Università 17 Giugno 2020 12:26

Test Medicina 2020, ecco date, scadenze e materie. Per il Covid-19, novità sulle sedi in cui si svolgerà la prova

Tutte le informazioni per partecipare alla prova di ammissione per i corsi di laurea magistrale di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria, Medicina veterinaria e per i corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Test Medicina 2020, ecco date, scadenze e materie. Per il Covid-19, novità sulle sedi in cui si svolgerà la prova

Ci siamo: con la pubblicazione del decreto n. 218 del 16 giugno 2020, il ministero dell’università e della ricerca ha fornito delucidazioni sui test di ingresso alle facoltà a numero chiuso per il prossimo anno accademico. Per prima cosa, il bando specifica che a causa delle recenti misure «in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19» le università devono assicurare «sia nella fase di accesso ai locali adibiti allo svolgimento delle prove sia nelle fasi successive, il distanziamento fisico e sociale tra i candidati stessi nonché l’adozione, da parte dei candidati e di tutti gli altri soggetti presenti, delle misure igieniche personali e ambientali adatte».

LEGGI IL DECRETO MINISTERIALE 

Inoltre, considerando la normativa di contenimento dell’epidemia da Covid-19 e «al fine di garantire l’applicazione delle disposizioni di natura emergenziale nonché di limitare gli spostamenti nell’ambito del territorio nazionale e regionale – specifica il decreto – ciascun candidato, a prescindere dalla sede indicata come prima preferenza di assegnazione, sostiene la prova presso la sede/i dell’ateneo/i disponibile/i nella propria provincia di residenza o, se non disponibili, nella provincia limitrofa rispetto a quella di residenza». A tal fine, i test potranno svolgersi anche nelle università che non offrono il corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

LEGGI ANCHE: TEST MEDICINA, DE POLI (UDC): «SUPERARE NUMERO CHIUSO E RIVEDERE FORMAZIONE PER RISOLVERE NODO CARENZA MEDICI»

IL TEST D’AMMISSIONE

L’esame si svolgerà il 3 settembre 2020 alle ore 12:00 e durerà 100 minuti. Per superare la prova «è richiesto il possesso di una cultura generale – si legge nel decreto – con particolari attinenze all’ambito letterario, storico-filosofico, sociale ed istituzionale, nonché della capacità di analisi su testi scritti di vario genere e di attitudini al ragionamento logico-matematico. Le conoscenze e le abilità richieste fanno riferimento alla preparazione scolastica e «si riferiscono anche alle discipline scientifiche della Biologia, della Chimica, della Fisica e della Matematica». «La prova di ammissione – specifica il Miur – ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in medicina e chirurgia e in odontoiatria e protesi dentaria, è unica per entrambi i corsi ed è di contenuto identico in tutte le sedi in cui si svolge la prova».

LA PROVA D’ESAME: 60 DOMANDE A SCELTA MULTIPLA IN 100 MINUTI

La prova di ammissione consiste «nella soluzione di sessanta quesiti – si legge nel decreto – che presentano cinque opzioni di risposta tra cui il candidato deve individuarne una soltanto scartando le conclusioni errate». Gli argomenti sono: cultura generale e ragionamento logico; biologia; chimica; fisica e matematica, così predisposti:

  • dodici quesiti di cultura generale;
  • dieci di ragionamento logico;
  • diciotto di biologia;
  • dodici di chimica;
  • otto di fisica e matematica

LEGGI I PROGRAMMI PER LA PREPARAZIONE ALLA PROVA

COME ISCRIVERSI AL TEST

Le aspiranti matricole potranno iscriversi al test d’ingresso a Medicina dal 1° luglio alle ore 15 del 23 luglio su Universitaly, seguendo le indicazioni presenti nel decreto Miur e nel bando di ciascun ateneo. «Il perfezionamento dell’iscrizione – precisa il ministero – avviene a seguito del pagamento del contributo per la partecipazione al test secondo le procedure indicate dall’università in cui il candidato sostiene la prova. La scadenza per il pagamento è fissata al 29 luglio 2020.

LE SEDI SUDDIVISE PER REGIONE E PROVINCIA

LA VOTAZIONE

Gli aspiranti camici bianchi che otterranno un punteggio minimo di venti punti saranno considerati idonei. Il massimo, a cui poter ambire, sono novanta punti, tenendo conto dei seguenti criteri:

– 1,5 punti per ogni risposta esatta;

– meno 0,4 punti per ogni risposta errata;

– 0 punti per ogni risposta omessa.

LEGGI ANCHE: NUMERO CHIUSO, GASPARRI (FORZA ITALIA): «SISTEMA DEI QUIZ VA RIVISTO, SERVE VERIFICA SUL CAMPO»

LA GRADUATORIA

Per Medicina, Odontoiatria e protesi dentaria, «prevale, in ordine decrescente, il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di ragionamento logico e cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica». La graduatoria è unica e su base nazionale secondo le votazioni raccolte da ogni partecipante e verrà pubblicata il 29 settembre.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Numero chiuso, Chiapparino (CNSU): «Un modello fortemente sbagliato che va rivisto. È problema politico»
«Tutta la comunità studentesca si è sempre espressa a favore dell’abbattimento del numero chiuso – ha dichiarato il presidente Cnsu - niente è stato previsto nel recovery plan per superare e abbattere il numero chiuso»
Numero chiuso, il Rettore Gavino Mariotti (Sassari): «Incide negativamente sulla carenza di medici, servono graduatorie locali»
Per il Magnifico Rettore dell’Università sarda «i sistemi sanitari regionali, come quello sardo ma non solo, hanno gravi carenze di professionalità mediche». E rilancia la proposta di andare nelle scuole per preparare i giovani al test d’ingresso
di Francesco Torre
Test Medicina: oltre 45mila esclusi dalle graduatorie. Tortorella (Consulcesi): «Boom di ricorsi»
Il network legale: «Solo 60 giorni di tempo per tutelare il proprio diritto allo studio»
Medicina a numero chiuso, Messa: «Dispiace offrire 14mila posti a 77mila candidati. Sistema può essere rivisto»
A Sanità Informazione, il ministro dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa parla di ricerca, formazione e facoltà a numero chiuso: «Il modo per far coincidere fabbisogno e offerta può essere rivisto. I test sono neutrali ma soggetti a errori»
«Test di Medicina sbagliato, e adesso cosa racconto a mio figlio?»
di Calliope Tonus, Mamma di un candidato al test di Medicina
di Calliope Tonus, Mamma di un candidato al test di Medicina
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 ottobre, sono 241.152.349 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.906.104 i decessi. Ad oggi, oltre 6,65 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?