Giovani 16 Giugno 2021 09:39

Giovani medici che pensano alla previdenza. Cosa offre loro Enpam

Iscrizione già da studenti, sussidi di maternità da subito, aiuto con mutuo per prima casa e studio professionale e contributi gratis per i neo-abilitati sono alcuni dei vantaggi che Enpam offre ai giovani e futuri medici

Giovani medici che pensano alla previdenza. Cosa offre loro Enpam

Si dice che scegliere di fare il medico equivalga a “pensare al proprio futuro”. Una professione solida con molte possibilità di carriera, al servizio degli altri, che pretende in cambio lunghi anni di studio e pratica. Per chi investe in questo percorso si usa l’aggettivo “previdente”. Eppure non sempre i giovani medici conoscono i vantaggi della previdenza.

Garantirsi una copertura previdenziale e assistenziale dovrebbe tornare ad essere al centro dei pensieri di studenti e specializzandi, questo è stato l’insegnamento della pandemia. Prima di quel fatidico febbraio 2020 nessun medico in formazione avrebbe pensato di dover affrontare in ospedale le conseguenze di una pandemia. Esposti a rischi inattesi, chiamati a dare il proprio contributo contro un nemico invisibile che rischiava di mettere in ginocchio il Paese, e non solo.

Se allora pensarci prima è l’idea migliore, l’Ente nazionale di previdenza e assistenza medici (Enpam) è pronto a stare al fianco dei tanti futuri dottori sin da subito. Come?

Iscriversi da studenti a Enpam

Per gli studenti vicini alla laurea iscriversi all’Enpam è già possibile. Studenti del quinto e sesto anno di Medicina e Odontoiatria, in regola o fuori corso, possono infatti completare il procedimento di iscrizione. Facendolo è possibile ottenere una copertura previdenziale e assistenziale allo stesso modo di chi è già abilitato e cominciare ad accumulare un vantaggio sull’anzianità contributiva. Versare i contributi non è inoltre necessario da subito, si può scegliere di farlo anche dopo l’abilitazione rimanendo comunque iscritti e conservando i privilegi di appartenere alla cassa previdenziale.

A tutti gli studenti che fanno questa scelta, infatti, vengono garantite tutte le tutele previste dalla Quota A del Fondo di previdenza generale. Ovvero:

  • Pensione di inabilità e reversibilità per i familiari che ne hanno diritto;
  • Sussidi per maternità e genitorialità;
  • Aiuti economici per disagio o malattia, tra cui spese per interventi e cure a carico del Ssn e spese straordinarie per eventi imprevisti;
  • Sussidi per danni da calamità naturali;
  • Convenzioni e servizi integrativi previsti per tutti gli iscritti;
  • Mutui Enpam per acquisto di prima casa o studio professionale;
  • Anzianità contributiva utile da subito.

Oltre a non avere subito l’obbligo di versare i contributi, gli studenti versano inoltre la metà dell’importo annuale previsto per medici e odontoiatri abilitati con meno di 30 anni.

Contributi gratis per neo-abilitati

A proposito di abilitazione, non bisogna dimenticare che chi è diventato medico o dentista tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre 2020 può evitare di pagare i contributi del 2021. Chi li avesse invece già pagati riceverà un rimborso dall’Enpam. Anche chi era già iscritto come studente ma si è iscritto all’Albo nel 2020 può usufruire di questa possibilità.

Per tutti coloro che si sono invece iscritti all’Albo prima del 2020 resta necessario un doppio requisito: aver avuto nel 2020 un calo di un terzo del fatturato e non aver superato nel 2019 i 50mila euro di reddito.

Mutuo per casa e studio

Diventare medico o dentista, specie all’inizio della propria carriera può essere difficile. Ottenere un mutuo per la casa o lo studio non è immediato e moltissimi agli inizi vivono situazioni precarie. Enpam si rivolge proprio a loro, quei giovani abilitati under 40 che desiderano comprare o ristrutturare la prima casa o lo studio professionale per avviare la propria attività.

In questo caso uno specializzando, con 20mila euro di reddito, con il mutuo Enpam può ottenere fino a 300mila euro per la prima casa e fino a 150mila per ristrutturarla. Allo stesso modo un libero professionista, con un reddito personale ancora basso, può arrivare fino a 300mila euro per comprare il proprio studio professionale. In seguito il mutuo Enpam potrà essere spostato ad una banca senza costi aggiuntivi se si trovassero condizioni più vantaggiose.

Oliveti (Enpam): «Aggiorniamo il concetto di patto con quello di scambio generazionale»

«Gli studenti che si iscrivono all’Enpam – dice il presidente Alberto Oliveti a Sanità Informazione – oggi possono contare su prestazioni assistenziali e previdenziali ancora prima di aver lavorato. La Fondazione per esempio è l’unico ente ad aver esteso alle studentesse le tutele per la maternità. Questa è una concretizzazione fondamentale del concetto di circolarità che abbiamo voluto introdurre e che stiamo sviluppando anche nella direzione della formazione professionale. In questo modo vogliamo aggiornare il concetto di patto con quello di scambio generazionale, con una visione più centrata sulle nuove esigenze della categoria».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Attività sportiva panacea contro le “devianze”? Ecco perché non è così
La psicologa Morgilli (OdP Lazio): «Lo sport non è un medicinale che può essere prescritto. Attenzione alle attitudini individuali e al contesto, per intercettare fattori di rischio»
Visite andrologiche, 1 under20 su 3 ha problemi ma solo il 2% si controlla. SIA: «Il tema è ancora un tabù»
Al via la campagna “Amore senza ostacoli”, da settembre nelle scuole con il Vocabolandro
Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa
Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
La fuga dai social della gen Z
Pagliariccio (psicologo): «Tra le nuove generazioni c’è chi ritiene che l’utilizzo dei social sia faticoso, che generi un sovraccarico cognitivo, che non risponda ai propri bisogni personali. I giovani d’oggi abbandonano senza remore ciò che non li rende felici»
Giovani e sesso, non più “fuoco e fiamme”: è boom di impotenza tra gli under 25
L’allarme dell’andrologo Iacono (Federico II): «Fermiamo lo shopping online di sostanze a rischio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 febbraio 2023, sono 671.921.477 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.845.807 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Ecm

Il questionario di verifica dei corsi FAD deve essere somministrato esclusivamente in modalità on-line?

La Formazione a Distanza (FAD) può anche essere erogata attraverso riviste (e quindi documentazione cartacea) pertanto il questionario di verifica per i corsi FAD effettuati attraverso material...