Salute 7 Novembre 2019 18:37

Congresso AME, il presidente Guastamacchia: «I giovani la nostra più grande risorsa. Puntare su innovazione digitale»

A Roma i lavori del 18° Congresso nazionale dell’Associazione medici endocrinologi: «Ampio spazio a diabete e tiroide e alle potenzialità della tecnologia per migliorare l’assistenza e il rapporto con il paziente»

Congresso AME, il presidente Guastamacchia: «I giovani la nostra più grande risorsa. Puntare su innovazione digitale»

All’Ergife Palace Hotel di Roma si è svolto il 18° Congresso nazionale dell’Associazione Medici Endocrinologi, uno dei principali appuntamenti italiani sull’endocrinologia. L’evento, con la partecipazione di relatori italiani e stranieri di grande spessore e consolidata esperienza clinica, è ormai un’occasione di aggiornamento e confronto sulle malattie endocrinologiche che colpiscono un’ampia fetta della popolazione italiana e mondiale.

Obesità, diabete, tiroide, fertilità, osteoporosi e malattie metaboliche sono solo alcuni dei temi al centro della quattro giorni congressuale. Quest’anno, infatti, è stato dato ampio spazio anche alla telemedicina al servizio dell’endocrinologia. Il presidente dell’AME, il professor Edoardo Guastamacchia – docente presso la Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Bari – ha illustrato temi e obiettivi della manifestazione ai microfoni di Sanità Informazione.

LEGGI ANCHE: NODULI TIROIDEI, INTERVENTO CHIRURGICO NECESSARIO SOLO NEL 5% DEI CASI. GUGLIELMI (AME): «EVITARE ECCESSO INTERVENTISMO»

Presidente, quali sono le novità, i punti di forza e le tematiche che saranno trattate nel corso del congresso?

«Come è noto, abbiamo un gemellaggio con l’AACE, l’associazione dei clinici endocrinologi americani (American Association of Clinical Endocrinologists) con cui apriamo il congresso. Ci saranno sessioni AACE-AME che tratteranno argomenti relativi a tiroide, ipofisi e diabete. Poi, inizieranno i simposi con gli esperti e tutti gli argomenti che riguardano l’endocrinologia saranno trattati in modo approfondito e con rigore scientifico. Le sessioni che ritengo debbano essere messe maggiormente in risalto sono quelle relative alla patologia tiroidea e alla malattia diabetica. Sono quelle seguite con maggiore attenzione ed entusiasmo dai nostri iscritti, perché dopo il diabete le patologie tiroidee sono quelle più diffuse. Per il futuro, ritengo che sia fondamentale migliorare il rapporto con la tecnologia, soprattutto per quanto riguarda il diabete. Basti pensare all’holter glicemico, ai microinfusori e alla telemedicina che in futuro saranno di estrema utilità nell’intento di favorire il rapporto medico-paziente e migliorare l’assistenza e la qualità della vita.

Qual è il suo primo bilancio come presidente AME?

«Avevo detto che avrei continuato l’iter e il cammino segnato dai miei precedessori e credo di aver mantenuto questa promessa. Abbiamo stimolato ulteriormente il gruppo dei giovani medici AME che è ormai consolidato con più di 400 iscritti e rappresenta la nostra principale risorsa e il nostro futuro. Abbiamo una nostra rivista scientifica dove tutti potranno pubblicare i contenuti e i lavori scientifici; questo è un grande obiettivo raggiunto. Penso che bisogna continuare su questo cammino per raggiungere l’eccellenza sulle patologie endocrine a livello omogeneo su tutto il territorio nazionale. Una cosa a cui tengo molto è migliorare il rapporto con il paziente; già in questo congresso è previsto uno spazio per denunciare problemi ed esigenze. Mi auguro che in futuro possa essere un rapporto sempre più solido».

LEGGI ANCHE: TELEMEDICINA, IN LOMBARDIA NASCE IL PRIMO AMBULATORIO VIRTUALE DI ENDOCRINOLOGIA TARGATO POLITECNICO E AME 

Articoli correlati
L’olio evo contrasta diabete, ipertensione e sindrome metabolica
L'olio extravergine di oliva (Evo) gioca un ruolo chiave nel contrastare l'insorgenza delle patologie cronico-degenerative non trasmissibili come il diabete mellito, l'ipertensione arteriosa, la sindrome metabolica, i tumori, le malattie a carico del sistema nervoso e la malattia renale cronica. Lo confermano le ricerche condotte e in corso all'Università degli Studi di Roma Tor Vergata
di V.A.
Diabete di tipo 2: remissione possibile con stile di vita sano, benefici anche per cuore e reni
Il diabete di tipo 2 può essere "curato" perdendo peso e, in generale, adottando uno stile di vita sano, riducendo significativamente il rischio di malattie cardiovascolari e renali. Queste sono le conclusioni di uno studio dell’Associazione europea per lo studio del diabete (EASD), pubblicato sulla rivista Diabetologia
Diabete di tipo 1, se compare in bimbi under 10 ruba 16 anni di vita
L'Italia è il primo paese al mondo ad aver istituito uno screening del diabete di tipo 1 che come prima e importante conseguenza positiva consentirà di prevenire la chetoacidosi. Oggi infatti il 40% delle diagnosi di diabete di tipo 1 avviene in ritardo a seguito di un esordio drammatico, Senza contare che, quando la malattia ha un esordio precoce, prima dei 10 anni di età, si possono arrivare a perdere ben 16 anni di aspettativa di vita. Questi sono i messaggi lanciati da Valentino Cherubini, presidente della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (Siedp) che lancia un appello in occasione della Giornata Mondiale del Diabete che si celebra domani
di V.A.
Anemia da malattia renale cronica, un peso da alleggerire
Promuovere la conoscenza dell'Anemia, fare una diagnosi tempestiva, gestire il paziente con malattia renale cronica in maniera multidisciplinare, realizzare una presa in carico in maniera omogenea sul territorio e monitorare l'Anemia lungo tutto il percorso del paziente sono le proposte per salvaguardare qualità di vita delle persone con Anemia da malattia renale cronica.
Tumori: in Italia 1740 associazioni di pazienti e caregiver, numero 1 in Europa
Oltre 1.740 associazioni oncologiche di pazienti e caregiver censite in Italia solo nel 2023. Il nostro paese detiene dunque il record europeo in proporzione al numero di abitanti. Sono i dati «di capillarità» del primo Libro Bianco sul mondo del volontariato oncologico, promosso e redatto da ROPI
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...