Salute 9 Novembre 2021 10:23

Malattie cardiovascolari, Gensini: «Metà dei pazienti abbandona la terapia dopo sei mesi»

«La mancata aderenza alle terapie determina una scarsa protezione per i pazienti e un miliardo di euro di spreco per il SSN. Il progetto Value Based Healthcare Ecosystem nasce per supportare i pazienti cardiovascolari cronici»

Malattie cardiovascolari, Gensini: «Metà dei pazienti abbandona la terapia dopo sei mesi»

«Il progetto Value Based Healthcare Ecosystem, che vede Daiichi Sankyo Italia come Main Partner, riconosce la necessità impellente di garantire ai pazienti cronici cardiovascolari quel controllo e quel supporto che meritano. Sappiamo che questi pazienti ricavano un beneficio molto tangibile dall’impiego di farmaci specifici come antipertensivi e ipolipemizzanti. Purtroppo, sappiamo che metà dei pazienti a cui viene prescritto un antipertensivo, non lo assume più a sei mesi di distanza dalla prescrizione».

Nell’intervista a Sanità Informazione Gianfranco Gensini, direttore scientifico dell’IRCCS Multimedica di Milano definisce il Value Based Healthcare Ecosystem e sottolinea l’importanza della cardiologia digitale.

«Mancata aderenza terapeutica determina un miliardo di euro di spreco per il SSN»

«Sappiamo che in Italia ci sono 1 milione e 450mila pazienti iperlipemici, con aumento del colesterolo nel sangue che non raggiungono quella riduzione dei valori opportuna per garantire loro una buona protezione. Questo determina – prosegue Gensini – non soltanto, evidentemente, una scarsa protezione per loro e il rischio di una serie di eventi cardiovascolari, ma in termini economici si traduce in un miliardo di euro di spreco per il SSN».

PNRR e potenziamento della sanità digitale

Tra gli obiettivi della Missione 6 Salute del PNRR c’è l’evoluzione e il potenziamento della sanità digitale. «Il digitale rappresenta oggi uno strumento importante, sarebbe riduttivo pensare si traduca solo nel riconoscimento vocale o la dematerializzazione delle ricette. Si deve estendere, però – precisa Gensini – ad un ripensamento dei meccanismi di gestione del paziente, di relazione tra mmg e paziente, specialista e ospedale che consenta di avere il massimo di efficienza. I nuovi strumenti devono essere tali da essere percepiti come agevoli da medico e paziente e questo richiede la loro collaborazione. Nei grandi IRCCS, in particolare i tre a vocazione cardiovascolare, il Monzino, il Multimedica e il San Donato Milanese l’uso del digitale è già avanzato e attraverso le loro competenze cliniche daranno il via all’innovazione» conclude il direttore.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Dalla riforma dell’AIFA all’innovazione in sanità, le sfide dell’Healthcare
Si è svolto oggi a Roma il convegno promosso dalla Fondazione Mesit, «La sfida Healthcare. Innovazione e attrattività del settore per la competitività in Europa»
Infarto: lunedì «nero», a inizio settimana attacchi cardiaci più gravi e letali
Per il nostro cuore non c'è giorno della settimana peggiore del lunedì. E' proprio in questo giorno, infatti, che avvengono con più frequenza gli infarti gravi e fatali. Una ricerca irlandese, presentata alla conferenza annuale della British Cardiovascular Society, ha infatti determinato che a inizio settimana il rischio di subire un attacco cardiaco letale è superiore del 13% rispetto al previsto. Il cardiologo Esposito: «A giocare un ruolo determinante è il ritmo circadiano»
Stress nemico del cuore: “Cento pagine per arrivare all’equilibrio”
Paolo Diego L’Angiocola, Responsabile di Cardiologia di Nova Salus a Gorizia, ha scritto un volume per aiutare le persone a prendere coscienza di sé e allontanare gli eccessi nemici del nostro cuore. “Le medicine servono ma prima dobbiamo partire dalla prevenzione» spiega il medico che propone tecniche essenziali per la gestione e la riduzione dello stress
PNRR, in Sicilia tre gare per potenziare i servizi socio-sanitari e il patrimonio immobiliare sanitario
La procedura è gestita da Invitalia. L'iniziativa si inserisce nell'ambito del supporto tecnico operativo reso disponibile dal Ministero dell'economia e delle Finanze e dal Ministero della Salute alle Regioni e agli Enti del servizio sanitario regionale
PNRR: Uneba, più risorse per il non profit dedicato ad anziani e fragili
Uneba ha scritto una lettera aperta alle istituzioni per chiedere una maggiore attenzione al non profit del sociosanitario che ogni giorno si prendono cura di centinaia di migliaia di uomini e donne anziani, non autosufficienti, disabili, fragili
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Scadenza triennio ECM, Magi (Omceo Roma): “Siamo in attesa delle comunicazioni di Cogeaps e Fnomceo su inadempienti”

Il presidente dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della Capitale spiega: “Ci sarà una fase preventiva in cui chiederemo a tutti di aggiornarsi, seguita da un momento in c...
Salute

Covid: in commercio terapie di dubbia sicurezza ed efficacia

Ci sono la bellezza di 38 aziende che hanno messo in commercio presunti trattamenti a base di cellule staminali e di esosomi (vescicole extracellulari) per la prevenzione e il trattamento del Covid-19
Salute

Nativi digitali apprendono come i dislessici. Logopedista: “Non si torna indietro, fondamentale educare all’uso nelle scuole”

I nativi digitali crescono con un sistema nervoso diverso e una diversa visione della vita in confronto alle generazioni precedenti, molti simili a quello delle persone con dislessia. La scuola, tutta...