Salute 7 giugno 2017

Allarme Coca Cola, il Ministero della Salute ritira lotto non conforme

Caratteristiche anomale per alcune bottiglie di Coca Cola distribuite in città al sud Italia. Il Ministero della Salute lancia l’allarme: «Alto tasso di caffeina, acido fosforico e solfiti»

Immagine articolo

Ritirato un lotto di bottiglie di Coca Cola da 1,5 litri in alcuni supermercati del sud Italia. Lo rende noto il Ministero della Salute con un richiamo per la multinazionale, costretta a ritirare dagli scaffali dei supermercati di alcune città italiane (Caserta, Matera, Potenza e Salerno) le bottiglie risultate non conformi ai controlli. Il Ministero, con una circolare ufficiale, spiega le ragioni del ritiro delle bottiglie prodotte presso lo stabilimento di Marcianise (Caserta). La ragione è la «non conformità di produzione», visto che il contenuto della bottiglia avrebbe, scrive il Ministero, «un sapore molto sgradevole con un aspetto molto denso e livelli concentrati di caffeina, acido fosforico e solfiti».

La Coca Cola chiarisce, come riportato dalla Gazzetta del sud, che sta provvedendo a ritirare alcune bottiglie ma ci tiene a specificare che è solo un determinato lotto ad esserne interessato. Intanto la Srl che si occupa di distribuire la Coca Cola in Italia, invita a controllare la bevanda prima di consumarla e nel caso in cui risulti qualcosa di non conforme alla norma, invita i consumatori a riportare immediatamente il prodotto nel punto vendita di riferimento.

Articoli correlati
Le decisioni di Bruxelles sulle uova al Fipronil, il Ministro risponde…
“Ha avuto luogo oggi a Bruxelles la riunione del Comitato PAFF, nella Sezione che si occupa della sicurezza tossicologica nella catena alimentare. La riunione era stata convocata per discutere di  aspetti tecnici correlati alla crisi interessante gran parte dell’Unione Europea, conseguente alla contaminazione da fipronil in allevamenti destinati alla produzione di uova. Sono state assunte […]
di Beatrice Lorenzin - Ministro della Salute
Il defibrillatore può salvare la vita: in vigore l’obbligo per le società sportive dilettantistiche
A fronte di migliaia di decessi l’anno causati da fenomeni cardiopatici improvvisi, finalmente operativa la norma che perfeziona il decreto Balduzzi del 2013: oltre ai defibrillatori a bordo campo, sarà obbligatorio anche personale formato per interventi d’urgenza
Vaccini, attivo da oggi l’1500, numero verde del Ministero della Salute
In linea medici ed esperti per chiarire le novità del decreto.
Vaccini, ufficialmente in vigore il decreto sull’obbligo. Ecco il testo punto per punto
Con la firma del Capo dello Stato, e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è ufficialmente in vigore il decreto sull’obbligo dei Vaccini da 0 a 16 anni, voluto dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin
Contratto, giovani ed ex specializzandi: le soluzioni del Governo
Il Sottosegretario alla Salute Davide Faraone a tutto campo: «Per i medici specialisti meglio soluzione politica, sul contratto macchina in movimento aspettiamo novità prossime settimane». Il tema della responsabilità professionale e “l’orgoglio” per i giovani medici: il punto della situazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi: 62 milioni di euro di rimborsi. Ma arriva la prescrizione…

Lavra (OMCeO Roma): «Felice per i colleghi rimborsati, Consulcesi patriottica». Andrea Tortorella (Ad Consulcesi): «Cifra emblematica, consigliamo a tutti i camici bianchi di muoversi prima della p...
Lavoro

Medici di famiglia, Lorenzin: «Sono le nostre braccia sul territorio. Più risorse da Def e fondi regionali»

«Investiamo sul capitale umano, i nostri medici di famiglia sono l’anello forte della catena» così il Ministro Lorenzin intervistata al 74° Congresso Nazionale Fimmg. Ecco le ultime novità su D...
Lavoro

Enpam: «Pronti da subito a pagare pensioni in cumulo. Ora il problema sono i tempi»

Prime reazioni alla pubblicazione della circolare Inps che dà operatività al cumulo contributivo gratuito. «Resta il problema di quando queste pensioni saranno pagate» precisa la Fondazione