Lavoro 23 Febbraio 2021 09:30

Campagna vaccinale, Rossi (OMCeO Milano): «Tutti i medici devono ricevere Pfizer»

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Milano: «Scelta sbagliata somministrare Astrazeneca ai libero professionisti quando gli ospedalieri hanno ricevuto Pfizer. E per la campagna degli over 80 troppa burocrazia nelle prenotazioni»

di Federica Bosco
Campagna vaccinale, Rossi (OMCeO Milano): «Tutti i medici devono ricevere Pfizer»

Con 593mila dosi, la Lombardia è al primo posto tra le regioni italiane per numero di vaccini anti-Covid somministrati. Un primato che non esenta la regione da critiche provenienti dalle categorie sanitarie. Il presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Milano, Roberto Carlo Rossi, alza gli scudi in difesa dei libero professionisti: non sono medici di serie B, sostiene, e ai nostri microfoni spiega perché non condivide il trattamento a loro riservato.

«No a medici di serie B»

«I medici libero professionisti ed odontoiatri in molti casi vengono vaccinati con Astrazeneca e invece per gli ospedalieri e i medici di medicina generale si usava Pfizer. Al di là del fatto che entrambi i prodotti possono essere validi, la differenza ha generato giuste rimostranze. Non perché non si abbia fiducia in un farmaco – puntualizza -, ma la cosa più logica sarebbe continuare con lo stesso vaccino. Per questo abbiamo fatto richiesta alla Regione».

Troppa burocrazia nelle prenotazioni

Nel frattempo, è partita la campagna vaccinale anti-Covid per gli over 80.  Nelle ultime 48 ore in Lombardia sono state somministrate da ATS oltre 6000 dosi, mentre le adesioni sono a quota 470 mila. Di queste 300 mila effettuate sul portale, 140 mila attraverso i farmacisti e 19 mila dai medici di medicina generale. Il presidente dell’Ordine dei medici di Milano lamenta però una certa difficoltà nel gestire le prenotazioni.

«Ai nastri di partenza c’è stato un problema di definizione dei ruoli – commenta Rossi -. In Regione hanno pensato che a prendere gli appuntamenti fosse il medico di medicina generale. Ipotesi impraticabile, perché non solo la procedura prevista comporterebbe l’identificazione di un codice OTP sul telefono e la stampa del documento da consegnare in formato cartaceo agli over 80 prenotati, ma richiederebbe la presenza costante di un professionista per gestire la parte burocratica. Una procedura macchinosa, complessa, impossibile da svolgere per chi ha oltre 300 anziani con più di ottanta primavere. Quindi abbiamo chiesto l’attivazione di un comitato regionale per evadere le pratiche – aggiunge Rossi, – e al contempo abbiamo anche chiesto aiuto per la vaccinazione a domicilio da effettuare a coloro che non sono trasportabili».

«Partenza in salita»

«Bisogna ragionare sui grandi numeri – continua – e assumere personale qualificato, come ingegneri gestionali, che si occupino di questo aspetto. La partenza della campagna vaccinale non mi sembra ben riuscita, ma sono pronto a ricredermi se i fatti mi dovessero smentire».

All’ospedale in fiera primi vaccini agli agenti di polizia locale

Il 15 febbraio sono state somministrate le prime dosi ai medici di medicina generale e ai libero professionisti. Previste 550 dosi al giorno per un totale di 2900 presso il COM di Milano, (Centro Ospedaliero Militare) in collaborazione con l’ASST Santi Paolo e Carlo. Ieri, invece, presso il Centro vaccinale dell’ospedale in fiera ha preso il via la campagna vaccinale degli agenti di polizia locale. Sono intervenuti per l’occasione il Capo della polizia, Franco Gabrielli, e il Prefetto di Milano Renato Saccone.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaccinare i bambini essenziale per immunità di gregge. Mannucci (Aifa): «Insensati timori su effetti a lungo termine»
«I bambini rispondono meglio degli adulti ai vaccini, l’approvazione della FDA negli Usa è un segnale preciso»
di Federica Bosco
Ministero: «I sanitari non vaccinati non possono esercitare in alcun modo la professione»
La circolare del Ministero della Salute alle Federazioni degli Ordini: «La sospensione é tout court, e non limitata alle attività a contatto con le persone. Eventuali ricorsi alla Commissione Centrale per gli Esercenti le Professioni Sanitarie non hanno effetti impeditivi»
Eventi avversi vaccini anti-Covid, non grave l’86%. Il rapporto Aifa
Pervenute 91 mila segnalazioni su un totale di 76,5 milioni di dosi somministrate (tasso di segnalazione di 119 ogni 100.000 dosi)
Scuola, appello ai pediatri: «Parlate a genitori e ragazzi, il vaccino è fondamentale per la didattica in presenza»
Di Mauro (SIPPS) punta sulla corretta informazione scientifica per fugare dubbi e paure. Barbi (FIASO): «I giovani chiedono di vaccinarsi, mentre i genitori temono effetti collaterali a lunga scadenza. È importante tranquillizzarli»
di Federica Bosco
La variante Delta ha cambiato le carte in tavola. Ecco perché e cosa andrebbe fatto per affrontarla
Il professor Guido Rasi: «La variante Delta infetta anche i vaccinati, che tuttavia rimangono asintomatici o paucisintomatici. Mantenere distanziamento e mascherine»
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 novembre, sono 260.208.307 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.185.296 i decessi. Ad oggi, oltre 7,54 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano