Salute 13 Maggio 2019

Professioni sanitarie, Bortone (Conaps): «Imminenti ultimi decreti attuativi legge 3 del 2018, ora fase di sviluppo»

Con gli ultimi due decreti vengono stabilite la composizione delle Commissioni d’Albo e dei consigli direttivi degli Ordini. Ancora al lavoro i tecnici del ministero per l’elenco speciale che raccoglierà chi ha un titolo potenzialmente equivalente: «Quelli che non sono riconducibili alle professioni sanitarie ma che hanno immaginato di poterlo essere rimarranno fuori», sottolinea il Presidente del Conaps

Immagine articolo

Il maxi Ordine TSRM e PSTRP, che racchiude i tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, sta per prendere definitivamente forma. Lo scorso anno era stato pubblicato il primo decreto attuativo della legge 3 del 2018 che istituiva gli albi delle 17 professioni sanitarie (gli Albi dei tecnici radiologi e degli assistenti sanitari già esistevano, per un totale di 19 professioni). Ora sono in dirittura d’arrivo, come anticipa a Sanità Informazione Antonio Bortone, presidente del Conaps, Coordinamento Nazionale Associazione professioni sanitarie, anche gli ultimi due decreti attuativi che stabiliscono la composizione delle Commissioni d’Albo e dei consigli direttivi degli Ordini. Un passaggio importante che permetterà ora all’Ordine di poter funzionare in modo completo. «In questo modo si potrà pensare non solo alla tutela, alla difesa, all’identità, ma anche allo sviluppo di ogni singola categoria all’interno del maxi Ordine, quindi di fatto completerà un percorso di riordino andando verso una fase di sviluppo che riguarderà tutte le professioni sanitarie sempre a tutela e a garanzia delle qualità prestazionali per il cittadino», sottolinea Bortone.

Presidente, tutti i professionisti sanitari aspettano i famosi decreti attuativi per le professioni sanitarie. A che punto siamo, quanto sono importanti per la professione e quando arriveranno?

«Risposte ufficiose ci dicono che sono imminenti. I decreti sono stati delineati nella loro struttura, stiamo parlando di due decreti fondamentali: ovvero il decreto sulla composizione della Commissione d’Albo e il decreto sulla composizione dei consigli direttivi degli Ordini. Sono stati già definiti nella loro struttura, sono al vaglio dell’Ufficio legislativo del Ministero della Salute. Il ministero per vie ufficiose ci dice che sono praticamente imminenti. Questi decreti completeranno la fase di base della attuazione della legge 3 del 2018 perché consentirà, una volta istituiti gli albi, di comporre gli albi in termini di composizione della Commissione. Una volta che sarà insediata ogni singola commissione d’Albo ecco che le associazioni maggiormente rappresentative che oggi vicariano le funzioni delle Commissioni d’albo perderanno la loro rappresentatività ma poi soprattutto si avrà una vita molto capillare per ogni singola categoria in termini di inquadramento ordinistico per realizzare quella che è non solo la tutela, non solo la difesa, non solo l’identità, ma anche lo sviluppo di ogni singola categoria all’interno del maxi Ordine, quindi di fatto completerà un percorso di riordino con una fase di sviluppo che riguarderà tutte le professioni sanitarie, sempre a tutela e a garanzia delle qualità prestazionali per il cittadino».

LEGGI ANCHE: DEROGA ISCRIZIONE ORDINI, BEUX (TSRM E PSTRP): «CONDIVIDIAMO OBIETTIVI MA COSI’ SI RISCHIA SANATORIA. IN DECRETI ATTUATIVI SI PONGA RIMEDIO O FAREMO DA SOLI»

A proposito di novità, il famoso elenco provvisorio dell’emendamento alla finanziaria che fine è fatto?

«Non si sono perse le tracce. Si sta lavorando, si sta definendo e soprattutto si sta precisando chi riguarderà, quali soggetti saranno coinvolti in questi elenchi speciali previsti dalla legge 145. Era stata fatta una prima immaginazione con tante comunicazioni mediatiche abbastanza fantasiose. In realtà riguarderà soltanto quei professionisti che ad oggi hanno un titolo potenzialmente equivalente alle professioni sanitarie ma che a suo tempo non hanno svolto o non hanno potuto svolgere il processo di equivalenza, ecco costoro potranno iscriversi agli elenchi speciali. Tutti coloro che invece non sono riconducibili alle professioni sanitarie ma che hanno immaginato di poterlo essere, quindi per pura velleità, rimarranno fuori, perché oggi non sono toccati dalla legge 3 del 2018. Non dimentichiamoci che il provvedimento che istituisce tramite decreto attuativo gli elenchi speciali di cui alla legge 145 fa riferimento alle professioni sanitarie, di cui alla legge 3 del 2018: non dobbiamo perdere questo fil rouge perché altrimenti tutto diventa fantasioso».

Articoli correlati
Intramoenia professioni sanitarie, Sileri (Commissione Sanità) presenta Ddl. Il plauso di FNOPI e Nursing Up
La presidente FNOPI Barbara Mangiacavalli: «Non sia strumento per sopperire alle carenze di organici». Il presidente Nursing Up Antonio De Palma: «Ddl segna momento storico»
Chi sono e cosa fanno i dietisti? L’Ordine TSRM e PSTRP sfata le ‘fake news’ sulla professione
Nel mondo della nutrizione e della dietetica, dove sempre più spesso è la confusione ad essere protagonista, la Federazione nazionale degli Ordini dei TSRM e delle PSTRP e ANDID (Associazione maggiormente rappresentativa dei Dietisti) danno il loro contributo a un’informazione obiettiva. «Sul Dietista - commenta il presidente della Federazione Alessandro Beux - da troppo tempo vengono veicolate informazioni errate, fuorvianti e di conseguenza denigranti, presenti anche su alcuni siti istituzionali
ANTEL, si avvicina il Congresso. Casalino (Vice Pres.): «Linee guida e Ordine, tante sfide per i tecnici di laboratorio»
Dal 25 al 28 settembre a Roma il Congresso dell’Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico. L’evento in collaborazione con la Sibioc, Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare
1 Luglio 2019, un anno di iscrizioni agli Ordini TSRM PSTRP. Il Presidente Beux: «Stiamo costruendo la cattedrale delle professioni sanitarie»
«Un anno fa, 1° luglio 2018, si sono aperte le iscrizioni agli albi di cui al DM 13 marzo 2018. Dei 192mila professionisti stimati da censire, attualmente al portale se ne sono registrati 150mila, dei quali 110mila hanno terminato l’iter e risultano iscritti ai relativi albi. Invito i colleghi iscritti a partecipare al 1° Congresso nazionale della FNO TSRM PSTRP che si terrà a Rimini dall'11 al 13 ottobre 2019» così Alessandro Beux, presidente FNO TSRM PSTRP
Etica e sanità, parla Don Angelelli (CEI): «Garantire libertà agli operatori sanitari. Sanità cattolica ha rincorso modello aziendalistico, tornare alle origini»
Il Direttore dell'Ufficio Nazionale per la pastorale della salute, ha incontrato una delegazione dell’ANTEL, l’Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Medico, che a settembre celebreranno il Congresso Nazionale. «La Chiesa ha creato l’idea stessa di sanità nel momento in cui ha cominciato a prendersi cura delle persone che stavano morendo da sole. Ora dobbiamo recuperare il modello originario»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Salute

Boom di denunce per “malpractice”, i chirurghi non ci stanno: «Nessuno vuole fare più questo mestiere»

Dei 35mila procedimenti che si aprono ogni anno oltre il 90% si risolvono in un nulla di fatto. Il Presidente del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC), Filippo La Torre: «Serve legge che regoli la m...