Professioni Sanitarie 7 Giugno 2022 12:26

Educazione sessuale, il ruolo dell’ostetrica. Vaccari (FNOPO): «Sensibilizzare alla diversità di genere sin dalle scuole materne»

La fertilità non è solo una “faccenda da grandi”. Eppure la maggior parte dei giovani e degli adolescenti sono convinti che la riproduzione sia un valore lontano anni luce dalla loro quotidianità. «Stili di vita malsani in adolescenza possono compromettere la fertilità futura», assicura Silvia Vaccari, presidente della FNOPO, la Federazione Nazionale degli Ordini della […]

La fertilità non è solo una “faccenda da grandi”. Eppure la maggior parte dei giovani e degli adolescenti sono convinti che la riproduzione sia un valore lontano anni luce dalla loro quotidianità. «Stili di vita malsani in adolescenza possono compromettere la fertilità futura», assicura Silvia Vaccari, presidente della FNOPO, la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica.

Il primo approccio alla sessualità

Sono ormai numerosi gli studi scientifici che dimostrano come la capacità riproduttiva di una persona sia influenzata dalle abitudini e dai comportamenti, compresi quelli dei genitori, a cui si è esposti fin da piccoli. «Educare i giovani a preservare la loro fertilità è una necessità non più rinviabile e le ostetriche possono avere un ruolo strategico per incentivare e supportare la sensibilizzazione e la comunicazione in questo ambito – aggiunge Vaccari -. Si può cominciare ad avvicinare i bambini al tema della fertilità sin dalla scuola materna, insegnando a comprendere cosa sia la diversità di genere. Più avanti, poi, sarà necessario spiegare le differenze dei meccanismi ormonali tra gli uomini e le donne».

I primi rapporti sessuali

L’ostetrica, poi, potrebbe assumere anche un ruolo di facilitatore, ovvero potrebbe rappresentare un punto di riferimento per tutti quei giovani che non riescono, per vergogna o timore, ad affrontare il tema della sessualità con i propri genitori o familiari. «È necessario che gli adolescenti conoscano i cambiamenti fisiologici del proprio corpo, così da poter essere pronti ad affrontarli e gestirli, anche nelle relazioni con gli altri, rapporti sessuali compresi – dice l’ostetrica -. Da un recente studio è emerso che in Italia il primo rapporto sessuale viene consumato, in media, tra i 14 e i 15 anni, assai prima di molti altri Paesi. In Olanda, ad esempio, dove l’educazione alla riproduzione è fortemente radicata, il primo rapporto sessuale avviene intorno ai 17 anni».

I rischi infettivi

Approcciarsi alla sessualità senza averne una piena consapevolezza espone i ragazzi e le ragazze a non pochi rischi: «Avere rapporti non protetti, ad esempio, non aumenta solo il rischio di avere una gravidanza indesiderata, ma anche di contrarre infezioni veneree che, se non precocemente individuate e adeguatamente trattare, possono seriamente compromettere la fertilità e quindi la capacità riproduttiva». Ma educare i giovani al sesso sicuro e consapevole non basta. «Anche gli stili di vita non corretti, come fumare o bere alcol, possono inficiare sulla fertilità. Così come la sedentarietà: restare seduti troppo a lungo crea un surriscaldamento delle zone interessate alla fertilità che, potenzialmente, potrebbero danneggiarsi», dice la presidente FNOPO.

Denatalità, le soluzioni

Tuttavia, i danni che si sono creati in adolescenza emergono molti anni più tardi, ovvero solo quando si decide di mettere al mondo un figlio e non ci si riesce. Una problematica evidenziata anche dall’ultimo report di Save the Children sulla natalità: dal 2008 ad oggi le nascite sono calate del 31%. «Questi dati allarmanti sono la conseguenza di una politica sanitaria troppo miope. È necessario garantire un numero adeguato di consultori equamente distribuiti sul territorio nazionale che possano rispondere ai bisogni di salute delle persone lungo l’intero corso della loro vita riproduttiva. Una presenza ostetrica più radicata e vicina ai cittadini – conclude Vaccari – può davvero offrire un contributo concreto per invertire la rotta della denatalità».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Giornata malattie rare, l’approccio multiprofessionale della FNO TSRM PSTRP a sostegno dei pazienti
Tra le varie iniziative in cantiere sul tema delle malattie rare la FNO TSRM PSTRP ha in programma per il prossimo 29 giugno un evento formativo in occasione della Giornata mondiale della Sclerodermia
Professioni Sanitarie, Ordine TSRM PSTRP di Milano lancia corso per costruire la dirigenza del futuro
L'Ordine di Milano ha inaugurato un corso sul management delle professioni sanitarie. «Capacità di osservazione, curiosità e spirito di iniziativa sono le fondamenta su cui costruire la Dirigenza del futuro» ha spiegato il presidente Diego Catania
Ordine TSRM PSTRP Roma, gli obiettivi della Lista “Sinergia”
Al centro del progetto «una rappresentanza politica delle professioni sul territorio, tale da costituire una presenza attiva e costante in tutti i contesti comunali». Le elezioni si svolgeranno il 16, 17, 18 e 19 dicembre
Simulazione in formazione, ecco come la realtà virtuale prepara i farmacisti ad affrontare le sfide reali
Dalla “clean room” alla ricerca clinica, fino a capitolati di gara e interazione con il paziente, Zanon (SIFO): «La figura del farmacista è poliedrica e, per questo, anche la sua formazione, compresa quella post laurea, deve essere altrettanto variegata. L’utilizzo della simulazione ha segnato un punto di svolta importante nei processi formativi»
UNID, Luperini nuovo presidente. Dai Quaderni dell’Igienista dentale al Progetto Grazia, le iniziative in corso
Maurizio Luperini sostituisce Domenico Tomassi, alla guida per tre anni. «Vogliamo dedicarci alla formazione, avremo una sessione ad hoc dedicata a ricerca e sviluppo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Livelli essenziali di assistenza, i risultati del Nuovo sistema di garanzia 2022

Al top Emilia-Romagna, Veneto e Toscana. Flop invece per la Valle d’Aosta, la Calabria e la Sardegna
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...