Politica 4 Settembre 2019

Governo, novità alla Salute: il nuovo ministro sarà Roberto Speranza di LeU

Il Presidente del Consiglio si è recato al Quirinale per sciogliere la riserva. Capo delegazione M5S Di Maio, mentre Franceschini guida i democratici. Nel programma si riparte dalla difesa della sanità come “bene comune”

Immagine articolo

L’ora del governo Conte bis è giunta. Dopo giorni di trattative e il via libera della piattaforma Rousseau, la nuova alleanza Pd-M5S-Leu prende corpo e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è recato dal Capo dello Stato Sergio Mattarella per sciogliere la riserva.

L’esecutivo vede importanti novità: non ci sono vicepresidenti del Consiglio, mentre il leader del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio passa dallo Sviluppo Economico agli Esteri. All’Economia arriva il dem Roberto Gualtieri. La delegazione Pd in Consiglio dei Ministri sarà guidata da Dario Franceschini, che torna ai Beni culturali. Alla Sanità va Roberto Speranza, Liberi e Uguali, mentre agli Affari Regionali è il turno di Francesco Boccia del Pd.

Sembrava fatta per la riconferma della pentastellata Giulia Grillo, ma nelle trattative dell’ultimora c’era l’esigenza di trovare una casella di ‘peso’ per Liberi e Uguali e alla fine la scelta è caduta sul dicastero di Lungotevere Ripa.

Il governo è ora atteso alla prova dell’Aula per il voto di fiducia: prima al Senato dove i numeri sono più risicati e poi alla Camera.

LEGGI ANCHE: CONSULTAZIONI, LE PROPOSTE M5S PER LA SANITA’: «RIFORMARE PERCORSO FORMATIVO, RIORGANIZZARE SERVIZI E ADEGUARE FSN»

Punto di partenza è la bozza di programma stilato da Conte nei giorni scorsi dopo gli incontri con le delegazioni con Pd e M5S. Il punto 19 fa riferimento genericamente al settore sanità, da “tutelare” appunto come “bene comune”. Passando in rassegna le 26 linee programmatiche, si trova al punto 1 un riferimento al “sostegno alle famiglie e ai disabili“, oltre a “maggiori risorse per scuola, università, ricerca e welfare”.

LEGGI ANCHE: GOVERNO, BOLDRINI (PD): «VACCINI? DIFENDEREMO LEGGE LORENZIN»

Il tema della ricerca viene esplicitato al punto 7, dove si legge che “occorre potenziare il sistema della ricerca, favorendo un più intenso coordinamento tra centri universitari ed enti di ricerca, nel segno della internazionalizzazione”. E l’argomento è implicito anche al punto 3, in un passaggio in cui si indica la necessità di “creare le condizioni affinché chi ha dovuto lasciare l’Italia possa tornarvi e trovare un adeguato riconoscimento al merito”. L’argomento famiglie e disabilità torna poi al punto 4 (“occorre intervenire con più efficaci misure di sostegno alle famiglie con persone con disabilità e alle famiglie numerose”), nonché al punto 2 che fa riferimento al recepimento delle “direttive europee sul congedo di paternità obbligatoria e sulla conciliazione tra lavoro e vita privata”. Sempre al punto 2 si parla di “realizzare un piano strategico di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali”. Al punto 17 arriva il ‘nodo’ autonomia: “È necessario – si legge nella bozza – completare il processo di autonomia differenziata giusta e cooperativa, che salvaguardi” fra gli altri “il principio di coesione nazionale e di solidarietà”. Mentre il punto 16 indica che “va lanciato un piano straordinario di investimenti per la crescita e il lavoro al Sud”.

Articoli correlati
Bonaccini (Regioni) incontra il ministro Speranza: «Priorità nuovo Patto Salute e risorse per contratti e farmaci innovativi»
Avviato anche un primo confronto per il superamento del superticket. «Molto positivo» il bilancio dell'incontro secondo il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province
Sanità privata, i sindacati sospendono lo sciopero. Il 19 riprende la trattativa per il rinnovo del contratto
Al tavolo di confronto con il ministro della Salute Roberto Speranza, registrati l'impegno concreto assunto dalle Regioni e la presa di responsabilità da parte delle controparti. Cittadini (Aiop): «Totale disponibilità a condividere con responsabilità un percorso che ci vedrà fare la nostra parte in termini di impegno e sacrificio. Cercheremo di trovare insieme le risposte più adatte»
Governo, Magi (Omceo Roma): «Bene l’attenzione di Conte sulla sanità, ma serve lo sblocco del turnover»
Intervistato in occasione della fiducia in Senato, il presidente Omceo Roma, Antonio Magi commenta positivamente i programmi per la sanità esposti dal premier Conte e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Critico sull'utilizzo nei non specializzati in corsia, l'appello: «Non abbassare mai la qualità della professione»
Numero chiuso, Studenti indipendenti al Ministro: «Più posti al test e raddoppiare le borse di specializzazione»
Il Movimento studentesco ha protestato contro l’imbuto formativo e la carenza di posti per la specializzazione: «Ci viene detto dal Ministero che ci sono numeri programmati, a seconda del fabbisogno della salute del Paese, ma se guardiamo i nostri ospedali ci rendiamo conto che non è così». Irregolarità al test di ingresso, continuano le segnalazioni
di Federica Bosco
Salute, Pierpaolo Sileri (M5S) è il nuovo Vice Ministro: ecco le sue idee per la sanità
Insieme a Sileri arriva a Lungotevere Ripa come sottosegretario, in quota Pd, Sandra Zampa. Il Chirurgo romano ha guidato per 15 mesi la Commissione Sanità di Palazzo Madama. Dall'endometriosi ai contenziosi medico-paziente, idee e proposte per rilanciare la sanità
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali