Lavoro 23 Febbraio 2021 09:30

Campagna vaccinale, Rossi (OMCeO Milano): «Tutti i medici devono ricevere Pfizer»

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Milano: «Scelta sbagliata somministrare Astrazeneca ai libero professionisti quando gli ospedalieri hanno ricevuto Pfizer. E per la campagna degli over 80 troppa burocrazia nelle prenotazioni»

di Federica Bosco
Campagna vaccinale, Rossi (OMCeO Milano): «Tutti i medici devono ricevere Pfizer»

Con 593mila dosi, la Lombardia è al primo posto tra le regioni italiane per numero di vaccini anti-Covid somministrati. Un primato che non esenta la regione da critiche provenienti dalle categorie sanitarie. Il presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Milano, Roberto Carlo Rossi, alza gli scudi in difesa dei libero professionisti: non sono medici di serie B, sostiene, e ai nostri microfoni spiega perché non condivide il trattamento a loro riservato.

«No a medici di serie B»

«I medici libero professionisti ed odontoiatri in molti casi vengono vaccinati con Astrazeneca e invece per gli ospedalieri e i medici di medicina generale si usava Pfizer. Al di là del fatto che entrambi i prodotti possono essere validi, la differenza ha generato giuste rimostranze. Non perché non si abbia fiducia in un farmaco – puntualizza -, ma la cosa più logica sarebbe continuare con lo stesso vaccino. Per questo abbiamo fatto richiesta alla Regione».

Troppa burocrazia nelle prenotazioni

Nel frattempo, è partita la campagna vaccinale anti-Covid per gli over 80.  Nelle ultime 48 ore in Lombardia sono state somministrate da ATS oltre 6000 dosi, mentre le adesioni sono a quota 470 mila. Di queste 300 mila effettuate sul portale, 140 mila attraverso i farmacisti e 19 mila dai medici di medicina generale. Il presidente dell’Ordine dei medici di Milano lamenta però una certa difficoltà nel gestire le prenotazioni.

«Ai nastri di partenza c’è stato un problema di definizione dei ruoli – commenta Rossi -. In Regione hanno pensato che a prendere gli appuntamenti fosse il medico di medicina generale. Ipotesi impraticabile, perché non solo la procedura prevista comporterebbe l’identificazione di un codice OTP sul telefono e la stampa del documento da consegnare in formato cartaceo agli over 80 prenotati, ma richiederebbe la presenza costante di un professionista per gestire la parte burocratica. Una procedura macchinosa, complessa, impossibile da svolgere per chi ha oltre 300 anziani con più di ottanta primavere. Quindi abbiamo chiesto l’attivazione di un comitato regionale per evadere le pratiche – aggiunge Rossi, – e al contempo abbiamo anche chiesto aiuto per la vaccinazione a domicilio da effettuare a coloro che non sono trasportabili».

«Partenza in salita»

«Bisogna ragionare sui grandi numeri – continua – e assumere personale qualificato, come ingegneri gestionali, che si occupino di questo aspetto. La partenza della campagna vaccinale non mi sembra ben riuscita, ma sono pronto a ricredermi se i fatti mi dovessero smentire».

All’ospedale in fiera primi vaccini agli agenti di polizia locale

Il 15 febbraio sono state somministrate le prime dosi ai medici di medicina generale e ai libero professionisti. Previste 550 dosi al giorno per un totale di 2900 presso il COM di Milano, (Centro Ospedaliero Militare) in collaborazione con l’ASST Santi Paolo e Carlo. Ieri, invece, presso il Centro vaccinale dell’ospedale in fiera ha preso il via la campagna vaccinale degli agenti di polizia locale. Sono intervenuti per l’occasione il Capo della polizia, Franco Gabrielli, e il Prefetto di Milano Renato Saccone.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Eventi avversi vaccini anti-Covid, il terzo rapporto Aifa: «Il 92,7% non gravi»
Sono 46.237 le segnalazioni registrate su un totale di 9 milioni di dosi somministrate, con un tasso di 36 eventi gravi ogni 100 mila somministrazioni. La distribuzione per sesso ed età
Vaccini, Ippolito (Cts): «Rischi Covid maggiori di ipotetici eventi avversi. Tanto basta per decisioni razionali»
Dalle rare reazioni avverse di AstraZeneca e Johnson&Johnson ai dubbi sulla seconda dose, le risposte del direttore scientifico dello Spallanzani e membro del Cts Giuseppe Ippolito
di Peter D'Angelo
Covid, MSF: «Vaccinare persone ad alto rischio nei Paesi in via di sviluppo prima di quelle a basso rischio nei Paesi ricchi»
La presidente di Medici Senza Frontiere Claudia Lodesani: «Il 75% dei vaccini somministrato in 10 Paesi del mondo. Ci sono Stati che non hanno ricevuto ancora una singola dose. I brevetti vanno sospesi per tutta la durata della pandemia»
di Federica Bosco
La saga di AstraZeneca: come una comunicazione sbagliata può ostacolare un ottimo vaccino
Il vaccino Vaxzevria, meglio noto come AstraZeneca, presenta un ottimo profilo di efficacia e sicurezza nonostante una percezione negativa che gran parte del pubblico ha sviluppato, principalmente causata da errori di comunicazione e di comportamento da parte del produttore
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
Draghi: «Assurdo vaccinare uno psicologo di 35 anni». La risposta degli psicologi: «È stato il Governo a sancire l’obbligo per tutti i sanitari»
Lazzari (CNOP): «Siamo increduli. Quando il vaccino era volontario circa la metà degli psicologi vi aveva rinunciato, mostrando un grande senso di responsabilità. Si tratta di professionisti che onestamente avevano ritenuto che le proprie condizioni di lavoro (a distanza) non potessero mettere a rischio lo stato di salute dei propri pazienti»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 13 maggio, sono 161.188.177 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.344.757 i decessi. Ad oggi, oltre 1,38 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...