Salute 17 maggio 2018

Immunoterapia oncologica, Garassino (Istituto Tumori Milano): «Sfatiamo il mito: in Italia la ricerca è ad altissimi livelli»

«Una frontiera rivoluzionaria che già ha alzato quantità e qualità di vita»: si riferisce alla terapia immunologica Marina Chiara Garassino, Responsabile dell’Oncologia Polmonare della Fondazione IRCCS Istituto Tumori di Milano

Immagine articolo

L’immunoterapia riscuote consensi nel mondo scientifico e tra i pazienti. Questo trattamento, che sfrutta la capacità del sistema immunitario di riconoscere la malattia, è sempre più richiesto e sembrerebbe portare notevoli benefici. Esistono vari campi clinici in cui questa terapia viene applicata; fino ad oggi il campo nel quale ha ottenuto più successi è proprio quello oncologico, in particolare nell’ambito di cancri polmonari.

«L’immunoterapia ha portato aumenti consistenti della quantità di vita dei pazienti ma soprattutto della qualità», spiega ai nostri microfoni Marina Chiara Garassino, Responsabile dell’Oncologia Medica Toraco Polmonare dell’IRCCS Istituto Tumori di Milano intervistata in occasione del Festival delle Scienza Medica di Bologna.

LEGGI ANCHE: TUMORE EPATICO, STUDIO ITALIANO RIVELA: IL MICROBIOTA PREDICE CHI SI PUÒ AMMALARE

«Si tratta di terapie sostanzialmente ben tollerate e sicuramente sopportate meglio della chemioterapia» aggiunge. «Sicuramente siamo all’inizio di una storia perché l’immunoterapia sta cominciando solo adesso a sfoderare le sue prime armi ma attendiamo passi significativi».

LEGGI ANCHE: RACE FOR THE CURE, ROSANNA BANFI: «LA ‘SORELLANZA’ TI SALVA LA VITA. DONNE, DEDICATE DEL TEMPO A VOI STESSE: FATE I CONTROLLI ANNUALI»

L’immunoterapia nasce nei primi anni del XX secolo grazie all’intuizione geniale di Paul Ehrlich, microbiologo tedesco già ideatore della chemioterapia. Ehrlich sostenne la possibilità che alcune molecole, già presenti nell’organismo umano, potessero combattere disfunzioni organiche. Dunque, stimolare l’intervento più ‘massiccio’ delle difese immunitarie naturali poteva essere una buona difesa per il corpo soprattutto contro le cellule cancerogene.

«Una frontiera su cui si lavora da anni – prosegue la Garassino – . Con l’occasione sfatiamo il mito per cui si pensa che in Italia non si fa ricerca. La ricerca in Italia nel campo oncologico è outstanding, siamo al livello delle più importanti istituzioni americane. La ricerca nel nostro Paese è ad altissimo livello ed è connessa a livello internazionale, ne è un esempio calzante l’immunoterapia giunta in Italia a livelli estremamente soddisfacenti».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Aaiito e Federasma allergie lanciano la petizione: «Una firma contro asma e allergie»
“Una firma contro le allergie e l’asma”. È la prima petizione nazionale indetta per migliorare la vita delle persone allergiche e rafforzare le istanze dell’allergologia italiana, chiedendo il sostegno di tutti: pubblica opinione, associazioni, pazienti e medici. Le malattie allergiche nel loro diverse forme sono in continuo aumento, ma gli allergologi sono sempre meno. I dati epidemiologici […]
AIPO, a Verona l’ottava edizione di “Orizzonti in Pneumologia”
Si terrà a Verona il 15 e 16 Febbraio, presso il Palazzo della Gran Guardia, l’ottava edizione di “Orizzonti in Pneumologia”, l’evento organizzato dall’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO). L’AIPO si propone di fare il punto sulle più recenti scoperte e sulle prospettive future (orizzonti, appunto) nell’ambito delle malattie respiratorie. A dare il via ai lavori, dopo […]
Aipo, “Orizzonti in Pneumologia”: l’ottava edizione a Verona
Si terrà a Verona il 15 e 16 Febbraio, presso il Palazzo della Gran Guardia, l’ottava edizione di “Orizzonti in Pneumologia”, evento organizzato dall’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO) che si propone di fare il punto sulle più recenti scoperte e sulle prospettive future nell’ambito delle malattie respiratorie. A dare il via ai lavori, dopo i […]
Tumori testa-collo: nuovi farmaci in arrivo entro l’estate
L’Immunoterapia potrebbe essere la nuova chiave di svolta per combattere i tumori testa-collo.I nuovi farmaci, che arriveranno in Italia entro l’estate, agiscono sul sistema immunitario stimolando una risposta positiva. Si tratta infatti di terapie che hanno come primo bersaglio non la malattia stessa, ma il potenziamento delle risposte immuni dell’individuo. Per i tumori testa-collo si […]
La rete dei 21 IRCCS associati ha istituito il working group «Immunoterapia»
L’immunoterapia oncologica e i suoi efficaci sviluppi applicativi stanno modificando la gestione dei tumori: lo testimoniano, tra l’altro, i promettenti esiti pubblicati dalla rivista Nature (Sahin et al, Ott et al, 2017) sull’utilizzo di tecnologie alternative o aggiuntive agli inibitori dei checkpoint tramite un approccio terapeutico vaccinale personalizzato, diretto miratamente contro i neoantigeni specifici di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi 1993-2006: «Riconosciuto diritto ad incremento triennale»

L’avvocato Marco Tortorella, uno dei massimi esperti della materia, spiega cosa cambia con le ultime sentenze del Tribunale di Roma: «La rivalutazione era prevista dalla normativa ma non era mai st...
Lavoro

Comparto sanità, sottoscritto in via definitiva il contratto. Sindacati soddisfatti, ma Nursing Up non firma

Se Sergio Venturi (Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) si dice contento del risultato e Serena Sorrentino (Segreteria generale Fp Cgil) è già al lavoro per il CCNL 2019/2021, Antonio...
Lavoro

Ex specializzandi, si riapre tutto: «La prescrizione non è mai scattata»

Il parere: «Senza normative e sentenze chiare e univoche, la prescrizione ad oggi non è decorsa». Consulcesi: «Pronta nuova azione collettiva»