Salute 6 Giugno 2022 12:33

Giovani e sesso, non più “fuoco e fiamme”: è boom di impotenza tra gli under 25

L’allarme dell’andrologo Iacono (Federico II): «Fermiamo lo shopping online di sostanze a rischio»

Giovani e sesso, non più “fuoco e fiamme”: è boom di impotenza tra gli under 25

Sono sempre di più i giovani maschi tra i 18 e i 24 anni che non riescono a vivere serenamente i primi approcci sessuali. La pandemia e i rapporti sociali limitati avrebbero contribuito a ridurre in cenere i tipici ardori che contraddistinguono la tarda adolescenza e l’inizio dell’età adulta. Ma che succede quando la proverbiale “tempesta ormonale” si scontra con un muro di insicurezze e fragilità? Nella maggior parte dei casi, il corpo non risponde più ai comandi della mente, con il risultato di generare un circolo vizioso da cui è difficile uscire. Ne abbiamo parlato con il professor Fabrizio Iacono (Università Federico II di Napoli), specialista in Urologia e Andrologia.

Professore, come mai questo aumento di disfunzioni erettili tra i giovani?

«Già da parecchi anni ci troviamo di fronte ad un incremento di problematiche a livello sessuale che interessano i giovani, un fenomeno che la pandemia, a causa del relativo isolamento imposto, ha sicuramente contribuito ad esacerbare. Moltissimi ragazzi lamentano una disfunzione erettile che, nella stragrande maggioranza dei casi è ascrivibile a motivazioni psicologiche. C’è innanzitutto una maggiore insicurezza nei confronti dell’universo femminile, dovuta a una sorta di rovesciamento di ruoli che apparivano consolidati: oggi la donna presenta, nella relazione sessuale, molti fattori ritenuti atavicamente appannaggio maschile, come una maggiore intraprendenza, e aggressività in senso lato, e un ragazzo che si approccia alla sessualità può essere intimidito o intimorito da questi fattori, talvolta sentendosi inadeguato».

In che modo ha influito la pandemia sul fenomeno?

«L’isolamento imposto dalla pandemia ha impedito ai ragazzi di approcciarsi in modo autentico, ma ha piuttosto favorito l’instaurarsi di una sessualità mediata, dai social, da internet, con un grande assente: il contatto fisico. I più colpiti risultano essere i ragazzi dai 18 ai 24 anni, che sono agli esordi della loro vita sessuale di relazione. Questa difficoltà fa sì che spesso i giovani prima di rivolgersi a uno specialista cerchino non solo informazioni online sul loro problema, raccogliendone quasi sempre di non veritiere, ma anche prodotti online per risolvere il problema».

Con che risultati?

«Inesistenti o deleteri. È assolutamente da evitare l’acquisto online di questi prodotti: esistono infatti moltissimi siti, soprattutto stranieri che vendono prodotti simili ai farmaci a base di sildenafil e tadalafil (le molecole rispettivamente del Viagra e del Cialis per intenderci) ma che nella maggior parte dei casi non contengono affatto questi principi attivi, ma altre sostanze che possono essere molto pericolose, inutili nella migliore delle ipotesi. Ricordiamo inoltre che i farmaci per il trattamento della disfunzione erettile vanno acquistati solo ed esclusivamente dietro ricetta medica, in quanto possono presentare degli effetti collaterali e controindicazioni».

Qual è l’iter che dovrebbero seguire ragazzi alle prese con queste problematiche?

«Sicuramente il primo step, qualora insorgano queste difficoltà, consiste nel sottoporsi ad una visita andrologica per escludere effettive alterazioni anatomiche e funzionali. Se la problematica persiste il consiglio è di rivolgersi ad uno psicoterapeuta con, eventualmente, un supporto farmaceutico temporaneo per facilitare lo sblocco della situazione».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nella classifica mondiale sulle dimensioni del pene, gli italiani al 19esimo posto. La sessuologa: «Così si alimentano falsi miti»
Non è affatto una cattiva posizione quella raggiunta dall'uomo italiano medio nella classifica mondiale sulle dimensioni del pene. Il nostro paese appare al 19esimo posto ed è il terzo paese europeo per lunghezza dei genitali. Prima degli uomini italiani ci sono gli olandesi e i francesi. A mettere a confronto le dimensioni del pene di quasi 90 paesi di tutto il mondo è stato un gruppo di ricercatori tedeschi su World Data
Dieta: uomini perdono il doppio del grasso rispetto alle donne, ma disparità si annulla dopo i 45 anni
Quando si tratta di perdere peso con la dieta i vincitori nella «battaglia fra sessi» sono gli uomini. Secondo uno studio dell'Università di Edimburgo, infatti, gli uomini perdono il doppio del grasso seguendo una dieta ipocalorica, rispetto invece alle donne. Si tratta di una disparità, tuttavia, che si annulla quando il gentil sesso supera la soglia dei 45 anni d'età, in menopausa
Chirurgia intima: ringiovanimento vaginale e labioplastica tra gli interventi più desiderati
Torna, per il nono anno consecutivo, dal 26 settembre al 1° ottobre 2022, l’appuntamento con la Settimana del Benessere Sessuale (SBS): incontri e consulenze, offerte dagli specialisti in tutta Italia, in tema di sessualità, educazione sessuale e affettività. L’indagine della FISS sulla chirurgia estetica dei genitali: «Chi ha ceduto alla tentazione del bisturi l’ha fatto per colmare un senso di insoddisfazione e per migliorare la relazione sessuale con il partner»
Attività sportiva panacea contro le “devianze”? Ecco perché non è così
La psicologa Morgilli (OdP Lazio): «Lo sport non è un medicinale che può essere prescritto. Attenzione alle attitudini individuali e al contesto, per intercettare fattori di rischio»
Che cos’è il micropene, la condizione di cui si parla in Skam 5?
Nella quinta stagione di Skam Elia Santini, il personaggio interpretato Francesco Centorame, soffre di ipoplasia peniena, il disturbo del micropene che metterà a dura prova la sua vita sessuale. Lo specialista dell'Università Tor Vergata, Salvatore Sansalone, ci spiega di cosa si tratta
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Diabete: nuove linee guida per il trattamento delle malattie cardiovascolari

Sono state pubblicate le nuove linee guida per le malattie cardiovascolari nelle persone con diabete. Molti i temi trattati: dalla stratificazione del rischio cardiovascolare allo screening fino alla ...
Salute

Covid: in autunno vaccini «aggiornati», gratuiti per fragili. Siliquini (SItI): «Da circolare del ministero indicazioni chiare»

La Direzione Generale della Prevenzione del ministero della Salute ha diffuso una circolare con tutte le indicazioni per l'avvio della campagna nazionale di vaccinazione anti-Covid-19. «Era pi&u...
Salute

Gli alimenti ultra-processati danneggiano il cuore, +24% di rischio infarto

Due ampi studi presentati al congresso della Società europea di Cardiologia hanno dimostrato che il consumo di alimenti ultra-processati può aumentare il rischio di sviluppare problemi c...