Salute 8 Novembre 2023 11:10

“Movember”: la Società Italiana di Urologia in Senato per promuovere informazione e prevenzione sui tumori maschili

La Siu ha presentato la sua campagna di informazione e sensibilizzazione sui tumori della prostata e dei testicoli. Al centro del dibattito la necessità di un cambiamento culturale nella percezione che gli uomini hanno della propria salute ma anche le difficoltà dei clinici ad agire senza una normativa specifica che ne tuteli le scelte e le azioni. Il contrappasso è il rischio di una medicina difensiva costosa e inutile.

“Movember”: la Società Italiana di Urologia in Senato per promuovere informazione e prevenzione sui tumori maschili

Novembre è, anche a livello internazionale, il mese dedicato all’informazione e alla prevenzione del Cancro della prostata e del testicolo. Sensibilizzazione promossa dal Movimento Movember, a cui aderisce anche la Società Italiana di Urologia che ieri, 7 novembre, ha presentato in Senato le azioni che coinvolgono quasi 300 centri urologici dislocati su tutto il territorio nazionale per le quali metteranno a disposizione della cittadinanza informazioni relative alle iniziative di prevenzione, cura e diagnosi delle patologie urologiche.

Il cancro della prostata e del testicolo sono, ancora oggi, argomenti tabù per molti uomini, e la prevenzione è un tema spesso trascurato. Di qui l’impegno della SIU per diffondere informazioni corrette, sensibilizzare sull’importanza di visite ed esami preventivi, promuovere stili di vita salutari e sostenere la ricerca per migliorare l’efficacia dei trattamenti.

Una prospettiva e una necessità fatte proprie anche dal Presidente della 7 Commissione Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica, ricerca scientifica, spettacolo e sport, Roberto Marti, che nell’ospitare la Società scientifica ha voluto rimarcare quanto stretto debba essere il legame tra cultura, formazione e prevenzione.

“Il carcinoma prostatico – ha sottolineato Giuseppe Carrieri, Presidente della SIU ed Ordinario di Urologia all’Università di Foggia – è divenuto, negli ultimi dieci anni, il tumore più frequente nella popolazione maschile, con circa 36.000 nuove diagnosi annue. Ma sebbene il 53% degli uomini dichiari di temere una diagnosi di neoplasia prostatica, solo uno su quattro ha effettuato un esame di controllo”. E questo nonostante l’81% degli uomini sia consapevole che il tumore alla prostata sia il più diffuso

“Gli Urologi – ha sottolineato Carrieri – sono consapevoli dell’importanza della diagnosi precoce del cancro della prostata e che intercettare questa pericolosa malattia nelle fasi iniziali vuol dire risolvere quasi sempre il problema. Ossia curare i pazienti e guarire nella gran parte dei casi. Viceversa, andare dall’urologi soltanto quando compaiono i sintomi, cioè in una fase tardiva della malattia, vuol dire in qualche modo avere pochissime armi per un tumore che a quel punto rischia di essere già molto invasivo, difficilmente curabile e altrettanto difficilmente guaribile. Analogamente a quanto avviene per altri tumori specifici della sfera femminile quali il tumore della cervice uterina, tumore della mammella per i quali è prevista la realizzazione di programmi di screening di massa, la SIU auspica che anche il tumore della prostata possa essere inserito in programmi di screening di massa rivolti a quella fascia di popolazione maggiormente sensibile, ovvero tutti gli uomini di oltre 50 anni”.

E che la prevenzione sia importante, come accennato, è fermo convincimento anche del Presidente della 7 Commissione del Senato, Roberto Marti, secondo cui questo termine non può che far rima, in primis, con “educazione”.

“Proprio tre mesi fa – ha ricordato Marti – abbiamo varato la legge che prevede la reintroduzione dei giochi della gioventù all’interno delle scuole. All’interno del provvedimento abbiamo inserito gli screening oncologici che i ragazzi devono effettuare. Una sorta di costituzionalizzazione della prevenzione all’interno delle scuole, perché è da lì che noi dobbiamo partire stimolando i ragazzi, ma anche e soprattutto i genitori, facendo cadere le barriere psicologiche ed anche qualche timore o vergogna dei ragazzi verso i genitori e verso gli insegnanti, dando loro la possibilità  di aprirsi alla conoscenza del proprio corpo e di cosa devono fare per tutelarne l’integrità”.

ATTENZIONE ALLA MEDICINA DIFENSIVA, FIGLIA DI UNA NORMATIVA CHE TARDA A COMPLETARSI

Vincenzo Mirone, Responsabile della comunicazione della SIU ed Ordinario di Urologia all’Università degli Studi di Napoli, dopo aver anch’egli sottolineato l’importanza della prevenzione, ha sottolineato anche gli aspetti più strettamente correlati ad un esercizio sereno della professione.

“L’Italia è l’unico Paese, insieme a Venezuela e Polonia, che prevede ancora il reato gravissimo di omicidio colposo per un medico in esercizio delle sue funzioni. Ma è assurdo anche solo immaginare che un medico entri in sala operatoria con l’obiettivo di uccidere un paziente sul letto operatorio”. Di qui la necessità, sottolineata dalla SIU, di dare finalmente concretezza a quanto già normato con la Legge Gelli-Bianco (per la quale ancora mancano moti decreti attuativi, per esempio) affinché i medici riacquistino da un lato una maggiore serenità professionale e, dall’altro, un altrettanto sereno rapporto con i loro pazienti.

 

Articoli correlati
Aumenta l’incidenza e la mortalità del tumore al colon-retto tra i giovani adulti, colpa di alcol e obesità
L'incidenza e la mortalità per tumore al colon-retto sono in aumento tra i giovani adulti di 25-49 anni. E' quanto emerge dai risultati, di uno studio, pubblicato sulla rivista Annals of Oncology, nel quale si prevedono i tassi di mortalità per tumore nell'Unione Europea (UE) e nel Regno Unito per il 2024. Ciononostante, la mortalità prevista per questo tipo di tumore risulta complessivamente in calo in tutta Europa
di V.A.
Con cerotto “smart” possibile monitoraggio delle dimensioni del tumore su smartphone
Un dispositivo adesivo indossabile, che si attacca alla pelle come un cerotto, può misurare costantemente le dimensioni di alcuni tumori e trasmettere le informazioni in modalità wireless a uno smartphone. Il dispositivo, sviluppato da Hsing-Wen Sung della National Tsing Hua University di Taiwan e colleghi, è stato descritto sulla rivista ACS Nano
Ogni anno di studio aumenta l’aspettativa di vita
Ogni anno trascorso a scuola o all’università migliora l’aspettativa di vita. Al contrario non frequentare ha tassi di mortalità pari al fumare o al bere molto. Almeno questo è quanto emerso dal primo studio sistematico che collega direttamente l’istruzione al guadagno in longevità, pubblicato sulla rivista The Lancet Public Health
Tumore al seno, l’Intelligenza artificiale può risparmiare alle donne terapie inutili
Grazie all'Intelligenza artificiale è possibile sapere in anticipo se una donna con tumore al seno beneficerà o meno di un trattamento. Un gruppo di ricercatori della Northwestern University, Usa, ha messo a punto un nuovo strumento che potrebbe evitare alle pazienti trattamenti chemioterapici non necessari. Lo studio è stato pubblicato su Nature Medicine
Scoperte 7 sostanze “scudo” per la salute maschile: proteggono prostata, cuore e umore
Dal cardo mariano al tè verde, dal broccolo al pomodoro, fino all’ippocastano: arrivano dalla natura le sette sostanze alla base del nuovo integratore studiato dagli esperti della Società Italiana di Andrologia per prendersi cura della salute maschile
di V.A.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici di famiglia, Scotti (Fimmg): “Entro il 2026 15 milioni di italiani saranno senza” 

Intanto scoppia il 'caos estate': “I sostituti sono introvabili e c'è chi va in pensione anticipata per concedersi le ferie”
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...