Salute 8 Marzo 2022 15:39

Ucraina: attacchi a ospedali e ambulanze, la denuncia dell’Oms

L’Oms ha dichiarato che, negli ultimi giorni, sono aumentati gli attacchi alle strutture sanitarie dell’Ucraina, come ospedali e ambulanze

Ucraina: attacchi a ospedali e ambulanze, la denuncia dell’Oms

Negli ultimi giorni sono aumentati rapidamente gli attacchi agli ospedali, alle ambulanze e ad altre strutture sanitarie in Ucraina. Il paese sta esaurendo le sue forniture mediche vitali. E’ l’allarme lanciato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo la quale da quando è iniziata l’invasione russa dell’Ucraina lo scorso 24 febbraio, almeno nove persone sono morte in 16 attacchi alle strutture sanitarie. Non sono stati specificati i responsabili.

Escalation di attacchi alle strutture sanitarie

Catherine Smallwood, responsabile delle risposte di emergenza dell’Oms, ha dichiarato che nel conteggio rientrano incidenti in cui sono state sequestrate le ambulanze per scopi diversi dall’assistenza sanitaria. «Continueremo ad aggiornare quei numeri», ha assicurato Smallwood. «Negli ultimi giorni sono rapidamente aumentati», ha aggiunto. L’Oms sta lavorando per cercare di offrire all’Ucraina forniture mediche, come ossigeno, insulina, dispositivi di protezione individuale, strumenti chirurgici ed emoderivati, che in alcune aree stanno finendo come ha segnalato Hans Henri P. Kluge, direttore regionale dell’Oms per l’Europa.

I rifugiati ucraini dovrebbero essere inclusi nei piani di vaccinazione dei paesi ospitanti

Tra le priorità dell’Oms ci sono anche i vaccini per i bambini, in particolare contro la poliomielite, e in generale competenze in materia di salute mentale. In una dichiarazione separata, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha affermato che i paesi confinanti con l’Ucraina, che ospitano i rifugiati ucraini, dovrebbero includerli nei programmi di vaccinazione contro una serie di malattie. Oltre alla vaccinazione contro Covid-19 e contro la poliomielite, bisognerebbe anche offrire quella per il morbillo poiché l’attuale copertura vaccinale, secondo l’ECDC, è insufficiente per prevenire focolai. «L’affollamento nei rifugi antiaerei e nei centri di accoglienza potrebbe facilitare l’inizio di un’epidemia di morbillo, in particolare perché la primavera coincide con la naturale stagionalità della malattia», ha aggiunto l’agenzia.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Guerra in Ucraina, Consulcesi lancia il nuovo corso contro le emorragie da ferite da guerra
«Di fronte ai gravissimi attacchi contro l’assistenza sanitaria, mettere il maggior numero di persone in condizione di saper compiere semplici ma efficaci manovre per fermare per esempio la fuoriuscita di sangue può significare salvare una vita in più», commenta Daniele Manno, esperto di Remote e Military Life Support
Obesità in Europa al 59% negli adulti. Chianelli (AME): «Non è una questione di volontà, è una malattia e va curata»
Secondo l’ultimo Rapporto europeo sull'obesità regionale dell'OMS 2022 l'obesità ha raggiunto "proporzioni epidemiche" in Europa. L'organizzazione mondiale della sanità, dopo la presentazione del suo ultimo report mostra che la malattia sta causando 200.000 casi di cancro e 1,2 milioni di decessi all'anno
di Stefano Piazza
Supporto psicologico ai profughi ucraini, il lavoro del centro nato in memoria di Alfredino Rampi
All’interno del centro Rampi, a Roma, è nata un’unità di aiuto ai profughi ucraini in fuga dalla guerra. Ad aiutarli volontari della protezione civile, mediatori, psicologi. Michele Grano (PSICAR): «Con i bambini usiamo la modalità ludica per aiutarli a tirare fuori in maniera mediata la propria angoscia»
di Francesco Torre
Sanitari ucraini nel SSN. I dubbi di Alternativa: «Asl non hanno strumenti per valutare requisiti»
La deputata e medico Leda Volpi ha presentato un’interrogazione per sollecitare il ministero della Salute a varare una circolare o una norma: «Derogare all’iter di riconoscimento dei titoli è rischioso, parliamo di professioni molto sensibili»
di Francesco Torre
Guerra in Ucraina: Consulcesi mette in salvo 12 donne e bambini. Per loro rifugio e assistenza
Allestiti tre appartamenti con giardino a Valmontone, a Roma. 1.829 i chilometri percorsi in tre giorni dai van Consulcesi per consegnare beni e portare in Italia le vittime del conflitto
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 giugno, sono 546.396.932 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.334.351 i decessi. Ad oggi, oltre 11,73 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali