Speciale del 04 ottobre 2019

Infrazioni Diritto UE

Sono 81 le procedure di infrazione attualmente aperte dall’Unione Europea nei confronti dell’Italia a causa della violazione del diritto comunitario. Procedimenti che, dal 2012, sono costati al nostro Paese 547 milioni di euro. Discariche abusive, trattamento delle acque reflue, Xylella e I’annosa vicenda degli ex specializzandi sono solo alcuni esempi di direttive europee non rispettate. Sono questi i dati emersi dallo studio condotto dall’università Luiss Guido Carli in collaborazione con Sanità Informazione e che sono stati approfonditi nel corso di alta formazione “Inadempimento di direttive comunitarie e obblighi risarcitori dello Stato nell’ambito sanitario” organizzato dall’università romana

Procedure di infrazione UE, Italia nel mirino: nel 2019 aumentate del 35%. I costi per il nostro Paese

Sono 81 i procedimenti attualmente aperti dall’Unione Europea nei confronti dell’Italia. Consulcesi apre nuova sede a Bruxelles: «Scendiamo in campo in favore di chiunque sia stato danneggiato da questo tipo di inosservanza. Rafforziamo la presenza nella “Capitale d’Europa”»

Infrazioni diritto UE, Corona (Luiss): «L’Italia si rimetta in regola e risparmi risorse preziose»

Discariche abusive, trattamento acque reflue, Xylella e Ilva: solo alcuni esempi di direttive europee non rispettate dall’Italia e che, complessivamente, dal 2012 ad oggi ci costano 547 milioni di euro. I dati emersi dallo studio condotto dall’università Luiss Guido Carli in collaborazione con Sanità Informazione

Corso Luiss su violazioni diritto UE in sanità ed ex specializzandi, l’avvocato Tortorella: «Esiti e novità di dottrina presto su principali riviste giuridiche»

«L’Italia inadempiente su molte direttive comunitarie. Realtà di assistenza legale potranno avere terreno fertile nel quale cimentarsi per far valere i diritti dei cittadini»

Diritto e sanità, un legame sempre più stretto. Antonelli (Luiss): «Il SSN vive di norme UE. Necessario formare medici e avvocati»

Il professore di Diritto amministrativo dell’università romana: «Ben vengano soluzioni come l’accordo transattivo per gli ex specializzandi che portino risorse al Servizio sanitario nazionale»

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...
Formazione

Triennio Ecm in scadenza, Speranza: «Nella riforma del Ssn ruolo fondamentale avrà la formazione»

Presidente della Commissione Ecm, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha posto l’accento sull’importante ruolo dell’aggiornamento professionale: «Do un grande peso alla formazione continu...