Professioni Sanitarie 10 Dicembre 2018 12:23

Tecnici di laboratorio, professione in evoluzione. La presidente ANTEL Cabrini: «Con nuovo Ordine multialbo sfida è creare rete di professionisti»

Con la legge Lorenzin è tra le 17 professioni entrate nell’’Ordine TSRM e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione. Il vicepresidente Casalino: «Ancora poche possibilità per noi di ricoprire ruoli dirigenziali. Sulla formazione mancano dottorati specifici»

Svolgono un lavoro essenziale nell’ambito delle professioni sanitarie. Ma ora, con l’ingresso nell’Ordine TSRM e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione puntano a un ulteriore salto di qualità. Parliamo dei tecnici di laboratorio rappresentati dall’ANTEL, l’Associazione Nazionale dei Tecnici di laboratorio biomedico, coloro che svolgono attività di laboratorio di analisi in diversi settori come l’anatomia patologica, la patologia clinica, il trasfusionale.

«La sfida futura – spiega la presidente ANTEL Alessia Cabrini a Sanità Informazione – è quella dell’ingresso nell’ordine entrato in vigore con la legge 3 del 2018, un ordine multialbo con più professioni. Puntiamo a creare sinergia e collaborazione tra tutte queste professionalità ognuno per il proprio profilo di competenza. L’importante è costruire una rete di professionisti sul territorio che possano applicare tali competenze».

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, BEUX (TSRM e PSTRP): «ORDINE FAVORIRA’ QUALITA’. ORA SERVONO DECRETI ATTUATIVI»

Come altre professioni, sono tanti ancora i tecnici di laboratorio che non si sono iscritti all’Ordine che racchiude 17 professioni sanitarie, dai logopedisti ai fisioterapisti.

«Alcuni vedono l’Ordine come una penalizzazione – continua Cabrini – e non vedono una implementazione futura che potrebbe invece raccogliere dei frutti in termini di competenza e di riconoscimento della professione e di lotta all’abusivismo. È un processo che si è appena attuato e quindi è un po’ difficile far capire quali saranno gli sviluppi futuri. Noi ci proviamo come associazione. Sul territorio io personalmente informo, parlo, cerco di coinvolgere tutti i tecnici di laboratorio».

Una professione, quella del tecnico di laboratorio, che sta cambiando molto velocemente negli ultimi anni grazie anche ai progressi tecnologici, un cambiamento che porta a diverse esigenze dal punto di vista della formazione, dell’operatività e dell’inquadramento professionale.

«Sicuramente la tecnologia avanzata che sta arrivando porta ad avere dei ruoli diciamo diversi da quelli di tanti anni fa – commenta il vicepresidente ANTEL Paolo Casalino – Sia nell’ambito operativo che nell’ambito formativo. La legge 251 del 2000 ha già portato la possibilità per noi tecnici di ricoprire ruoli dirigenziale all’interno delle strutture anche se questa possibilità nel panorama nazionale non è ancora molto diffusa. Per quanto riguarda la formazione, manca ancora a livello universitario la possibilità dell’area tecnica di partecipare a dei dottorati che nell’area infermieristica sono già attivi. Sulla parte operativa più si va avanti più è necessario un tecnico specialista. La professione sta cambiando, ci sono alcuni settori molto specialistici e dei tecnici che svolgono dei ruoli che tanti anni fa non avevano. Proprio questa formazione diversa e avanzata ha portato il ruolo del tecnico di laboratorio a elevarsi rispetto a tanti anni fa. La sfida è avere dei professionisti di alta specializzazione con competenze ma anche con responsabilità. Il nuovo Ordine sicuramente può aiutare a dare una riorganizzazione anche alla nostra professione».

Articoli correlati
Abusivismo, Cerchiaro (TSRM PSTRP Genova): «Segnaliamo ai NAS chi non ha completato domanda di iscrizione»
Per il Presidente dell’Ordine TSRM PSTRP di Genova e membro del Comitato centrale della Federazione è fondamentale la collaborazione dei cittadini: «A Genova circa 150 domande non completate. Cittadini segnalino se hanno dubbi, preziosa loro collaborazione»
di Francesco Torre
Professioni sanitarie, Riposati: (educatori professionali): «Parola d’ordine, multidisciplinarietà»
Intervista al presidente della commissione d’albo nazionale, intervenuto al secondo congresso nazionale della Federazione Nazionale dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione
«Con il PNRR ci aspettiamo una rivoluzione del sistema dei laboratori». Parla Saverio Stanziale, presidente della CdA dei TSLB
Il presidente della Commissione d’Albo dei Tecnici Sanitari di Laboratorio biomedico promuove l’innovazione del direttore assistenziale in Emilia Romagna e sottolinea: «Può tradurre al meglio le nostre competenze». Poi chiede l’ampliamento della formazione universitaria di base
di Francesco Torre
Congresso FNO TSRM PSTRP, il vicepresidente Diego Catania: «Il futuro è multidisciplinare, stare insieme è la sfida del domani»
Giornata conclusiva del secondo Congresso nazionale del maxiordine delle professioni sanitarie. Il delegato alla Comunicazione Diego Catania spiega: «Dobbiamo far conoscere ai cittadini le competenze delle 19 professioni sanitarie che anche nella pandemia hanno svolto un ruolo importante». Intanto la Federazione cambia logo
di Francesco Torre e Arnaldo Iodice
Professioni Sanitarie in Campania, in due atenei mancano i profili nell’organico dei corsi di laurea
L’allarme del presidente Ordine TSRM PSTRP Napoli Avellino Benevento Caserta: «A rischio la validità della formazione nei tirocini professionalizzanti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

«A Natale 25-30mila casi al giorno e 1000 decessi settimanali. Tutto dipenderà dal Governo». L’analisi del fisico Sestili

L’intervista al divulgatore scientifico Giorgio Sestili: «La curva continuerà a crescere di un 25-30% settimanale. Lo scenario drammatico in Austria e Germania si può ripropo...