Mondo assicurativo 29 Maggio 2017

Cambio attività sanitaria: conservare integra copertura assicurativa per fatti pregressi

Sono un ortopedico del SSN. Fino ad oggi ho operato in libera professione con attività chirurgica, sia nella mia qualità di dirigente sanitario del SSN che di libero professionista. Ho deciso in questo ultimo periodo di limitare il mio impegno libero-professionale all’attività ambulatoriale riservando quella chirurgica all’area ospedaliera del SSN. Mi è stato riferito che […]

di Ennio Profeta - Consulente SanitAssicura

Sono un ortopedico del SSN. Fino ad oggi ho operato in libera professione con attività chirurgica, sia nella mia qualità di dirigente sanitario del SSN che di libero professionista. Ho deciso in questo ultimo periodo di limitare il mio impegno libero-professionale all’attività ambulatoriale riservando quella chirurgica all’area ospedaliera del SSN. Mi è stato riferito che posso ovviamente comunicare all’assicuratore questa modifica con conseguente riduzione del premio da me fino ad ora pagato. Ma un collega (che sembra diventato un esperto anche in assicurazioni!) mi ha fatto notare che in questo modo sistemerei la situazione per il futuro ma perderei la copertura per la mia attività chirurgica precedente. Ci capisco poco e quindi chiedo a Lei se l’osservazione del collega sia corretta e come posso superare il problema. Grazie per la risposta.

 

Il suo collega ha ragione. In effetti Lei stipulerà una nuova copertura assicurativa che avrà come oggetto la sua effettiva attività sanitaria, non più invasiva relativamente alla libera professionale. Questa copertura vale ed ha il medesimo profilo anche per i fatti pregressi; conseguentemente la efficacia retroattiva della copertura sarà limitata alla attività ambulatoriale. Lei quindi avrà un “buco di tutela assicurativa” relativamente ai fatti pregressi di natura chirurgica. E’ il prezzo che Lei paga a fronte di un premio inferiore!

Ma il problema è superabile. Negozi con la sua compagnia l’emissione di un’appendice alla polizza nella quale si prenderà atto che:

  • L’attività chirurgica sarà limitata dalla data di… all’area del servizio SSN, mentre l’attività libero professionale avrà un profilo meramente ambulatoriale senza alcuna attività invasiva
  • La copertura retroattività fino alla data del giorno .. sarà comunque valida anche per l’attività chirurgica

Le costerà un modesto aumento del premio (comunque nel complesso inferiore a quanto prima pagava!) ma in questo modo avrà risolto non soltanto la questione della garanzia retroattiva ma avrà anche chiarito che comunque la copertura assicurativa riguardo l’attività chirurgica SSN rimane efficace.

Articoli correlati
Colpa medica, Antonio Panti: «No al penale. Necessaria assicurazione nazionale»
L’ex presidente dell’Ordine dei Medici di Firenze: «Il diritto è molto più arretrato della medicina, che non può essere ingabbiata in categorie rigide. Bisogna ripensare il rapporto tra società e scienza ed il sistema della responsabilità professionale»
Medici sotto processo, Maggiorotti (Amami): «Impatto psicologico devastante. Ma forse il civile è anche peggio…»
Il presidente dell’Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente: «La polizza assicurativa di un chirurgo costa circa 12-15mila euro l’anno, ma se negli ultimi 10 anni ha ricevuto una richiesta di risarcimento, a prescindere dall’esito, la cifra può raddoppiare o, peggio, il medico può avere difficoltà a trovare una copertura assicurativa, e deve quindi smettere di lavorare»
Il Gruppo Aon tutela la salute dei pazienti con tecnologia e prevenzione. L’AD Vanin: «Sanità in evoluzione, necessario stare al passo»
Enrico Vanin, amministratore delegato Aon Spa e Aon Hewitt Risk & Consulting: «Il cittadino sta chiedendo nuovi servizi in grado di ottimizzare il proprio tempo: dalla prenotazione online, alla ricerca di strutture/professionisti in ambiti specifici, alla consultazione attraverso servizi di telemedicina»
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Nella compilazione di un questionario assicurativo cosa intendono le compagnie assicurative per atti invasivi diagnostici e terapeutici?
In fase di stipula di una polizza di assicurazione, è importante avere chiare le definizioni di atti invasivi diagnostici e terapeutici e di interventi chirurgici a cui le diverse Compagnie rimandano nel definire piani tariffari e condizioni della polizza Rc Medico. Mentre alcune Compagnie riportano indicazioni precise segnalando, tra le condizioni di una  polizza Rc […]