Salute 24 Giugno 2019 12:04

A Milano il “processo allo zucchero” si è concluso con la sua ‘condanna’. Rossi (OMCeO Milano): «Limitarlo ma senza demonizzazioni»

Alla Statale l’evento organizzato dall’Ordine dei Medici di Milano che ha visto sul banco degli imputati lo zucchero. Nel ruolo di pubblico ministero il magistrato Fabio Roia. «Il problema è la quantità. E poi ancora come si introducono gli zuccheri, con quali alimenti vengono presi. È la misura che fa la differenza», aggiunge Rossi

di Federica Bosco

Condannato ad un anno di servizi sociali: si è concluso così il processo allo zucchero, imputato di essere causa di aumento di peso ed insorgenza di diverse malattie. Il curioso processo, guidato dal magistrato Fabio Roia, si è tenuto presso l’aula magna dell’università statale di Milano alla presenza di Medici e scienziati nelle vesti di giudici e difensori. Imputato lo zucchero, rappresentato per l’occasione da Vincenzo Santoro della pasticceria Martesana. L’iniziativa, ideata dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Milano, è stata realizzata in collaborazione con Cultural Frame Food e con l’ordine dei tecnologi alimentari di Regione Lombardia e Liguria.

«Si tratta di una formula molto interessante per analizzare un alimento – spiega Andrea Senna, Vicepresidente OMCeO Milano -questa è la terza edizione. Abbiamo iniziato con la carne rossa, poi il latte e quest’anno imputato è lo zucchero. Ma, anziché fare un evento frontale con relazioni scientifiche, che magari avrebbero potuto annoiare il pubblico, abbiamo deciso di fare una sorta di spettacolo teatrale, con i magistrati del nostro tribunale di Milano nelle vesti di attori che si sono prestati a sostenere questa parte».

Per Roberto Carlo Rossi Presidente dell’Ordine dei Medici di Milano «lo zucchero è da condannare, ma occorre anche ricordare che i carboidrati sono alla base della vita e della respirazione cellulare e senza carboidrati noi non potremmo stare. Il problema è la quantità. E poi ancora come si introducono gli zuccheri, con quali alimenti vengono presi. È la misura che fa la differenza».

LEGGI ANCHE: LO ZUCCHERO FA MALE AL CUORE? CALABRESE: «CI DA’ GIOIA NEL PALATO ED ENERGIA NEI MUSCOLI. L’IMPORTANTE E’ NON ABUSARNE»

Presidente, come si educano gli italiani ad un uso corretto dello zucchero?

«L’obesità infantile sta dilagando, così come le calorie nelle bevande zuccherate per i ragazzini, nelle merendine e negli snack».

È giusta la condanna dello zucchero?

«Sì, ma nessuna demonizzazione però! Una bevanda gasata ogni tanto è possibile, ma con la consapevolezza che si sta introducendo una grossa quantità di zuccheri. Questo messaggio deve arrivare anche ai più piccoli».

Una dieta corretta quanto zucchero ammette? 

«Gli zuccheri semplici non dovrebbero superare il 10% dell’introito giornaliero. Gli zuccheri semplici sono i monosaccaridi e i disaccaridi. Gli zuccheri complessi sono gli amidi, che troviamo ad esempio in pasta e pane. Quindi il quantitativo è molto ridotto, se si considera che molti alimenti contengono già parecchi zuccheri semplici, ad esempio la frutta che è ricca di fruttosio. È evidente quindi che dobbiamo limitare molto il consumo dello zucchero».

Articoli correlati
Campagna vaccinale, Rossi (OMCeO Milano): «Tutti i medici devono ricevere Pfizer»
Il presidente dell'Ordine dei Medici di Milano: «Scelta sbagliata somministrare Astrazeneca ai libero professionisti quando gli ospedalieri hanno ricevuto Pfizer. E per la campagna degli over 80 troppa burocrazia nelle prenotazioni»
di Federica Bosco
Nuovi farmaci contro il diabete proteggono anche dalle malattie cardiovascolari
«I nuovi farmaci non solo permettono di migliorare il controllo glicemico con un’incisiva azione metabolica e causando una perdita di peso corporeo, ma producono anche un effetto cardioprotettivo con una importante riduzione degli eventi e della mortalità cardiovascolare» sottolinea il Professor Manfredi Tesauro, endocrinologo, Università di Tor Vergata
OMCeO Milano, Roberto Carlo Rossi confermato Presidente: «Tanti progetti in campo, ma la priorità è la tempesta Covid»
Insediato il nuovo consiglio dell'Ordine dei Medici di Milano 2021-2024. Oltre al Presidente (Roberto Carlo Rossi), sono stati confermati il Vicepresidente (Andrea Senna), Segretario (Ugo Giovanni Tamborini) e Tesoriere (Martino Trapani)
Il presidente dei medici di Milano: «Scarseggiano vaccini antinfluenzali e dpi, ma intanto in arrivo 300 cause contro di noi»
Roberto Carlo Rossi: «I medici di famiglia il 19 ottobre avranno 30 dosi a testa, ma dovranno vaccinare 400 pazienti. I dpi dobbiamo comprarceli da soli, però aumentano i pareri legali richiesti per valutare eventuali colpe mediche durante il Covid. E l’assenza dei decreti attuativi della legge Gelli peggiora le cose»
OMCeO Milano, un libro per raccontarne storia e prospettive. Rossi: «Serve un piano pandemico»
Il presidente dell'Ordine dei Medici: «13% di medici milanesi colpiti da Covid, troppi. Impariamo dagli errori del passato. Non si risparmia sulla sanità»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.