Salute 17 Febbraio 2017 17:13

Asperger, ne soffrono 25 su 10mila. Come riconoscere la malattia della solitudine?

Il disturbo persuasivo dello sviluppo è imparentato con l’autismo ma si differenzia per alcune manifestazioni. La difficoltà ad interagire con gli altri è l’aspetto più evidente e porta il soggetto che ne è affetto, a isolarsi e vivere ai margini della società

Il 18 febbraio si celebra la Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger. La sindrome rientra nelle classificazioni relative al disturbo autistico e si caratterizza per una serie di manifestazioni comportamentali anomale. Tra i sintomi più evidenti di Asperger, la difficoltà da parte dell’individuo che ne soffre, di interagire con gli altri, la presenza di comportamenti ossessivo-compulsivi, espressioni verbali atipiche accompagnate spesso da anomalie nel tono e nel volume della voce.

La malattia venne portata alla luce da un pediatra austriaco, Hans Asperger, specializzato in Pedagogia Curativa, negli anni ’40 del XIX secolo. Il medico che aveva in cura bambini affetti da problematiche psicologiche, riconobbe nei suoi piccoli pazienti delle manifestazioni comportamentali che differivano dai consueti atteggiamenti attribuibili all’autismo. Infatti la sindrome di Asperger, a differenza dell’autismo, non si rivela attraverso palesi ritardi cognitivi o del linguaggio, è dunque più insidiosa da diagnosticare.

Il paziente, affetto da Asperger, incentra il dialogo su se stesso, è in genere intelligente sopra la media e inoltre si focalizza su una argomento in particolare di cui diventa un profondo conoscitore. La ricerca della solitudine e il tentativo di sfuggire a qualsiasi interazione sociale, è l’istinto naturale del paziente che si ritrova ad essere, per ovvi motivi, emarginato dal contesto sociale senza capirne il motivo.

Tuttavia la sindrome si manifesta sotto differenti forme e proprio per questo, il più delle volte, è difficile da individuare e più della metà dei pazienti che ne soffre, rimane nell’ombra. Questa condizione non ha origine psicologica, ma è provocata da un’alterazione di alcune strutture del cervello, le cui cause dipendano da fattori genetici e ambientali. La Sindrome di Asperger è cronica, con opportune cure possono migliorare alcune capacità d’interazione sociale da parte del paziente, ma in genere la sindrome perdura tutta la vita.

 

Articoli correlati
Una TAC “in fondo al mare” per rasserenare i piccoli pazienti del Policlinico di Milano
Dono della Fondazione De Marchi, l’apparecchio di ultima generazione permette di eseguire esami di routine e biopsie guidate in un ambiente che riproduce i fondali marini con musiche rilassanti e l’ausilio di visori 3D
di Federica Bosco
Italy at INSAR, il gotha della ricerca italiana sull’autismo si riunisce a Como
Il 12 e 13 novembre decine di ricercatori e specialisti si ritroveranno in città per il Workshop organizzato dalla Fondazione VSM
Encefalopatie epilettiche, le sindromi rare dell’infanzia su cui c’è più bisogno di fare rete
La community “Bussola delle stelle” aiuta le famiglie a orientarsi nel difficile iter diagnostico e terapeutico
AAA cercansi pediatri a Milano: «20 mila bambini rischiano di restare scoperti»
L'appello di un pediatra di Gratosoglio ad ATS e Regione Lombardia: «Per coprire le zone più carenti necessari bandi straordinari»
di Federica Bosco
Una scuola per il futuro dei ragazzi Asperger
Unico istituto in Europa, la Scuola Futuro Lavoro di Milano gestita dalla Fondazione “Un futuro per l’Asperger” ospita 59 studenti con una forma di autismo lieve. Quattro i corsi: Test specialist, archivista editoriale, filmmaking e Virtual Reality per trasformare gli interessi in punti di forza e compensare la debolezza comunicativa.
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 novembre, sono 262.221.568 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.208.466 i decessi. Ad oggi, oltre 7,95 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano