Salute 7 marzo 2017

Basket in carrozzina: la sfida già vinta dai ‘Giovani e tenaci’ della SS Lazio

Un campionato da giocare e tanti progetti da realizzare. Questi gli obiettivi dei giovanissimi paratleti della Società Sportiva Lazio Basket in carrozzina. Il Presidente Moreno Paggi: «Una storia che inizia da lontano, una grande opportunità per questi ragazzi che non mollano mai»

«Quando sono in campo provo tanta gioia» Sara, 8 anni e mezzo, è playmaker della squadra dei ‘Giovani e tenaci’ della SS Lazio Basket in carrozzina che, insieme a Mattia, Daniele, Simone, Leonardo, Matteo, Alessandro,Valerio e Andrea con grande motivazione, porta avanti il sogno di giocare nonostante le difficoltà di una vita sulla sedia a rotelle. «Questa storia nasce da lontano» racconta Moreno Paggi Presidente della squadra, che, con il sostegno di Carlo Di Giusto, allenatore della nazionale italiana, e di Stefano Rossetti, allenatore della formazione giovanile, non si è dato per vinto e malgrado gli ostacoli incontrati, ce l’ha fatta. «Dopo un passato travagliato è nata questa opportunità ed è bello dare ai ragazzi una possibilità».

La SS Lazio Basket è rinata dalle sue ceneri e dopo aver quasi mollato per mancanza di fondi, è ripartita più forte di prima. Con l’aiuto del loro testimonial d’eccezione, il popolare conduttore televisivo Flavio Insinna, con la risolutezza dei genitori che hanno sostenuto in tutto e per tutto la causa, i giovani cestisti, dai 9 ai 18 anni, volano con le loro carrozzine inseguendo la speranza di un futuro migliore in un paese che molto spesso li dimentica.

«Fare parte di questo gruppo è un’emozione indescrivibile – racconta Alessandro pivot della squadra – in campo c’è tanta emozione. Non si può spiegare la sensazione che si prova quando si corre con la carrozzina inseguendo la palla. Giocare con i compagni è la cosa più bella». A fare eco ad Alessandro è Valerio, ala della squadra che con una saggezza incredibile sebbene la giovane età, spiega che «la squadra è giovane, abbiamo poca esperienza… ma dobbiamo crescere e cresceremo. Diventare grandi è un’avventura».

«Divertitevi e sempre con il sorriso» il Presidente Paggi incoraggia così i suoi ragazzi e spiega che l’importante è trasmettere «un messaggio di gioco e di divertimento al di là del risultato. Questa è una squadra giovane – prosegue – quindi è normale dover affrontare una serie di sconfitte che purtroppo ci sono state. Ma l’importante è esserci e provare, questo è tutto quello che conta».

La gallery della squadra:

  • La squadra al completo!
Articoli correlati
Bambini disabili: lo sport giusto fa bene. Ma lo deve prescrivere il medico: dal tennis al nuoto, ecco i consigli
L’attività fisica è un elemento fondamentale nella crescita ed evoluzione psicofisica dei giovani. Bambini e adolescenti affetti da malattie croniche e disabilità non devono fare eccezione. I consigli dello specialista esperto per la scelta delle attività più indicate nelle differenti situazioni patologiche
“Ho amici in Paradiso”: la disabilità raccontata dai disabili. ‘Er Cipolla’ Enzo Salvi: «Un grande messaggio sociale»
Disabili? No, attori che mettono in scena la loro realtà. Questa sera su Rai 1 il film di Fabrizio Maria Cortese con i pazienti del Centro di riabilitazione psichica Don Guanella a fare da interpreti con Valentina Cervi e il comico Enzo Salvi che racconta ai microfoni di Sanità Informazione: «Una pellicola che diventerà portabandiera per la disabilità»
Linguaggio e disabilità, Spadari (Presidente ODG Lazio): «Necessario sforzo comune per combattere pregiudizi»
Migliorare la realtà scegliendo le parole più idonee per descrivere il mondo. L’invito ai giornalisti: «Il linguaggio può denunciare una carenza o un errore di applicazione di un concetto importante. Spesso le parole sono sintomo di una malattia più generale»
«Non diventino invisibili», la battaglia della Commissione Parlamentare Infanzia su diritti minori diversamente abili
La Commissione Parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza, sotto la presidenza dell’onorevole Michela Vittoria Brambilla, approva l’indagine conoscitiva sulla tutela della salute psicofisica dei minori. «Abbattere barriere fisiche e mentali», ha sottolineato l’ex ministro
FIABA: da “handicap” a “menomazione”, le parole da non usare
Cento giornalisti alla Lumsa per una nuova deontologia sulle disabilità portata avanti dal Presidente Trieste e da molte redazioni tra cui Sanità Informazione. Spadari: «Mi farò carico di queste istanze presso il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi, emendamento al Bilancio. Aiello (Ap): «Sbloccare transazione entro fine anno»

«Se andasse a buon fine la questione ex specializzandi si potrebbe sbloccare il turnover e finanziare le scuole di specializzazione» così il Senatore nell’intervista esclusiva a Sanità Informazi...
Sanità internazionale

Elogio della medicina generale, che può veramente salvarci la vita

«Mi sono iscritto a medicina perché ero attirato dalla sua aura di eroismo, dalla possibilità di intervenire per risolvere un problema pericoloso. È stata la sala operatoria, ovviamente, a cattura...
Salute

Al via la prova d’esame delle specializzazioni mediche: «Basta con il concorso ‘lotteria’ dove vince il più fortunato…»

Parte il concorso tanto atteso dai medici neolaureati. Ecco le nuove regole stabilite dal Miur: prova unica nazionale così come la graduatoria finale. Fedeli: «Introdotte novità qualificanti». Ma ...