Lavoro 21 Agosto 2020

Medicina Generale, lunedì il Tavolo con il Ministro. Anelli (FNOMCeO): «Grande opportunità politica»

Il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici: «I medici sono leva per il cambiamento»

Immagine articolo

Si riunirà già lunedì prossimo il Tavolo permanente di confronto con la professione sulla Medicina Generale, istituito mercoledì dal Ministro della Salute Roberto Speranza a conclusione dell’incontro con i sindacati medici sui test sierologici da effettuarsi, da parte proprio dei medici di Medicina Generale, sul personale, docente e non, delle scuole. A dare la notizia è il Presidente della FNOMCeO, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, invitato a partecipare ai lavori. Il Tavolo, che vedrà lunedì la presenza del Ministro, è composto dalle rappresentanze delle sigle sindacali della Medicina Generale e avrà il compito di dar voce alle proposte della professione medica per una riforma della medicina territoriale, oltre a una funzione consultiva sull’impiego, in quest’ambito, del Recovery Fund.

«Ringraziamo il Ministro Roberto Speranza per la disponibilità e la piena fiducia dimostrate, ancora una volta, nei confronti della professione, con l’istituzione di questo Tavolo, per il quale saranno i colleghi a decidere gli obiettivi, gli argomenti da porre all’Ordine del giorno, la calendarizzazione degli incontri», afferma Anelli in una nota.

«È una bella iniziativa, caldeggiata dalla FNOMCeO e messa in campo proprio durante la riunione sulle eventuali criticità relative ai test rapidi. A dimostrazione che, dal confronto su un argomento controverso, può nascere l’occasione per aprire una prospettiva più ampia, e per arrivare a soluzioni a largo spettro. In altre parole, i test sono solo un dettaglio del quadro complessivo delle cure primarie. E, con questa iniziativa, il Governo riconosce il ruolo forte che i medici di Medicina Generale, insieme agli altri professionisti, possono e devono avere nel rilancio di tali cure e, più in generale, nella governance della salute individuale e collettiva».

«Da parte nostra – promette il Presidente FNOMCeO – dichiariamo piena collaborazione e sostegno, e invitiamo tutti i colleghi coinvolti a cogliere questa grande opportunità politica, che consente ai medici di avere voce in capitolo nella ricostruzione del Servizio sanitario nazionale».

«L’assistenza territoriale è la chiave per rendere il nostro Servizio Sanitario nazionale “antisismico” nei confronti di un’eventuale seconda ondata di Covid-19, e per prevenire e tenere sotto controllo questa eventualità – spiega Anelli -. Questo è il momento di lanciare la sfida di un’assistenza territoriale che veda i professionisti lavorare insieme, in equipe multiprofessionali, ‘al letto del malato’ – auspica Anelli –. Che li veda dotati di strutture e strumentazioni adeguate per dare ai cittadini le principali risposte alle richieste di salute: diagnostica di primo livello, somministrazione di vaccinazioni e terapie iniettive, fisioterapia, telemedicina intesa come teleconsulti con specialisti, consulti specialistici in loco, cure domiciliari».

«È una sfida che la professione medica deve non solo accettare, ma proporre in maniera proattiva, quale strategia vincente per la sanità del prossimo futuro – conclude il Presidente FNOMCeO -. La volontà del Governo di investire risorse cospicue sulle cure primarie è un ottimo segnale. E lo è ancor più la decisione di affidarsi, per programmare la gestione e la destinazione di tali risorse, ai professionisti, che la sanità e la salute governano ogni giorno, avendone tutte le competenze. Ora i colleghi possono e devono essere la vera leva del cambiamento del Servizio Sanitario Nazionale».

Articoli correlati
Medicina generale, l’allarme di FISMU: «Intervenga Speranza o andremo in Tribunale»
In alcune Regioni il Decreto Calabria sarebbe stato applicato in «modo abusivo e a danno dei medici che hanno il diritto di iscriversi al corso di formazione specifica in medicina generale»
Mascherine ai medici a prezzo calmierato, c’è l’accordo tra FNOMCeO e Arcuri
Concluso l'accordo quadro che permetterà ai medici di avere le mascherine a un prezzo molto vantaggioso. L'operazione conclusa tra il commissario straordinario per l'emergenza e la Federazione nazionale dei medici
Giornata contro la violenza sugli operatori sanitari. FNOMCeO: «Legge contro aggressioni sia primo passo»
Dal 24 settembre a proteggerli una legge contro le aggressioni. La giornata annuale contro la violenza sugli operatori sanitari continua a sensibilizzare. La Federazione dei medici: «Ora salto culturale che veda la sicurezza, a 360 gradi, come un diritto degli operatori sanitari e medico come alleato»
Vaccini antinfluenzali in farmacia. FNOMCeO dice no
La proposta di Federfarma, Fofi e Assofarm non piace alla Federazione degli Ordini dei Medici: « Un’idea che, a legislazione vigente, non può essere messa in pratica»
Piani terapeutici, FNOMCeO: «Estendere proroga fino al 15 ottobre e semplificare procedure prescrittive»
La validità dei piani era stata prorogata fino al 31 agosto. FNOMCeO: «MMG possano prescrivere i farmaci in modo efficace e assumersi la gestione dei pazienti». La posizione di Senior Italia FederAnziani: «Anziché prorogare si dia a MMG e specialisti del territorio facoltà di prescrivere»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto