Salute 16 Maggio 2018 11:02

Race for the cure, Rosanna Banfi: «La ‘sorellanza’ ti salva la vita. Donne, dedicate del tempo a voi stesse: fate i controlli annuali»

Arrivata alla sua 19° edizione la manifestazione promossa dall’Associazione Komen Italia torna al Circo Massimo dal 17 al 20 maggio con sport, musica e cucina. A disposizione medici e operatori sanitari per controlli e consulti gratuiti

Race for the cure, Rosanna Banfi: «La ‘sorellanza’ ti salva la vita. Donne, dedicate del tempo a voi stesse: fate i controlli annuali»

«È di ‘sorellanza’ che vi voglio parlare, perché sapere di non essere sola è tutto». Così l’attrice Rosanna Banfi ripercorre l’esperienza «molto difficile» che l’ha vista, 9 anni fa, combattere contro un tumore al seno che fortunatamente «ha avuto la peggio». «Per ‘sorellanza’ intendo la fratellanza al femminile – spiega l’attrice -. Madri, figlie e sorelle che in un momento di difficoltà, si aiutano vicendevolmente».

Madrina d’eccezione –  insieme all’attrice Maria Grazia Cucinotta – per ‘Race for the cure 2018’, la manifestazione promossa dall’associazione Komen Italia e giunta alla sua 19° edizione, la figlia del grande attore pugliese Lino Banfi ci racconta il suo impegno per promuovere la diagnosi precoce: «Preso in tempo, il tumore al seno si può sconfiggere. Per questo la prevenzione è così importante, io sono qui, in persona a poterlo affermare. Ci tengo a sostenere un messaggio: questa lotta si può vincere, conta arrivare presto».

LEGGI ANCHE: ONCOLOGIA E FERTILITÀ: NASCE LA PARTNERSHIP TRA IVI (ISTITUTO VALENCIANO DI INFERTILITÀ) E RACE FOR THE CURE

«Dopo questa esperienza così traumatica – prosegue – ho deciso di diventare testimonial per la prevenzione ed è così che ho conosciuto la Komen». Susan G. Komen for the cure Italia è un’associazione senza scopo di lucro nata dal provvidenziale incontro tra un gruppo motivato di medici e pazienti romani e la più importante organizzazione non-profit dedicata alla lotta ai tumori degli Stati Uniti. Da molti anni l’associazione italiana organizza iniziative di sport, benessere e attività ricreative e ancor più importanti consulti medici ed esami diagnostici gratuiti con l’obiettivo di «ricordare a tutte le donne – sottolinea la Banfi –  di prendersi un minuto e dedicarsi alla cura della propria salute».

TI POTREBBE INTERESSARE: UMANIZZARE CON LA PITTURA, ARMONIA ONLUS: «A PIACENZA LA PAZIENTE ONCOLOGICA È UN ‘PETALO DI ROSA’…»

La quattro giorni capitolina (LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO) si svolgerà dal 17 al 20 maggio nell’esclusiva location del Circo Massimo e vedrà come protagoniste, anche quest’anno, le ‘maglie rosa’ che partiranno dalla Capitale per arrivare in tante altre città d’Italia a portare il loro messaggio di solidarietà e coraggio.

«Nel corso di questi anni, grazie alla Race for the cure – prosegue l’attrice – ho conosciuto migliaia di donne che hanno avuto la mia stessa malattia e ho scoperto un mondo: il mondo della solidarietà».

«Quello che dico sempre a tutte le ragazze e le donne che incontro è – conclude -: trovate un minuto per voi, è sufficiente una volta l’anno per fare mammografia ed ecografia, basta questo per tenersi sotto controllo. Un piccolo gesto può salvare la vita, questo è un dono troppo importante per negarlo a noi stesse».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Onconnext, Boldrini: «Dieci punti fil rouge di una presa in carico multidisciplinare sul territorio»
“Onconnext” è il documento condiviso dalle principali associazioni dei pazienti con tumore al seno presentato alla Camera dei Deputati. Contiene dieci proposte concrete per rinnovare i percorsi di diagnosi e cura rafforzando l’integrazione tra ospedale e territorio
Osteosarcopenia: cosa fare quando ossa e muscoli non godono di buona salute
In Italia 5 milioni di persone sono affette da osteoporosi. La perdita di massa ossea e di quella muscolare sono processi fisiologici, ma entrambi concorrono a determinare un aumento della fragilità e del rischio fratture. Fondamentale la prevenzione con un corretto stile di vita, attività fisica e acquisizione di calcio, proteine e soprattutto vitamina D
Tumore seno HER2Low: trastuzumab deruxtecan riduce rischio morte del 50% rispetto alla chemioterapia
Trastuzumab deruxtecan è la prima terapia anti-HER2 a dimostrare un beneficio di sopravvivenza in questa popolazione. Potrebbe ridefinire il trattamento del tumore al seno per circa la metà delle pazienti affette da carcinoma mammario. I dati dello studio sono stati presentati nella sessione plenaria dell'ASCO e pubblicati sul New England Journal of Medicine 
Liste d’attesa: SSN investe sugli ambulatori specialistici accreditati per snellirle
Marino (Unindustria Lazio): «L’accordo tra Ministero della Salute e Regioni è quasi concluso. Presto i cittadini avranno un accesso più rapido alle prestazioni. Ora, il Governo offra un ruolo attivo agli ambulatori specialistici privati-accreditati nella realizzazione del PNRR»
Aprile mese della prevenzione dell’ictus, SIN e ISA: «Come riconoscere precocemente i fattori di rischio»
Ci sono fattori di rischio modificabili - legati allo stile di vita - e non modificabili per condizioni patologiche
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 23 settembre 2022, sono 614.093.002 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.533.948 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi