Salute 3 Agosto 2018 10:01

Vaccini, rinviati obbligo e autocertificazione. Tutti i bambini (anche i non vaccinati) accederanno a nidi e scuole infanzia

Emendamento al Decreto proroghe in Commissione Affari Costituzionali. «Deroga messa a punto in attesa della presentazione del Ddl sui vaccini che depositeremo a breve», spiegano Sileri e Taverna (M5S). Ricciardi (ISS): «Atto irresponsabile». PD all’attacco: «Così si torna indietro»

Vaccini, rinviati obbligo e autocertificazione. Tutti i bambini (anche i non vaccinati) accederanno a nidi e scuole infanzia

La legge sull’obbligo vaccinale subisce un’altra battuta di arresto. Dopo l’autocertificazione per l’iscrizione a scuola, sono stati approvati in Commissione Affari Costituzionali due emendamenti identici all’articolo 6 del Decreto “proroghe”, che puntano a procrastinare all’anno scolastico 2019/2020, rispetto a quello attuale 2018/19, il divieto di accesso ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole per l’infanzia dei bambini le cui famiglie non presentino la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione. Una modifica che di fatto fa cadere uno dei pilastri della legge Lorenzin che l’attuale Ministro della Salute Giulia Grillo (M5S) ha dichiarato di voler modificare, introducendo un “obbligo flessibile” e tutelando l’accesso a scuola di tutti i bambini e ragazzi, da zero a sedici anni.

LEGGI ANCHE: SANITÀ, GIULIA GRILLO PRESENTA IL PROGRAMMA: «PRESTO STATI GENERALI PER BENESSERE EQUO E SOSTENIBILE». SUI VACCINI: «SUPEREREMO LEGGE LORENZIN»

«L’emendamento permetterà a tutti i bambini di accedere, a settembre, alle scuole dell’infanzia. Si tratta di una deroga messa a punto in attesa della presentazione del ddl sui vaccini che depositeremo a breve. A un mese e mezzo dalla ripresa dell’attività scolastica facciamo in modo che i bimbi vi possano accedere» spiegano in una nota congiunta i senatori del Movimento 5 Stelle Paola Taverna e Pierpaolo Sileri annunciando il via libera in Commissione al Senato dell’emendamento.

«Una decisione di buon senso per la quale esprimiamo grande soddisfazione», sottolinea il Sottosegretario alla Salute, Maurizio Fugatti.

LEGGI ANCHE: VACCINI, ELENA CATTANEO BOCCIA L’OBBLIGO ‘A GEOGRAFIA VARIABILE’: «VIRUS NON CONOSCONO CONFINI»

Il PD invece parla di «maldestro tentativo della maggioranza di prorogare l’entrata in vigore dell’obbligatorietà dei vaccini che getta la maschera rispetto al suo vero e unico obiettivo: aggirare il divieto». Secondo i deputati del Partito Democratico Elena Carnevali e Paolo Siani «in questo modo la maggioranza non solo ci dà ragione perché ammette che l’improbabile circolare della ministra Grillo sulle autocertificazioni era illegittima, in quanto norma secondaria che non può modificare una norma legislativa. Soprattutto, Lega e M5S rivelano quale sia il vero obiettivo a cui, sotto i sofismi e i deboli distinguo, puntano davvero. E cioè demolire l’impianto della legge Lorenzin. Questo significa tornare indietro dalle coperture vaccinali proprio nel momento in cui si cominciano a raggiungere dei livelli di copertura ragionevoli. Così si fa un danno gravissimo ai bambini italiani».

Parla di «un atto di grande irresponsabilità privo di razionale etico e scientifico che metterà a rischio la salute di migliaia di bambini» il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Vaccinazioni anti-Covid, quando sarà il mio turno?
Online un calcolatore per l’attesa per il vaccino contro il Covid-19. Basta compilare un form per sapere quando toccherà anche a noi
I pazienti con malattie respiratorie saranno prioritariamente vaccinati contro il Covid-19
Le malattie respiratorie sono state identificate come la prima categoria di aumentato rischio clinico e quindi di priorità per la vaccinazione anti-SARS-CoV-2
Vaccini Covid, indagine Agenas: il 70% degli italiani pensa che così torneremo velocemente alla normalità
Il 75% degli italiani vede nel vaccino la soluzione al Covid-19, oltre la metà ritiene giusto inserire limitazioni per chi rifiuta di vaccinarsi. Lo stabilisce un'indagine firmata Agenas e Mes. Mentre un 25% lo ritiene "business per case farmaceutiche"
Bozza intesa per vaccinazioni anti-Covid dal medico di famiglia. Le reazioni dei sindacati
Fimmg: «Vanno omogeneizzati percorsi e procedure per garantire cittadini e operatori». Snami: «No alle nozze con i fichi secchi»
Covid-19, nuovo report Gimbe: «Misure insufficienti per piegare la curva dei contagi»
Il monitoraggio della Fondazione conferma che i nuovi casi non accennano a diminuire. E sui vaccini: «Consegnate solo un terzo delle dosi del primo trimestre»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 24 febbraio, sono 112.116.627 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.485.601 i decessi. Ad oggi, oltre 212,15 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Cause

Perde causa contro due medici, Tribunale chiede 140mila euro di spese legali

La vicenda di una dottoressa che ha fatto causa a due colleghi perché convinta delle loro responsabilità nella morte del padre. «L'esborso mi ha messo in difficoltà ma ho proseguito in appello per...