Voci della Sanità 8 Marzo 2023 19:46

Sanità, M5S: «Nemmeno un euro per il SSN, si preferiscono armi e società di calcio»

«Oggi mancano dai 25 ai 37 miliardi, è un buco enorme che non consente alla sanità di essere garantita a tutti i cittadini» denunciano i deputati pentastellati in commissione Affari sociali

«Accogliamo con piacere la trasversalità con la quale è stata votata la nostra mozione di tutela e potenziamento del Sistema Sanitario Nazionale, ma non possiamo fare finta che vada tutto bene. La sanità italiana è in difficoltà e ha immediato bisogno di risorse. Eppure, al di là degli slogan, nella legge di Bilancio non è stato messo nemmeno un euro per la sanità. Nonostante fosse possibile derogare ancora per un anno al Patto di Stabilità. Una deroga che è stato proposto di sfruttare per finanziare le armi e non per la sanità. Sono stati trovati i soldi per le società calcistiche, ma per la sanità no». Lo scrivono in una nota i Deputati del Movimento 5 Stelle in Commissione Affari Sociali Gilda Sportiello, prima firmataria della mozione, e Andrea Quartini, intervenuto questa mattina in Aula alla Camera per la dichiarazione di voto.

«Il collasso dei pronto soccorso del nostro Paese – continuano i Deputati – è l’emblema di un sistema che non sta funzionando, ha bisogno di essere rifinanziato e regge non certo grazie alla politica, ma solo grazie ai professionisti della sanità: medici, infermieri e Oss che ogni giorno dedicano se stessi alla tenuta del sistema. Esiste purtroppo un atteggiamento tolemaico, da parte di questo governo, che coltiva le proprie credenze senza un confronto con i fatti e non crede alle agenzie indipendenti. Così come già successo su Reddito di cittadinanza e su Superbonus, allo stesso modo non crede a Gimbe e all’Ocse, che dicono che la sanità ha bisogno di maggiori risorse. Quelle risorse che il Movimento 5 Stelle, quando era al governo, ha sempre aumentato, invertendo la rotta rispetto ad anni di grossi tagli e investendo come non si faceva da tempo».

«Oggi mancano dai 25 ai 37 miliardi, è un buco enorme che non consente alla sanità di essere garantita a tutti i cittadini. Anche le Regioni, perlopiù amministrate dal centrodestra, lamentano di non poter disporre delle risorse sufficienti, con il rischio concreto di non riuscire ad assistere le fasce più deboli della popolazione. Il diritto alla salute, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è l’unico che la nostra Costituzione definisce fondamentale. È il diritto dei diritti. E il SSN è patrimonio di tutti, un bene comune. È inaccettabile che non gli venga dato il valore che il personale sanitario e i cittadini meritano» concludono i Deputati.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Sanità, M5S: «Prevenzione e sistema di sorveglianza integrato, le nostre proposte per potenziare la lotta all’Aids»
«La lotta al Covid non deve farci dimenticare altre emergenze della nostra sanità, come la piaga dell’AIDS. Un fronte su cui non bisogna abbassare la guardia dato l’aumento della quota di persone a cui viene diagnosticata tardivamente l’infezione da HIV. Per questo come MoVimento 5 stelle abbiamo preparato un pacchetto di emendamenti, a prima firma […]
Tumori, M5S al fianco di “Una stanza per un sorriso”: «Lavoro associazioni è fondamentale»
Restituire un sorriso alle donne che affrontano, con la chemioterapia, tutti i disagi della cura e della malattia. Con questo scopo le volontarie dell’associazione “Una stanza per un sorriso” portano avanti la loro attività. Ne hanno parlato, al Senato, la presidente e la vicepresidente dell’associazione “Una stanza per un sorriso” Rosanna Galantucci e Amelia Sgobba […]
Disabilità, D’Arrando (M5S): «Bene legge delega ma budget di salute e altri ddl proseguano iter»
«Accogliamo con favore l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del disegno di legge delega in materia di disabilità per riformare e riorganizzare la normativa in questo ambito. Si tratta di una delle riforme previste dal PNRR e ci auguriamo possa essere l’occasione giusta per venire incontro alle richieste di famiglie, associazioni e cittadini con […]
Disturbi comportamento alimentare, M5S: «Pandemia ha acuito problema, serve spazio autonomo nei LEA»
Le parlamentari del MoVimento 5 stelle Celeste D’Arrando, Marta Grande e Azzurra Cancelleri hanno partecipato a una manifestazione davanti al Ministero della Salute con associazione e famiglie coinvolte dal problema
Alzheimer, M5S: Fondo per le demenze primo passo, ora PNRR per garantire prossimità delle cure
«La Giornata mondiale dell’Alzheimer ci ricorda l’importanza di investire nella ricerca e nell’assistenza, di attuare interventi concreti che possano migliorare la qualità della vita di così tante persone» sottolineano i deputati pentastellati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Salute

In Italia l’obesità uccide 4 volte in più degli incidenti d’auto

Nel nostro paese l'obesità è in aumento esponenziale e sempre più "killer", con un numero di morti all'anno 4 volte superiore a quello degli incidenti d'auto, e una previsione, en...