Lavoro 26 Novembre 2020 10:07

Carenza anestesisti, Canino (ASST Cremona): «Al bando per 6 posti arrivate 5 domande. Così non ce la facciamo»

Il direttore sanitario dell’ospedale di Cremona: «C’è una carenza strutturale, fondamentale aumentare le borse di studio e fare una programmazione corretta»

di Federica Bosco

«Lo scorso marzo e aprile avevamo 12 anestesisti in più reclutati con un bando libero professionale e quindi siamo riusciti a coprire un maggior numero di posti in terapia intensiva. Questa volta non abbiamo questi numeri perché nessuno si è presentato al bando che abbiamo fatto e quindi facciamo fatica ad avere più posti letto di quelli che abbiamo oggi, ovvero 15 in terapia intensiva più 5 no Covid in sala operatoria e altri 5 ad Oglio Po».

A lanciare un appello per reclutare medici anestesisti anche in pensione è il direttore sanitario dell’ASST di Cremona, Rosario Canino. In questa seconda ondata di emergenza Covid, infatti, per mantenere attivi tutti i reparti, le specialità, le linee di emergenza e le sale operatorie degli ospedali di Cremona e Oglio Po, necessita di più anestesisti. Che non riesce a trovare.

«MANCANO 18 ANESTESISTI»

«Abbiamo in totale 160 pazienti di cui 20 in terapia intensiva e 15 in sub intensiva. Durante il week-end l’accesso al pronto soccorso è stato nella norma – spiega – senza avere nuovi casi di Covid, quindi è verosimile che ci possa essere questa tendenza, ovvero una riduzione dei contagi e, di conseguenza, dei ricoveri. Me lo auguro, anche se non ci credo molto e temo la terza ondata dopo le festività natalizie».

Nessun nuovo caso di Covid registrato dal pronto soccorso di Cremona non cambia però il pensiero del direttore sanitario che chiede a gran voce di avere più anestesisti. «C’è una carenza strutturale di 18 anestesisti, 11 a Cremona e 7 nell’altro presidio. Abbiamo indetto un concorso che verrà espletato il 2 dicembre e vede la partecipazione di cinque anestesisti su sei posti messi a concorso. Inoltre, quest’anno abbiamo bandito un altro bando per medici di tutte le categorie, ma nessun anestesista si è presentato, quindi abbiamo una carenza di 12 anestesisti rispetto a marzo e aprile scorso. Avremmo voluto istituire un altro punto di guardia, ma gli anestesisti sono pochi e non riuscivamo ad aumentare i posti in terapia intensiva come abbiamo fatto a marzo ed aprile quando siamo arrivati a 68 pazienti intubati. In quel caso, però, avevamo aperto tutte le sale operatorie sia a Cremona che a Oglio Po».

«PIÙ BORSE DI STUDIO PER GLI SPECIALIZZANDI»

Un cambio di passo che per Canino sarebbe possibile solo con un intervento a livello istituzionale andando ad agire sulle borse di studio per specializzandi: «Per evitare che troppi medici vadano all’estero dove hanno un trattamento economico migliore – spiega il direttore sanitario dell’ospedale di Cremona – sarebbe fondamentale aumentare le borse di studio per gli specializzandi i cui effetti si potrebbero già vedere tra cinque o sei anni. Fondamentale poi è la programmazione per capire quanti medici ci servono da qui a dieci anni. Se non si fa questo, anche il numero chiuso diventa un grosso limite per la professione».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaccino Covid-19, Chimici e Fisici a Speranza: «Ci inserisca tra le categorie prioritarie da vaccinare»
«Nessun professionista sanitario deve essere escluso dalla lista delle categorie prioritarie da vaccinare» sottolinea la Presidente della FNCF, Nausicaa Orlandi
In Gran Bretagna contagi fuori controllo, cambia il piano vaccinale
Un cardiologo italiano racconta: «Variante più contagiosa, ora si predilige vaccinare il maggior numero di persone con la prima dose, ritardando la seconda. Ci vorranno almeno due o tre mesi per vedere un vero effetto del vaccino»
di Federica Bosco
Incubo terza ondata, i numeri tornano a salire in tutto il mondo
Risalgono i contagi in tutto il mondo, gli esperti temono la terza ondata. Al primo posto gli Stati Uniti con 3 milioni di nuovi casi in 15 giorni, segue il Regno Unito vittima della variante inglese. Italia ottava con tasso di mortalità ancora alto. In Cina si torna a morire per Covid
L’OMS lancia un’indagine in 26 Paesi europei per valutare le conseguenze del Covid sulla psiche
De Girolamo (IRCCS Fatebenefratelli): «Questionario online per 10000 cittadini tra i 18 e i 70 anni per conoscere ripercussione che avrà il virus su sfera economica, percezione della malattia attraverso l’informazione e ruolo del vaccino»
di Federica Bosco
All’ospedale San Paolo di Milano supereroi per i piccoli pazienti
Il primario di Pediatria: «Necessario infondere ottimismo. Momenti come quello regalato dalla onlus Supereroi Acrobati sono fondamentali nel percorso di guarigione»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 15 gennaio, sono 93.129.104 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.994.440 i decessi. Ad oggi, oltre 35,57 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...