Salute 24 marzo 2014

Telemedicina, Italia sempre più all’avanguardia 

L’ultima frontiera dell’innovazione è il tablet salvavita

Immagine articolo

A prima vista sembra un semplicissimo tablet. In realtà, quello che ha messo a punto una start up dell’Università di Ingegneria del Politecnico di Torino, la Biotechware, è uno strumento destinato a cambiare il modo di effettuare e gestire le analisi mediche, con importantissimi risvolti in favore dell’accuratezza e della velocità della trasmissione delle informazioni.

CardioPad Pro è un dispositivo per la registrazione di elettrocardiogrammi, programmato e realizzato secondo le più moderne tecnologie e dotato di una piattaforma Cloud che permette di memorizzare ed elaborare tutte le informazioni relative ai pazienti che lo utilizzano. Una volta effettuata l’analisi, l’ECG viene inviato al servizio di refertazione Biotechware che, grazie al lavoro di una squadra di cardiologi altamente qualificati, fornisce l’esito in pochi minuti. Lo strumento è portatile e, per questo motivo, potrà essere utilizzato ovunque: in farmacia, in parafarmacia, ma anche nei centri di medicina sportiva e negli ospedali.

Non si tratta soltanto di uno strumento che renderà più facile il lavoro al professionista sanitario e più rapida l’analisi stessa: l’apparecchio potrà essere utilizzato anche in tutti quei casi in cui il paziente che necessita di analisi non può fisicamente spostarsi. Anche in questo caso, dunque, si abbatteranno sia i tempi che i costi per gli spostamenti.

L’utilizzo più importante, però, è quello che ne potranno fare medici e infermieri che lavorano in situazioni di emergenza. Questa possibilità è in realtà ancora in fase di studio ma, fra non molto tempo, il dispositivo potrà essere montato all’interno delle ambulanze. In questo modo lo strumento raccoglierà le informazioni del paziente affetto da disturbi al cuore nel corso del tragitto e le trasmetterà ai medici dell’ospedale a cui si è diretti: questi ultimi, presa visione delle condizioni in cui versa il soggetto, potranno quindi predisporre tutto il necessario al fine di accoglierlo nel migliore dei modi e in tempi sempre più rapidi.

Articoli correlati
Malattia di Crohn, in arrivo una nuova terapia. L’incontro a Milano
La malattia di Crohn è una patologia infiammatoria cronica dell’intestino che colpisce 1,3 milioni di persone nel mondo, di cui circa 60.000 in Italia, soprattutto tra i 20 e i 30 anni. I sintomi, dolori addominali, perdita di peso e diarrea, fatica, anoressia o febbre, si possono manifestare in maniera imprevedibile e per questo spesso […]
Long-Term Care, Nicoletta Luppi (MSD): «Puntare sull’impatto dell’innovazione nella gestione della cronicità»
«Servono nuove risposte per affrontare il problema della sostenibilità della cronicità e garantire l’accesso all’innovazione per tutti lungo il percorso di prevenzione e cura». Così Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia
Blockchain, il libro “Cripto-svelate” spiega la rivoluzione che coinvolgerà anche la sanità
ICO, hash, mining, token, Smart Contracts: termini ancora poco conosciuti che preannunciano un cambiamento epocale. Andrea e Massimo Tortorella, imprenditori forti dei loro successi in Italia e all’estero nel settore sanitario e non solo, presentano la guida per comprendere il futuro che è già davanti a noi
Stampa 3D in sanità, Marconi (Università di Pavia): «Ecco come aiuta medici e pazienti»
Dalla formazione per il personale sanitario al consenso informato di chi deve subire un’operazione. Sono tante le possibili applicazioni di questo tipo di tecnologia all’ambito medico, ma le prospettive sono ancora migliori…
EndoLive 2018, al Policlinico Gemelli tutte le innovazioni per l’endoscopia digestiva
Le più importanti novità nell’ambito dell’endoscopia digestiva andranno in scena dal 16 al 18 maggio 2018 a Roma, in occasione di “EndoLive Roma 2018” presso l’Auditorium dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il workshop è organizzato dal professor Guido Costamagna, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Endoscopia Digestiva Chirurgica della Fondazione Policlinico A. Gemelli IRCSS – Università Cattolica […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila