Salute 20 Maggio 2022 15:54

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

È successo circa un anno fa, durante una discussione organizzata dal think tank britannico Policy Exchange. Bill Gates aveva esortato i governi di paesi come il Regno Unito e gli Stati Uniti, a finanziare la ricerca con decine di miliardi, allo scopo di prevenire future pandemie e bioterrorismo, come gli attacchi terroristici con il vaiolo. A voler esser complottisti, le tempistiche con cui è esplosa ora l’emergenza vaiolo delle scimmie sono piuttosto sorprendenti.

Con l’emergenza vaiolo delle scimmie, sul web continuano a circolare teorie complottiste

Certamente si tratta di una pura coincidenza, ma sul web è già partito il tam tam «complottista». C’è chi addirittura paventa un collegamento con il laboratorio Vector che si trova nella regione di Novosibirsk, in Russia. Si tratta del secondo laboratorio, noto, in cui si trovano campioni di vaiolo umano. L’altro si trova ad Atlanta, negli Stati Uniti.

Nella «profezia» di Bill Gates un attacco terroristico con il vaiolo negli aeroporti

Le parole proferite da Bill Gates sono molto interessanti e hanno portato i complottisti più incalliti a fare un collegamento fin troppo facile. Il fondatore di Microsoft aveva suggerito alle nazioni di preoccuparsi del bioterrorismo, come possibili attacchi di vaiolo agli aeroporti. Gates aveva inoltre aggiunto che le epidemie causate dal bioterrorismo «potrebbero essere peggiori di quelle naturali». E aveva aggiunto: «Spero che tra cinque anni potrò scrivere un libro intitolato ‘Siamo pronti per la prossima pandemia’, ma ci vorranno decine di miliardi in ricerca e sviluppo».

Attività di ricerca e viluppo necessarie per prossime pandemie

«Probabilmente ci vorrà circa un miliardo all’anno per una task force per le pandemie a livello di OMS, che si occuperà della sorveglianza e di quello che io chiamo ‘germ game’», aveva aggiunto. «Molte delle attività di ricerca – aveva continuato – e sviluppo di cui abbiamo bisogno per essere pronti alla prossima pandemia sono cose come rendere i vaccini economici, avere grandi fabbriche, sradicare l’influenza, sbarazzarsi del comune raffreddore, rendere i vaccini solo un piccolo cerotto da mettere sul braccio, cose che saranno incredibilmente utili anche negli anni in cui non avremo pandemie».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaiolo delle scimmie e Covid, contrarli insieme si può. Andreoni fa il punto su quel che sappiamo
Con il prof. Andreoni parliamo di cosa genera una pandemia e dell'aumento di circolazione di malattie prime circoscritte ad alcune zone del mondo. La causa da ricercarsi nel nostro modo di vivere
Gb: meno visite faccia a faccia fanno bene all’ambiente e al portafogli
Nel Regno Unito c'è un acceso dibattito sull'opportunità di aumentare le visite a distanza dei pazienti per i suo effetti benefici contro l'inquinamento e per il risparmio economico
Nuova tecnologia made in Italy distrugge Sars-CoV-2 e tutte le sue varianti
Elettronica Group insieme a Lendlease presentano E4Shield, una tecnologia «disruptive» sviluppata per inattivare il Covid-19 e le sue varianti e affrontare nuove potenziali ondate pandemiche. E4Shield è uno dei primi progetti di innovazione nato all’interno dell’ecosistema di MIND Milano Innovation District
L’UE acquista 110mila vaccini per il vaiolo delle scimmie
Stella Kyriakides conferma l'acquisto di oltre 100mila vaccini per il monkeypox. Tuttavia, la vaccinazione va esaminata caso per caso. In totale si contano oltre 3mila casi da inizio anno
Effetti della pandemia, AIP: «Aumentano tentativi di suicidio tra i giovani. Per anziani rischio solitudine»
A Firenze sino al 25 maggio il 22° Congresso dell’Associazione Italiana Psicogeriatria “Dopo la pandemia: la sfida per una medicina a misura della terza età”. Previsti oltre 800 specialisti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...