. «Chiedo non solo di riattivare il posto di polizia dell’ospedale, ma anche di proteggere le guardie mediche, almeno con un sistema di videosorveglianza - afferma il presidente dell’Ordine dei medici di Isernia - neanche la pandemia ha posto un argine alle violenze subite dal personale sanitario»
Da 500 a 5 mila euro di multa per chi offende o molesta il personale sanitario: la Camera approva
Avanzata in Commissione Affari Sociali da un deputato di Forza Italia, in Aula non è stata però sostenuta dal centrodestra
“Donne e Covid-19”: Onda premia le professioniste impegnate in prima linea nell’emergenza
Il riconoscimento speciale è per le donne che si sono particolarmente distinte nello svolgimento del loro prezioso lavoro durante l’emergenza sanitaria. Gli ospedali, con i Bollini Rosa e non, potranno proporre la candidatura delle figure sanitarie prescelte entro il 31 luglio 2020 tramite il sito www.bollinirosa.it.
Tecnologia in medicina: l’American Society for Gastrointestinal Endoscopy premia Giovanni Di Napoli
Giovanni Di Napoli, vicepresidente e General Manager di Medtronic – multinazionale che opera nel settore della tecnologia medica con 360 sedi in 160 paesi – ha ricevuto dall’American Society for Gastrointestinal Endoscopy (ASGE) il prestigioso Crystal Awards Honoree nella categoria dei servizi industrali. A questo proposito, Di Napoli ha dichiarato che per lui lo spirito […]
Salute nelle città, Andrea Lenzi: «Dopo l’emergenza servirà un health city manager»
Andrea Lenzi, direttore del dipartimento di Medicina Sperimentale della Sapienza e presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita della Presidenza del Consiglio: «Abbiamo dimenticato il legame fra medicina e territorio»
di Tommaso Caldarelli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 maggio, sono 5.814.885 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 360.412 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 29 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco