Speciale del 18 gennaio 2019

Nutrizione clinica

Fino al 50% dei pazienti in ospedale in Italia è a rischio malnutrizione. Questo fenomeno è considerato la «malattia nella malattia» e in una ricerca pubblicata sul Journal of Geriatric Oncology, su 143 pazienti con più di 70 anni, la malnutrizione è associata a un rischio di mortalità 2,6 volte più elevato. Di recente il Forum sulla Nutrizione Clinica, Nutrendo, promosso da Sinuc (Società Italiana di Nutrizione Clinica e Metabolismo), ha fatto luce su questa realtà preoccupante che di fatto tocca da vicino un numero sensibile di popolazione fragile del nostro Paese.

La voce dei pazienti. Negli ospedali italiani mancano i nutrizionisti clinici: la domanda supera l’offerta

Claudia Santangelo,  presidente dell’ associazione “Vivere senza stomaco”: «C’è chi pur di guarire si affida a persone non qualificate che offrono prodotti dai costi esorbitanti»

di Isabella Faggiano

Alimentazione e nutrizione clinica, Sukkar (nutrizionista): «Due concetti diversi, ma complementari»

Formarsi per informare, Aimati (Mmg): «Corsi ad hoc per medici, personale sanitario e giornalisti. I pazienti imparino a selezionare le proprie fonti»

di Isabella Faggiano

L’industria della nutrizione clinica. Muscaritoli (Sinuc): «Italia non è seconda a nessun Paese europeo. Indietro implementazione di percorsi per l’impiego»

Il presidente Sinuc: «Serve un’educazione sanitaria della cittadinanza ed  una maggiore preparazione tecnica in materia di nutrizione clinica dei nostri laureati»

di Isabella Faggiano

Formazione e nutrizione clinica. Molfino (internista): «Istituire insegnamento ad hoc per tutti i sanitari»

Lo specialista: «Tutti i medici dovrebbe avere gli strumenti per riconoscere i segni e i sintomi di alterazione dello stato di nutrizione sia per eccesso, che per difetto»

di Isabella Faggiano

Nutrizione clinica: il SSN la trascura, il Piemonte se ne prende cura

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Novara Federico D’Andrea: «Per garantire parità di trattamento a tutti i cittadini italiani serve una legge di indirizzo nazionale, così come è stato fatto per le cure palliative»

di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano