Stop Ingiustizie Bancarie 12 Gennaio 2016

Gallo (M5S): «Una commissione d’inchiesta sulle truffe bancarie»

L’ombra di ingiustizie su mutui, risparmi e investimenti. Il deputato del Movimento 5 Stelle: «Colpire gli speculatori, restituire i soldi ai cittadini»

Immagine articolo

Tra crack, “Salvabanche” e irregolarità, al fianco dei consumatori che si sentono truffati e traditi dalle proprie banche, l’onorevole del Movimento 5 Stelle Luigi Gallo, intervistato da Sanità Informazione, non ha dubbi sulla strada da intraprendere per una possibile e indispensabile risoluzione dei contenziosi.


«È necessario colpire giuridicamente gli speculatori dell’alta finanza, non i risparmiatori che vogliono solo mettere i propri soldi al sicuro. Oltretutto, i nostri partiti di centro destra e centro sinistra, sostengono di voler difendere i cittadini, e poi in Europa votano misure, come il bail in, che li penalizzano. In questi anni non si è mai voluto accendere un faro sui conflitti d’interesse in campo tra fondazioni bancarie e vigilanza, e noi chiediamo che questo venga fatto. Ma soprattutto, chiediamo che i soldi vengano presi dal fondo interbancario, dai dividendi di Bankitalia, perché sono loro che devono pagare i cittadini».

Adesso c’è forte attenzione mediatica su queste vicende. Ma i risparmiatori hanno tante altre preoccupazioni, come segnala il sito www.stopingiustiziebancarie.it: l’anatocismo bancario, i tassi usurari, i mutui irregolari. Anche questi sono problemi che meritano risalto e vanno affrontati?
«Sì, assolutamente. Noi abbiamo anche proposto una commissione d’inchiesta sulle truffe bancarie e finanziare; perché questo non è un caso isolato. Il sistema puntualmente e periodicamente si trova ad affrontare questi bubboni che scoppiano in mano ai risparmiatori, e a pagare sono sempre loro. Mentre gli speculatori veri, l’1% della popolazione mondiale, se ne approfittano».

A volte sembra una lotta impari, ma c’è un modo per tutelarsi? I cittadini possono in qualche modo riavere i soldi che hanno perso?
«Va modificata la legge: il fondo interbancario va usato sistematicamente per ripagare i risparmiatori truffati, perché in questo modo le banche staranno più attente. La stessa vigilanza di Banca d’Italia, sapendo di dover poi pagare in prima persona, presterebbe maggiore attenzione a ciò che accade. Senza una responsabilità diretta di amministratori e banche, questo non avverrà mai».

Ci sarà adesso una risposta politica, oppure sarà necessario rivolgersi ai tribunali tramite i ricorsi?
«I tribunali devono fare la loro strada, ma la risposta politica deve essere forte. Il governo Renzi ha annunciato una riforma del sistema bancario e adesso sta già facendo passi da gambero: ad esempio, dalla proposta di commissione d’inchiesta, si passa all’indagine d’inchiesta, per fare in modo che i parlamentari non abbiano poteri ispettivi. Credo che banche e politica si stiano di nuovo coalizzando contro i cittadini. Questo sistema va smantellato, perché la maggioranza è costituita dai cittadini truffati, mentre la minoranza è quella che si arricchisce alle loro spalle».


Articoli correlati
Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online
Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti che sono rimasti fuori scatta la procedura ricorsi
Graduatorie Test Medicina, la protesta degli studenti napoletani: «Troppa cultura generale a discapito di logica e matematica»
Lamentele sul ritardo nella comunicazione della nuova formula del quiz. Per i giovani aspiranti medici partenopei il numero chiuso è “da rivedere” e le irregolarità sono date per scontate
Test Medicina, a Napoli i genitori dicono no al numero chiuso e si battono per la meritocrazia
A minare la fiducia nell’attuale sistema selettivo sono le numerose irregolarità presenti ogni anno. La parola al consulente legale: «Entro 60 giorni è possibile fare ricorso al TAR e rientrare in graduatoria»
Dall’auricolare-spia ai documenti falsificati: record di irregolarità al Test di ingresso a Medicina
Pubblicati i punteggi. Consulcesi continua a ricevere e raccogliere segnalazioni dai candidati su www.numerochiuso.info e sui canali social. Il presidente Massimo Tortorella: «In oltre 20 anni mai accaduti casi del genere: il sistema di selezione si conferma inadeguato, non è ammissibile selezionare così i nostri medici del futuro»
Batticuore “numero chiuso”: gli aspiranti medici si raccontano da Nord a Sud
Firenze, Napoli e Ferrara: Sanità Informazione ha registrato gli umori e le considerazioni dei ragazzi pre e post test d’ammissione a Medicina 2019
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 settembre, sono 32.234.685 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 983.042 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 25 settembre: Ad oggi in...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...