Stop Ingiustizie Bancarie 16 Maggio 2016 16:41

La sentenza: nullo il mutuo se il taeg non c’è

___

Senza l’indicazione dell’ISC o TAEG il mutuo è nullo. Lo ha stabilito il Tribunale di Cagliari con una recente ordinanza: la n. 5295 del 29 marzo 2016. La decisione è stata assunta nell’ambito della procedura fallimentare di una società sarda, operante nel settore dell’edilizia. La banca aveva infatti chiesto al Giudice di poter rientrare tra i creditori per contratto di mutuo fondiario stipulato nel 2006. Il curatore fallimentare ha però eccepito in giudizio delle irregolarità riguardanti appunto il documento di sintesi (l’ISC è l’indicatore sintetico di costo che comprende sia il tasso di interesse sia tutte le spese accessorie), che secondo la delibera CICR del 4 marzo 2003, deve essere espressamente riportato sul contratto. Una omissione che non consente al cliente di accedere ad un dato fondamentale e che dunque diventa motivo di nullità del mutuo per pubblicità ingannevole.

Una sentenza, quella emessa dal tribunale di Cagliari, che sottolinea l’importanza di far verificare, agli esperti del settore, se le condizioni applicate dalle banche rendono i mutui usurari, se i contratti non possano presentare casi rintracciabili di pubblicità ingannevole  o se, riguardo i conti correnti, non si possa essere in presenza di anatocismo bancario. Fenomeno, quest’ultimo, molto diffuso sul quale è intervenuto nuovamente il governo con un recente decreto legge che ha messo al bando definitivamente la capitalizzazione degli interessi su base trimestrale, lasciando alle banche la possibilità di calcolarli annualmente. Un provvedimento molto criticato perché rischia di penalizzare i clienti più deboli.

A proposito degli ultimi provvedimenti del governo, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo che,recependo la direttiva europea 17/2014, stabilisce che «la vendita diretta della casa da parte della banca senza passare dall’asta immobiliare in Tribunale potrà scattare solo in caso di 18 rate mensili del mutuo non pagate». Si tratta di una clausola che gli istituti di credito possono decidere di inserire facoltativamente nei nuovi contratti, ma non può essere applicata a quelli già in essere. Esclusa, dunque, la “retroattività” che si era temuta.

Articoli correlati
Colpa grave la lettura sbagliata di una radiografia
La Cassazione: colpa grave la lettura sbagliata di una radiografia. Una diagnosi errata può infatti provocare danni seri al paziente
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
L’ordinanza “pilota”: i laureati in Odontoiatria possono accedere a graduatorie specialisti territoriali
Iandolo (Cao nazionale): «Massima soddisfazione, recepita appieno la nostra posizione. Ora intervenga il Legislatore»
Diagnosi tardiva, medico rischia condanna dopo 30 anni
Con la sentenza n. 34813/2021 la Cassazione stabilisce che il medico è tenuto al risarcimento per l’omessa diagnosi di una patologia terminale, anche se questa è ininfluente sul decorso della malattia. Il motivo? Violato il diritto del paziente terminale di scegliere come affrontare la prospettiva della morte ormai prossima
Giovani medici che pensano alla previdenza. Cosa offre loro Enpam
Iscrizione già da studenti, sussidi di maternità da subito, aiuto con mutuo per prima casa e studio professionale e contributi gratis per i neo-abilitati sono alcuni dei vantaggi che Enpam offre ai giovani e futuri medici
Enpam Sicura: Milillo e Santini condannati a risarcire Enpam
Il Tribunale civile di Roma ha condannato Giacomo Milillo e Giulio Santini a risarcire a Enpam, l’Ente previdenziale di medici e odontoiatri, 1,7 milioni di euro
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni