Salute 24 marzo 2014

Telemedicina, Italia sempre più all’avanguardia 

L’ultima frontiera dell’innovazione è il tablet salvavita

Immagine articolo

A prima vista sembra un semplicissimo tablet. In realtà, quello che ha messo a punto una start up dell’Università di Ingegneria del Politecnico di Torino, la Biotechware, è uno strumento destinato a cambiare il modo di effettuare e gestire le analisi mediche, con importantissimi risvolti in favore dell’accuratezza e della velocità della trasmissione delle informazioni.

CardioPad Pro è un dispositivo per la registrazione di elettrocardiogrammi, programmato e realizzato secondo le più moderne tecnologie e dotato di una piattaforma Cloud che permette di memorizzare ed elaborare tutte le informazioni relative ai pazienti che lo utilizzano. Una volta effettuata l’analisi, l’ECG viene inviato al servizio di refertazione Biotechware che, grazie al lavoro di una squadra di cardiologi altamente qualificati, fornisce l’esito in pochi minuti. Lo strumento è portatile e, per questo motivo, potrà essere utilizzato ovunque: in farmacia, in parafarmacia, ma anche nei centri di medicina sportiva e negli ospedali.

Non si tratta soltanto di uno strumento che renderà più facile il lavoro al professionista sanitario e più rapida l’analisi stessa: l’apparecchio potrà essere utilizzato anche in tutti quei casi in cui il paziente che necessita di analisi non può fisicamente spostarsi. Anche in questo caso, dunque, si abbatteranno sia i tempi che i costi per gli spostamenti.

L’utilizzo più importante, però, è quello che ne potranno fare medici e infermieri che lavorano in situazioni di emergenza. Questa possibilità è in realtà ancora in fase di studio ma, fra non molto tempo, il dispositivo potrà essere montato all’interno delle ambulanze. In questo modo lo strumento raccoglierà le informazioni del paziente affetto da disturbi al cuore nel corso del tragitto e le trasmetterà ai medici dell’ospedale a cui si è diretti: questi ultimi, presa visione delle condizioni in cui versa il soggetto, potranno quindi predisporre tutto il necessario al fine di accoglierlo nel migliore dei modi e in tempi sempre più rapidi.

Articoli correlati
Vincenzo Boccia al Campus Bio-Medico di Roma: «Rafforzare rapporti tra università e imprese per raccogliere le sfide della complessità»
Il Presidente di Confindustria in visita all'ateneo romano: «Ho visto passione, competenza, responsabilità. Gente che lavora e che ha in testa un progetto, vicina ai pazienti con orgoglio e senso di identità». Il Rettore Raffaele Calabrò: «Alleanza strategica tra università e imprese per offrire sempre più una formazione orientata alla persona, tecnica ma anche umana»
Oncologia, al via a Bari la nona Edizione di Oncology for Primary Care
Fumo, alimentazione e stili di vita al centro della Nona Edizione di Oncology for Primary Care. Il convegno sulle cure primarie e le innovazioni terapeutiche del paziente oncologico, promosso da Eugenio Maiorano e da Nicola Marzano, torna a Bari venerdì 23 e sabato 24 novembre. Più dell’80% dei malati di cancro manifesta i sintomi per […]
Fiaso, l’orgoglio dei manager della sanità: «Abbiamo salvato il SSN». Ripa di Meana: «Ora fondo per innovazione e sblocco assunzioni»
A Roma il ventennale della Federazione Italiana Aziende sanitarie e ospedaliere che ha riunito i dirigenti di 170 aziende sanitarie. Il Presidente: «Abbiamo reso il sistema capace di produrre a costi sostenibili qualità. Chiediamo siano sbloccati i contratti»
Legge di Bilancio, Zingaretti la boccia: «Spread alto brucia risorse anche per la sanità. Nel Lazio tagliamo sprechi e facciamo innovazione»
Il governatore è intervenuto all’inaugurazione del Centro Studi Clinici Fase 1 dell’IFO Regina Elena a Roma. «Siamo preoccupati - ha sottolineato - dopo discussioni infinite ancora non è chiaro quale sarà la manovra economica del governo». Poi torna sull’accordo stipulato con Sardegna, Valle d’Aosta, Piemonte e Veneto sul prezzo dei farmaci: «Ci farà risparmiare in tutto 31 milioni di euro e riguarderà un’area di 17 milioni di cittadini»
Malattia di Crohn, in arrivo una nuova terapia. L’incontro a Milano
La malattia di Crohn è una patologia infiammatoria cronica dell’intestino che colpisce 1,3 milioni di persone nel mondo, di cui circa 60.000 in Italia, soprattutto tra i 20 e i 30 anni. I sintomi, dolori addominali, perdita di peso e diarrea, fatica, anoressia o febbre, si possono manifestare in maniera imprevedibile e per questo spesso […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...