Formazione 20 luglio 2017

Chirurgia plastica: «Interventi sicuri in tempi record» l’intervista a Giorgio De Santis Presidente Congresso SICPRE 2017

Una tre giorni di confronto tra il mondo della chirurgia plastica italiano e brasiliano. Dal 21 al 23 settembre Modena diventa la culla della medicina chirurgica ricostruttiva. Giorgio De Santis, Presidente Congresso SICPRE 2017: «Spazio ai giovani, il Congresso sarà dedicato a loro»

«La chirurgia plastica ricostruttiva prima di avere un elevato valore medico-scientifico, ha innanzitutto un ruolo socialmente utile» dichiara Giorgio De Santis, Presidente Congresso Società Italia di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica 2017. «Faccio riferimento agli interventi post terapie oncologiche che, negli ultimi anni, hanno compiuto enormi progressi nell’ambito delle strumentazioni sofisticate e delle terapie sempre più all’avanguardia».

«Fortunatamente oggi, rispetto al passato – prosegue il Professor De Santis intervistato a Modena in occasione dell’iniziativa “37 milioni in 37 giorni” organizzata da Consulcesi, realtà leader nel settore di tutela legale dei professionisti sanitari – si hanno prospettive di vita molto più lunghe e di maggiore qualità anche dopo interventi chirurgici impegnativi successivi a malattie oncologiche. Quindi – prosegue – avere una prospettiva di ricostruzione dopo una vera e propria ‘demolizione’, è fondamentale dal punto di vista psicologico ma anche per una normale integrazione sociale. Inoltre, importanti sono anche le tempistiche: stiamo lavorando per ridurre i tempi di intervallo tra intervento di asportazione di un tumore e ricostruzione successiva».

Di chirurgia ricostruttiva, micro-chirurgia post oncologica e tempi operativi «se ne parlerà approfonditamente in occasione del 66° Congresso SICPRE previsto dal 21 al 23 settembre» dichiara De Santis che per l’occasione ricoprirà il ruolo di Presidente congressuale. «Auspico, in previsione dell’evento, una grande affluenza soprattutto perché, per la prima volta, abbiamo organizzato un incontro congiunto con l’importante Società Brasiliana di Chirurgia Plastica che, nell’immaginario collettivo, è la fondatrice della chirurgia plastica in termini universali». Infatti il Brasile è considerato la “terra promessa” della chirurgia plastica e un confronto fra professionisti brasiliani e italiani «sarà un interessante momento di confronto».

«Ci tengo a precisare inoltre – conclude il Presidente –  che il Congresso sarà rivolto in particolare ai giovani, (per cui abbiamo ridotto le tariffe di registrazione) perché crediamo molto in un contributo scientifico degli specializzandi e dei neo specialisti che rappresentano il futuro della categoria».

 

Articoli correlati
Chirurgia estetica: SICPRE pronta ad ospitare i “maestri” brasiliani
Il 66° Congresso Nazionale a Modena sarà l’occasione per un confronto formativo con i migliori al mondo in questo campo. Intervista al professor Giorgio De Santis, Presidente del Congresso: a tutto campo su protezione legale, giovani medici e aggiornamento ECM. E sui danni del filler…
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...