Politica 4 Marzo 2019 13:24

Partito Democratico, Nicola Zingaretti è il nuovo Segretario. Le priorità: «Nuovo patto per la salute e rilancio del welfare»

VIDEO INTERVISTA | Il Governatore della Regione Lazio spiega ai nostri microfoni come utilizzare la rete capillare delle farmacie su tutto il territorio nazionale in sinergia con il Ssn, in modo da riavvicinare lo Stato alle esigenze dei cittadini

Partito Democratico, Nicola Zingaretti è il nuovo Segretario. Le priorità: «Nuovo patto per la salute e rilancio del welfare»

Nuovo patto per la salute, rilancio del welfare e Lea applicati omogeneamente su tutto il territorio nazionale. Sono questi i principali punti dell’agenda sanitaria del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, appena eletto Segretario del Partito Democratico. Il Governatore ha ottenuto circa il 70% dei voti, ovvero oltre un milione di preferenze su 1,7 milioni di persone che hanno partecipato al voto. Sanità Informazione lo ha intervistato nel corso dei recenti Stati Generali della Farmacia.

Presidente Zingaretti, nel suo intervento ha parlato di come la farmacia può cambiare il sistema sanitario nazionale. Ci può spiegare come?

«Una cosa insopportabile che è accaduta in questi anni sono stati i passi indietro fatti dallo Stato in termini di vicinanza alle persone, vuoi per motivi economici o per motivi di bilancio. Le farmacie rappresentano invece una grande rete di presenza e vicinanza alle persone. Ecco, io credo che dobbiamo far incontrare questa rete con i bisogni del sistema sanitario nazionale, in modo da riuscire a garantire veramente i diritti costituzionali».

E per quanto riguarda invece le farmacie rurali, che sono quelle più in difficoltà, cosa si può fare?

«Quello delle farmacie rurali è l’esempio più eclatante. Se una città che conta 40 farmacie ne chiudono 5 è un problema, ma se in un paese dove esiste una sola farmacia chiude anche quella e magari intorno non ce ne sono altre, è una tragedia. Per questo motivo dobbiamo scommettere su questo livello di presenza privata che può entrare in sinergia con i bisogni dello Stato. Dobbiamo dunque superare ogni pigrizia ed avviare subito questo rapporto».

 

Articoli correlati
Simulazione in formazione, ecco come la realtà virtuale prepara i farmacisti ad affrontare le sfide reali
Dalla “clean room” alla ricerca clinica, fino a capitolati di gara e interazione con il paziente, Zanon (SIFO): «La figura del farmacista è poliedrica e, per questo, anche la sua formazione, compresa quella post laurea, deve essere altrettanto variegata. L’utilizzo della simulazione ha segnato un punto di svolta importante nei processi formativi»
Lazio, via a piano straordinario per recuperare le liste di attesa
La Giunta regionale del Lazio presenta il Piano di recupero delle liste d'attesa per un investimento pari a 48 milioni di euro. Previste strutture aperte la sera e nel weekend
Farmacie: dal 5 luglio attivo il servizio per scegliere medico di famiglia e pediatra di libera scelta
Letizia Moratti (Vicepresidente di Regione Lombardia) «Grazie a questo servizio si potranno abbattere i tempi di attesa». Annarosa Racca (Federfarma Lombardia) «Un servizio che i cittadini ci chiedevano da tempo»
Sanità e territorio, la rivoluzione passa dalle farmacie (e dal PNRR)
Presentata in conferenza stampa l’edizione annuale del congresso FarmacistaPiù. «La formazione è la chiave per gestire il cambiamento»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...