Stop Ingiustizie Bancarie 1 Marzo 2016 16:35

Usura bancaria, linea dura della Cassazione: «Per i mutui il vero Taeg è quello della stipula» 

Tassi usurari sui mutui? La Cassazione torna a farsi sentire sull’usura bancaria, sanzionando il comportamento delle banche. I giudici della Suprema Corte – con la sentenza n.801 dello scorso 19 gennaio – hanno  messo in guardia gli istituti bancari, aprendo un nuovo fronte di ricorsi. Chiamata in causa, la prima sezione civile della Cassazione ha […]

di Anatocismo

Tassi usurari sui mutui? La Cassazione torna a farsi sentire sull’usura bancaria, sanzionando il comportamento delle banche.

I giudici della Suprema Corte – con la sentenza n.801 dello scorso 19 gennaio – hanno  messo in guardia gli istituti bancari, aprendo un nuovo fronte di ricorsi. Chiamata in causa, la prima sezione civile della Cassazione ha ulteriormente chiarito che il valore di riferimento per il Taeg è quello del momento in cui avviene la stipula del finanziamento e non quello del pagamento: questo vale sia per i mutui a tasso fisso che per quelli variabili.

Insieme all’anatocismo bancario, quella dei mutui usurari si conferma, dunque, una delle maggiori irregolarità che i cittadini subiscono da parte delle banche, con le quali continua l’acceso braccio di ferro anche per altre vicende: in primis i rimborsi per le vittime del decreto Salvabanche. «Penso che verranno rimborsati – afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi – perché il governo, su questa vicenda, si gioca la faccia e poi queste persone hanno subito un’autentica truffa. In sede civile o penale riavranno quei soldi. Di sicuro si passerà dai tribunali».

Tornando alla recente sentenza della Cassazione sui mutui usurari, da segnalare che la norma interpretativa presa in esame comporta l’inapplicabilità del meccanismo dei tassi soglia alle pattuizioni di interessi stipulate in data precedente all’entrata in vigore della legge n. 108 del 1996 sull’usura bancaria. Questo significa che per i mutui a tasso variabile ci si potrebbe trovare di fronte a situazioni di “usura legale”.

Articoli correlati
Non voler visitare un paziente può essere reato
Una recente sentenza sancisce che il non voler visitare un paziente può portare ad una richiesta di risarcimento danni o peggio
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
L’errore diagnostico e la responsabilità medica
L'errore diagnostico può essere causa di responsabilità medica e portare a risarcire il paziente. Un caso recente
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
Diagnosi tardiva, medico rischia condanna dopo 30 anni
Con la sentenza n. 34813/2021 la Cassazione stabilisce che il medico è tenuto al risarcimento per l’omessa diagnosi di una patologia terminale, anche se questa è ininfluente sul decorso della malattia. Il motivo? Violato il diritto del paziente terminale di scegliere come affrontare la prospettiva della morte ormai prossima
Colpa grave, novità dalla Cassazione penale
Quando si può parlare di colpa grave? Novità e precisazioni emergono da una recente sentenza della Corte di Cassazione
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
Consenso informato, Cassazione: «È un atto medico»
Secondo la Corte di Cassazione, l’ottenimento del consenso informato è considerato atto medico. Un’informazione non corretta o carente è responsabilità professionale, con dovere di risarcire un doppio danno: alla salute e all’autodeterminazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...