Politica 1 settembre 2015

TURNI MASSACRANTI De Filippo: «Governo pronto ad intervenire per tutelare i nostri ‘eroi’ con il camice bianco»

Intervista al Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo: «Aggiornamento del contratto e orari di lavoro: ecco tutti gli interventi in arrivo. Nell’agenda dell’esecutivo la tutela del lavoro e della professionalità dei camici bianchi»

Immagine articolo

Nel suo “messaggio di Ferragosto” rivolto a medici e professionisti della Sanità, il Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo ha puntato l’attenzione del governo sul tema della tutela del lavoro e della professionalità, definendo “eroi” e “guerrieri” i camici bianchi che affrontano turni massacranti per garantire la salute dei cittadini.


Ai microfoni di Sanità informazione il Sottosegretario annuncia le iniziative del governo per dare adeguata risposta a questi lavoratori.

«Il Ministero della Salute affida un ruolo importante alle professionalità mediche e sanitarie nel cambiamento del Servizio Sanitario Nazionale. C’è molto lavoro da fare, ci sono elementi di disorganizzazione, ma lavoreremo per valorizzare il nostro personale. Ci muoveremo con forza verso l’aggiornamento contrattuale, non solo sul profilo gestionale della dirigenza medica, ma anche sul profilo professionale. Lavoreremo affinché, nel più generale aggiornamento contrattuale della PA, il mondo della Sanità possa avere una sua specificità contrattuale. Affronteremo anche il precariato che in questi anni, tra blocco del turn-over ed esigenze di equilibrio finanziario, ha caratterizzato il mondo della sanità».

Sui turni di lavoro massacranti c’è anche un pregresso da sanare: dal 2008 l’Italia sta violando una direttiva europea in materia e sono dunque moltissimi i medici che stanno facendo ricorso per vedersi riconosciuto il corrispettivo delle ore lavorate in più. Un riconoscimento che non spetta all’azienda per cui si lavora ma direttamente allo Stato, l’unico soggetto in questa storia che deve trovare una soluzione.
«Su questo tema c’è una specifica iniziativa dell’Europa che ha segnalato più volte al nostro Paese questa difficoltà. Nel mondo della Sanità abbiamo due problemi da affrontare: il diritto allo studio per i lavoratori del Sistema sanitario e il diritto alle ferie per il personale senza contratto a tempo indeterminato. Su questi due fronti, prima della chiusura estiva il Governo ha avviato un nuovo approfondimento coordinato dalla Presidenza del Consiglio, e noi come Ministero della Salute stiamo lavorando insieme a quello della Funzione Pubblica e a quello dell’Economia affinché questi problemi che sono stati segnalati con procedure di infrazione da parte dell’Ue, vengano risolti a breve. Anche questa difficoltà è frutto del congelamento dei contratti e del blocco del turn over che ha caratterizzato il lavoro in sanità con carichi assolutamente impropri che dobbiamo ora superare».

Prossimamente, su Sanità informazione, la seconda parte dell’intervista con le altre tematiche e le prossime iniziative del Governo anticipate dal Sottosegretario De Filippo

Articoli correlati
Comparto sanità, sottoscritto in via definitiva il contratto. Sindacati soddisfatti, ma Nursing Up non firma
Se Sergio Venturi (Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) si dice contento del risultato e Serena Sorrentino (Segreteria generale Fp Cgil) è già al lavoro per il CCNL 2019/2021, Antonio De Palma di Nursing Up ribadisce il suo no ad un contratto che «penalizza gli infermieri italiani»
Contratto medici, Grasselli (FVM): «Senza nulla osta del Mef niente rivalutazione indennità di esclusività del rapporto»
Il Presidente della Federazione Medici e Veterinari ai nostri microfoni: «Siamo usciti da contrattazione ma continua il dialogo con l’Aran perché attendiamo rinnovo da 9 anni e non vogliamo perdere altro tempo»
CCNL, Grasselli (Presidente FVM): “Per decollare occorre senso di responsabilità della parte datoriale”
«I sindacati abbandonano il tavolo in assenza di una proposta soddisfacente. Governo e Regioni, ancorché le Regioni manifestino disponibilità con dichiarazioni pubbliche dell’Assessore Garavaglia e si assumano la responsabilità dello stallo»Queste le parole del Presidente FVM Aldo Grasselli sul Rinnovo del contratto della dirigenza medica veterinaria e sanitaria affidate ad un lungo comunicato per la […]
Contratto medici, ancora fumata nera. Intersindacale: «Mancano certezze su risorse economiche, manteniamo agitazione»
Al termine dell’incontro con l’Agenzia preposta alle contrattazioni, l’Intersindacale esprime insoddisfazione rispetto all’assenza di certezza sulle risorse economiche disponibili e mantiene lo stato di agitazione
Sciopero infermieri 12 e 13 aprile. Nursing Up: «Nessuna risposta alle nostre richieste»
Annunciate assemblee sul territorio nazionale: l'astensione dal lavoro avrà inizio dalle 00:00 di giovedì 12 aprile e proseguirà fino alle 24:00 di venerdì 13 aprile. Il sindacato: «Andiamo avanti con 48 ore di sciopero, forti dell'adesione massiccia dei professionisti sanitari che hanno provocato venerdì scorso il blocco delle sale operatorie degli ospedali e degli ambulatori di tutta Italia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi 1993-2006: «Riconosciuto diritto ad incremento triennale»

L’avvocato Marco Tortorella, uno dei massimi esperti della materia, spiega cosa cambia con le ultime sentenze del Tribunale di Roma: «La rivalutazione era prevista dalla normativa ma non era mai st...
Lavoro

Comparto sanità, sottoscritto in via definitiva il contratto. Sindacati soddisfatti, ma Nursing Up non firma

Se Sergio Venturi (Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) si dice contento del risultato e Serena Sorrentino (Segreteria generale Fp Cgil) è già al lavoro per il CCNL 2019/2021, Antonio...
Lavoro

Ex specializzandi, si riapre tutto: «La prescrizione non è mai scattata»

Il parere: «Senza normative e sentenze chiare e univoche, la prescrizione ad oggi non è decorsa». Consulcesi: «Pronta nuova azione collettiva»