Università 1 Ottobre 2019

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti che sono rimasti fuori scatta la procedura ricorsi

Immagine articolo

Il “giorno della verità” è arrivato. Il Miur ha pubblicato la graduatoria nominativa nazionale di merito del Test medicina 2019

L’attesa non è stata troppo lunga: la lista dei ragazzi che sono riusciti a ottenere uno degli 11.568 posti disponibili per Medicina e Chirurgia e Odontoiatria, è online. Oggi si conoscerà anche il punteggio minimo ufficiale (sul web si parla di 41,7, un po’ più basso rispetto al 2018). Un dato fondamentale, per riuscire a capire se, già con il primo scorrimento di graduatoria, si possa riuscire ad accedere.

Quest’anno, gli idonei al test – ossia i candidati che hanno raggiunto un punteggio pari o superiore a 20 punti – sono stati pari a 42mila studenti su 60mila partecipanti e i partecipanti  hanno riscontrato irregolarità che si verificano costantemente durante la prova nazionale.

LEGGI ANCHE: TEST MEDICINA, ECCO LA MAPPA DELLE IRREGOLARITÀ: IL 79% DEI RICORSI NEL CENTRO SUD

Per consultare la graduatoria ufficiale si dovrà, come sempre, accedere alla propria area riservata con le credenziali sul portale Universitaly dove il Miur, ha inserito le posizioni e i nomi dei nuovi studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia per il 2019-2020. Nel momento dell’iscrizione alla prova d’accesso, ogni futuro medico ha inserito come prima scelta la sua università preferita. La graduatoria nazionale riporterà i punteggi di tutti i candidati premiando i più alti e le aspiranti matricole troveranno accanto il proprio nome e oltre al risultato dell’esame, le diciture “Assegnato”, “Prenotato” o “In attesa”.

Assegnato

Con “assegnato” il candidato può – dopo aver brindato – procedere all’immatricolazione – entro quattro giorni pena l’esclusione – nell’ateneo prescelto.

Prenotato

Chi risulta “prenotato” può essere felice perché ha ottenuto un posto a Medicina anche se non nella sua prima scelta. In questo caso, ci sono due possibilità: immatricolarsi nell’università dove si è “prenotati” oppure aspettare lo scorrimento della graduatoria ricordandosi di confermare l’interesse all’immatricolazione nell’area riservata del sito Universitaly entro cinque giorni.

In attesa

Si tratta degli studenti che hanno raggiunto la soglia minima per l’ammissione ma non sono riusciti a entrare in nessuna delle università indicate tra le preferenze. A loro, non resta che attendere gli scorrimenti e sperare. Gli scorrimenti della graduatoria permettono ai candidati che risultano prenotati o in attesa di concorrere per un posto fino a che non risulteranno tutti assegnati. Otterrà un banco prima chi ha avuto un punteggio più alto e poi, a scalare, chi ha totalizzato meno punti. Il primo aggiornamento della graduatoria verrà pubblicato il 9 ottobre e poi, presumibilmente, ne uscirà uno a settimana.

Come tutti gli anni, da parte degli studenti non sono mancate le denunce di irregolarità e scorrettezze avvenute nel corso della prova d’accesso. Per chi ha ha notato infrazioni e non è riuscito a piazzarsi in graduatoria l’unica strada da intraprendere è quella del ricorso legale al Tar del Lazio. Dal giorno della Test si hanno 60 giorni per presentare la richiesta.

Articoli correlati
Numero chiuso, parla il giurista Francesco Paolo Tronca: «Tutelare il merito, basta con i quiz a crocetta»
L’ex Consigliere di Stato e professore di Diritto Pubblico parla del meccanismo di ingresso nel mondo universitario all’indomani dell'ordinanza del supremo tribunale amministrativo che ha riammesso 250 studenti: «La politica dovrebbe intervenire per venire incontro alle crescenti domande di una società che chiede una sempre maggiore assistenza sanitaria»
Superamento test numero chiuso? Speranza: «Va affrontato, tra le questioni fondamentali»
Lo ha ribadito il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine del 76esimo Congresso della Fimmg che si sta svolgendo in Sardegna. Di ieri, la notizia della sentenza del Consiglio di Stato che ha riammesso circa 250 studenti esclusi per mancanza di posti
di Diana Romersi e Giulia Cavalcanti
Test Medicina, De Poli (Udc): «superare numero chiuso e rivedere formazione per risolvere nodo carenza medici»
«Siamo convinti che sia necessario ripensare tutto l'intero sistema della formazione dei medici» sottolinea il senatore Udc che torna sulla sentenza del Consiglio di Stato che ieri ha accolto il ricorso di 250 studenti ammettendoli alla facoltà di Medicina
Numero chiuso, ordinanza del Consiglio di Stato: riammessi centinaia di studenti a Medicina
Le motivazioni: posti indicati dagli Atenei inferiori a capacità ricettiva e fabbisogno Ssn. Massimo Tortorella (Presidente Consulcesi): «A questo punto giusto mettere in dubbio l’esattezza dei posti assegnati anche per l’anno accademico 2019/2020. Test inadeguato, non si possono scegliere i medici del futuro con “quiz cabala” commissionati a una società privata»
Salute 4.0. Scenari, innovazione, ricerca. Il Forum Sistema Salute torna alla Stazione Leopolda di Firenze
Il futuro della sanità passa da Firenze. Dal 10 all’11 ottobre, alla Stazione Leopolda di Firenze torna per il quarto anno consecutivo il Forum della Sostenibilità e Opportunità nel Settore della Salute, una due giorni di lavoro e confronto sui principali temi che riguardano il benessere dei cittadini, le nuove frontiere della medicina e le sfide […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...