Salute 31 Agosto 2018 11:34

 “Fare un film è come fare le ostetriche”, plauso della FNOPO al discorso di Guillermo Del Toro al Festival di Venezia: «Paragone che ci emoziona»

«Citazione che ci rende orgogliose di quello che facciamo per la salute delle donne». Così la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica commenta il paragone del regista nella cerimonia inaugurale della kermesse

Due mondi apparentemente lontani ma accomunati da qualcosa di profondo: aiutare a dare alla luce un bambino è come creare il film. Il paragone tra ostetriche e registi usato dal presidente di giuria del Festival di Venezia Guillermo Del Toro nella cerimonia inaugurale non è passato inosservato. La Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica, FNOPO, ha commentato con entusiasmo le parole del regista: «L’apertura della 75esima edizione del Festival del Cinema di Venezia ci ha regalato una grande sorpresa e una altrettanto grande emozione: essere nominate, come categoria professionale, nel discorso del regista Guillermo Del Toro, già Leone d’oro lo scorso anno con la pellicola The shape of water (La forma dell’acqua) e attuale presidente di giuria, che ha paragonato il mestiere di fare un film a quello delle ostetriche». La FNOPO rivolge al regista «i nostri personali e più sentiti ringraziamenti per una citazione che ci rende orgogliose di quello che facciamo per la salute delle donne».

«Pensiamo che pochi altri paragoni possano essere più calzanti per descrivere quanto svolto quotidianamente dalle 22mila ostetriche che ci onoriamo di rappresentare – continuano le componenti del Comitato centrale FNOPO, che il 6 e 7 ottobre svolgerà a Modena il suo Congresso nazionale -. Così come una pellicola nasce da sforzo, fatica, impegno, dedizione, coraggio e tanto lavoro, assieme a una irriducibile passione, allo stesso modo accade nel quotidiano della nostra amata professione».

LEGGI ANCHE: OSTETRICIA, VICARIO (FNOPO): «REVISIONARE PERCORSO FORMATIVO. VOGLIAMO UN CORSO DI LAUREA QUINQUENNALE»

«Questo è ancor più vero – continua la nota – quando si parla di ciò che avviene nelle sale parto. Proprio in quei luoghi, infatti siamo assieme alle donne che mettono al mondo una nuova vita. Donne che aiutiamo e sosteniamo in un periodo così delicato della loro vita, ma anche così carico di emozioni forti, aspettative e sogni che condividono con i loro compagni e le famiglie. Due mondi, quello del cinema e della realizzazione del film con quello dell’Ostetricia, solo apparentemente lontani, nei quali invece i sogni spesso si basano sulla realtà e lo diventano. Anche quando manca purtroppo il cosiddetto “lieto fine”. Per noi, è proprio in quei casi che la nostra professione diventa importante e più ricca umanamente, poiché abbiamo il compito di stare accanto e assistere donne che vivono, ciascuna per vari motivi, esperienze difficili e dolorose. Le ostetriche sono e saranno sempre al loro fianco, accanto alle donne con professionalità e impegno, perché l’evento nascita è un “film” che, sebbene preveda sempre la stessa trama, nella realtà ha uno svolgimento unico».

 

Articoli correlati
Giornata internazionale ostetrici, Fnopo: «Investimenti per migliorare la salute di tutti»
«Investire e valorizzare il ruolo delle ostetriche e modelli organizzativi di continuità assistenziale può ridurre del 67% le morti materne e del 64% le morti neonatali prevedibili»
Partorire in Italia, quali punti su cui lavorare ancora? Partoanalgesia, parto a domicilio e violenza ostetrica
L'appello di ginecologi e ostetrici: «Investire sul personale per favorire il rapporto one to one e il ripristino dell’alleanza terapeutica»
Ostetriche. Formazione, assistenza territoriale e ruoli dirigenziali: i cambiamenti nel mirino
La neo presidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica, Silvia Vaccari: «Revisione della laurea triennale, istituzione di un percorso di studi magistrale, incremento della nostra presenza professionale sul territorio e riconoscimento di ruoli dirigenziali alle ostetriche sono tra le nostre priorità»
di Isabella Faggiano
Rinnovati i vertici FNOPO: Silvia Vaccari è la nuova presidente nazionale
Vicepresidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica è Caterina Masé (Ordine Trento); segretaria Elsa Del Bo (Ordine Pavia); tesoriere Elio Lopresti (Ordine Palermo)
Ostetriche, oltre 20mila professioniste pronte a sostenere la campagna vaccini anti-Covid
La presidente Vicario: «Già nel Regio Decreto, nei primi decenni del ‘900, promuovevamo la diffusione delle vaccinazioni disponibili in qualità di ostetriche condotte. Oggi, sosteniamo la prevenzione di malattie come l’Hpv o le patologie che si possono contrarre in gravidanza»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 maggio, sono 159.703.471 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.318.053 i decessi. Ad oggi, oltre 1,32 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...